Home News L’unicità di Progetto Felicetto: la nuova formazione per cani con disabilità

L’unicità di Progetto Felicetto: la nuova formazione per cani con disabilità

Le iniziative di condivisione e l’unicità di Progetto Felicetto aiutano a confrontarsi con qualsiasi tipo di disabilità nei vostri cani: attraverso educazione e formazione.

progetto felicetto cani disabilità
Felicetto: un progetto di vita migliore (Facebook – Progetto Felicetto)

Progetto Felicetto” ha meravigliosamente inaugurato, in Italia, un modo tutto nuovo di vivere a contatto con la disabilità dei nostri cari amici a quattro zampe. Di qualsiasi disabilità si tratti, infatti, le iniziative che hanno preso vita in questi mesi, grazie al progetto, mirano costantemente alla salvaguardia della loro unicità. Importante prerogativa da considerare come una lente d’ingrandimento, attraverso la quale si consiglia di osservare tali caratteristiche nei vostri cani. E indirizzare nel pratico, grazie a diversi e sempre aggiornati corsi di formazione, webinar e seminari per proprietari e professionisti cinofili, verso il migliore approccio alla vita possibile di ciascun esemplare. Ogni cane è dunque invitato a partecipare a momenti di condivisione, crescita personale su ogni tipologia di disabilità, assieme al proprio accompagnatore.

Alla scoperta di Progetto Felicetto: educazione e formazione dedicate a cani con qualsiasi disabilità

progetto felicetto cani disabilità
Im-Perfezioni in Acqua (Facebook – Progetto Felicetto)

Alla fine di giugno, un incontro tenutosi con il fondatore dell’associazione, l’educatore cinofilo specializzato in cani con disabilità, Elias Ghetti, ha permesso di conoscere più approfonditamente di cosa si tratta. A lavorare sul campo e contribuire alle diverse formazioni vi sono molti esperti del settore.

Potrebbe interessarti anche >>> I protagonisti della “Empathy Dog”, sono i cani Duma e Pedro

Si parla, dunque, di “una prospettiva totalmente diversa di approcciarsi a questi cani” che mira a “prendere consapevolezza che la loro disabilità non è un difetto, ma una caratteristica che porta esclusivamente unicità“. A partire perciò dalla quotidianità con il vostro cane, gli incontri aiuteranno i presenti a comprendere innanzitutto chi è davanti a voi.

Prima della disabilità“, ricorda ancora il fondatore, “c’è l’essere cane“. Ed è un punto fondamentale da cui partire per iniziare il percorso, che non va dimenticato. In tal modo si potranno meglio affrontare anche le successive questioni.

Come, ad esempio: la sordità, la cecità o la diversa abilità motoria nei vostri esemplari. Fra le iniziative si può citare, inoltre, quella più recente di “Im-Perfezioni in Acqua“, un incontro di formazione e condivisione tenutosi in armonia, tra esperti e aspiranti tali, presso il Decouture – Dog Fitness Resort di Treviso.

Potrebbe interessarti anche >>> Cani bagnini nel Lazio: quali sono le spiagge che avranno aiutanti speciali 

Come ricorda, infine, un’ultima condivisione della pagina Facebook, gestita dall’associazione, sono ora aperte le iscrizioni per il prossimo corso di formazione. Il quale si terrà nella città Vicenza e a partire da settembre 2022. (Giada Ciliberto)