Home News La raccolta fondi per il sogno di Agitu: “Ricordiamo le idee e...

La raccolta fondi per il sogno di Agitu: “Ricordiamo le idee e le capre felici”

La raccolta fondi per il sogno di Agitu che deve proseguire nella sua realizzazione e non deve essere abbandonato

Tanta passione e dedizione (Foto Facebook)
Tanta passione e dedizione (Foto Facebook)

Una vita spezzata all’improvviso che ha lasciato un vuoto enorme nelle persone care e nei suoi amati animali: le capre. Il sorriso di chi aveva lottato per avere una vita diversa e finalmente l’aveva trovata nel volto dei suo amati animali e nella gioia di chi apprezzava tutti i suoi capolavori, da quelli gastronomici a quelli della cosmesi. Stiamo parlando di Agitu Ideo Gudeta, divenuta tristemente nota per essere stata crudelmente uccisa a 42 anni. Agitu aveva un sogno ed è giusto che quel desiderio non venga abbandonato.

Potrebbe interessarti anche: Animali notizie, anche le capre si affezionano all’uomo come i cani

La raccolta fondi per il sogno di Agitu 

Le produzioni di Agitu (Foto Facebook)
Le produzioni di Agitu (Foto Facebook)

Era soprannominata la “regina delle capre” perché si dedicava con tanto amore al suo lavoro, la coltivazione di ortaggi e la produzione di uova e cosmesi. La donna si guadagnava da vivere vendendo i suoi prodotti dopo una lunga formazione professionale. Agitu si era trasferita a Trento nel 2010 dove si è laureata in sociologia per poi specializzarsi in arte casearia in Francia. Dopo tale percorso, aveva dato vita all’azienda agricola biologica intitolata “la capra felice”, partendo da 15 capre per arrivare ad 80. I frutti della sua passione e della sua costanza non sono tardati ad arrivare perché Agitu era una donna apprezzata da tutti per le sue qualità umane e professionali. Tutto questo non può rimanere solo un bel ricordo e non può essere abbandonato. Per questo, tutti noi siamo chiamati a permettere al desiderio della donna, di continuare ad esistere e ad espandersi.

Potrebbe interessarti anche: Quattro caprette rimangono orfane ma una cagnolina se ne prende cura -VIDEO

Sul sito Gofundme è stata lanciata una campagna di raccolta fondi che è stata avviata solo due giorni fa ma ha già ottenuto notevoli risultati. Infatti, in pochissimo tempo ha ottenuto 76.000 euro circa e ora ha fissato come meta da raggiungere 80mila euro. Un traguardo importante che consente all’azienda di continuare ad esistere attraverso la cura che gli amici e i collaboratori dedicheranno alla struttura. “La sua sapienza casearia ha bisogno di trovare nuovi eredi. Tra pochi giorni nasceranno i capretti che Agitu allevava con tanta passione. I nuovi nati necessitano di cure e attenzioni tutte quelle che Agitu non può più riservagli.” Dunque, è giusto aiutare l’attività dei suoi collaboratori perché i sacrifici di Agitu non devono restare vani. “Dobbiamo essere noi ad unirci a lei e al suo nome, facendoci carico dei suoi umili sogni. Di lei non vogliamo ricordare la morte violenta ma le sue idee e le sue capre felici” hanno sottolineato i membri dell’azienda.

Dunque, un obiettivo nobile da perseguire con determinazione e affetto, quel bene che Agitu aveva destinato a tutti i suoi animali.

 

Benedicta Felice