Home News Per salvare gli animali dalle macchine costruiscono ponti fra gli alberi

Per salvare gli animali dalle macchine costruiscono ponti fra gli alberi

CONDIVIDI

Situato lungo il confine Kerala-Tamil Nadu, il “Chinnar Wildlife Sanctuary” ha un paesaggio unico con un ecosistema affascinante.

Chinnar Wildlife Sanctuary

Il parco è abitato da un mix di diversa flora e fauna, che comprende moltissime varietà di piante medicinali e specie come Elefanti, Serpenti Tarantole, Tartarughe, Scimmie e lo scoiattolo gigante brizzolato.

Negli ultimi anni, all’interno della riserva sono state costruite più di 15 km di strade, la situazione è diventata preoccupante a causa dell’aumento delle autovetture che attraversano il santuario con annessi incidenti stradali, con vittime innocenti, i poveri abitanti del parco, gli animali.

La direzione del “Chinnar Wildlife Sanctuary” è intervenuta in molti modi per cercare di limitare gli incidenti installando addirittura dei dossi per limitare la velocità delle autovetture. Questa mossa, tuttavia, ha fatto ben poco per alleviare il problema affrontato dagli animali.

L’assistente del direttore del Santuario ha dichiarato che “avevamo calcolato il numero medio di veicoli che passavano attraverso il Santuario al mese e al giorno per cinque mesi, che erano 26.816 e 894, rispettivamente. Il sondaggio ha riportato oltre 85 incidenti stradali, che è stato così scioccante in quanto comprendeva alcune delle specie rare e in via di estinzione”

“I dossi di nuova costruzione stavano svolgendo un ruolo importante per frenare gli incidenti stradali, in particolare per le specie notturne, controllando la velocità dei veicoli nel Santuario. Tuttavia, il problema persisteva per gli animali diurni, specialmente lungo la strada Chinnar-Marayoormain, dove naturalmente si svolgevano le attività degli alti animali arboricoli” (arboricoli sono tutti gli animali che passano la maggior parte della vita su gli alberi).

potrebbe interessarti anche—>Una donna disabile crea santuario per animali disabili e vittime di crudeltà

Dopo molte discussioni nel 2017, tra il comitato per lo sviluppo ecologico del Chinnar, i funzionari dei dipartimenti forestali e i membri locali delle colonie tribali di Chinnar e Alampetty, è stata ideata una soluzione innovativa, dei “ponti a baldacchino” per gli animali arboricoli.

Scoiattolo sul ponte

“Un’indagine sistematica sull’individuazione dei luoghi e sulla preparazione del ponte a baldacchino è stata effettuata lungo la strada per scoprire la posizione esatta in cui il ponte a baldacchino o il cavalcavia della funivia doveva essere eretto. Abbiamo scoperto che molte località erano frequentemente utilizzate dagli animali arboricoli per attraversare la strada ”

Ogni specie è stata osservata separatamente, ed è stata anche valutato il tempo e la frequenza e i luoghi nei quali gli animali attraversavano la strada.

Molte località si adattavano all’attraversamento di alcune specie e quindi i ponti sono stati progettati di conseguenza per accogliere il peso degli animali.

In queste aree, il team ha identificato due alberi su entrambi i lati della strada per fissare il ponte a baldacchino dall’altra parte della strada.

Per la realizzazione dei ponti sono state utilizzate corde di nylon di alta qualità come rivestimento esterno, e  la sezione interna è stata realizzata utilizzando bastoncini di bambù da 1-1,5 cm legati con un filo di ferro. Fino ad ora i ponti sono 19 e sono dislocati in tutta l’area del parco.

“abbiamo usato una rete sottile sul percorso per renderli più sicuri. Entrambe le estremità di queste due funi parallele erano collegate agli alberi più vicini su entrambi i lati della strada per formare un ponte di cavalcavia. Tutti questi ponti sono stati realizzati e installati dai membri di EDC di Chinnar e Alampetty con la passione per gli animali”

“Gli animali si sono adattati abbastanza bene ai ponti a baldacchino, abbiamo osservato che alcune creature hanno utilizzato i ponti dal primo giorno.”

Questi problemi di viabilità non si limitano esclusivamente al Chinnar Wildlife Sanctuary, ma si estendono a quasi tutte le riserve naturali e santuari di tutto il mondo.

Soluzioni come i ponti a baldacchino, possono aiutare a salvaguardare la fauna selvatica in modo efficace, non sono solo economicamente sostenibili, ma sono anche facili da realizzare.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>Angelina Jolie e figli al dog park per banchetto di beneficenza

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News. Se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.