Home News Vuole restituirlo al rifugio: proprietario minaccia la vita del cucciolo

Vuole restituirlo al rifugio: proprietario minaccia la vita del cucciolo

Un cucciolo di cane è stato riportato al rifugio dopo essere stato adottato, il proprietario ha minacciato la vita dell’animaletto

proprietario minaccia vita cucciolo
Cucciolo di cane viene riportato al rifugio: il suo proprietario aveva minacciato la sua vita (Foto Facebook)

Non bastava aver spezzato il suo cuore, aver distrutto il suo mondo. Il proprietario di un cucciolo di cane, pur di liberarsi dell’animaletto che aveva adottato da un rifugio, ha minacciato di porre fine alla sua vita.

È questa l’orribile vicenda di Stella, una cagnolina di appena un anno. Seppur ancora così giovane, la pelosetta ha vissuto l’esperienza dell’abbandono già due volte.
Il cucciolo di cane è stato riportato al rifugio dal proprietario perché, a suo dire, l’animaletto era “distruttivo”.

Fatto sta che l’uomo non ha dato scelta ai volontari del canile: o riprendevano il cane o in qualche altro modo si sarebbe liberato di lui.

Vuole restituire il cane adottato al rifugio: proprietario minaccia la vita del cucciolo

cagnolina stella riportata rifugio
Cucciolo di cane viene riportato al rifugio: il suo proprietario aveva minacciato la sua vita (Foto Facebook)

Un dramma senza fine quello della povera Stella, che per ben due volte è stata riportata al rifugio. La cucciola è stata riconsegnata per la prima volta al Fort Worth Animal Control ad ottobre. In quel caso il suo ex proprietario ha comunicato allo staff che non poteva più prendersi cura dell’animaletto.

La cagnolina è stata poi adottata a dicembre, per poi essere riportata al canile a metà febbraio. Così la pelosetta aveva perso di nuovo la sua casa e aveva vissuto, per due volte, il rifiuto e l’abbandono ad appena un anno di età.

Lo staff dell’associazione ha raccontato un aneddoto terrificante e agghiacciante sull’abbandono del quattro zampe.
Quando il suo proprietario ha restituito il cane, il personale del rifugio ha chiarito che non avevano box disponibili: “L’unico box disponibile è all’aperto e c’è la possibilità che la cagnolina venga destinata all’eutanasia.”

Di risposta, il crudele, spietato e disumano proprietario del Fido ha minacciato la vita del cucciolo: “Beh, la porterò a casa e le sparerò un proiettile in testa”.

Potrebbe interessarti anche: Mette il cane malato in un secchio arrugginito e lo lascia al rifugio

La volontaria di Fort Worth Animal Control ha cercato di far ragionare l’insensato padrone della pelosetta. La giovane ha tentato di spiegargli che, se anche il cane aveva combinato qualche disastro, poteva essere addestrato, ma l’uomo ha ribattuto che, a parer suo, un cucciolo di un anno non può essere addestrato.

Così Stella ha dovuto dire addio alla sua vita, alla sua casa, al suo fratellino a quattro zampe: un esemplare di Malinois con cui andava d’accordo e trascorreva le sue giornate.

Al principio, il Fido non aveva intuito le intenzioni del suo umano. Quando ha visto il volto familiare della volontaria, il cucciolo l’ha salutata calorosamente e riempita di baci.
Ma quando ha compreso che era tornato al rifugio per restarci, il cane ha iniziato a piagnucolare.

Potrebbe interessarti anche: Ha perso ogni speranza: viene riportato al rifugio per la quarta volta – VIDEO

Nonostante il dolore e la disperazione della povera pelosetta per essere ritornata al rifugio, dopo il confronto con il suo ex crudele proprietario, la volontaria è contenta che Stella sia di nuovo sotto la loro custodia.

Stella merita di essere amata e di far parte di una famiglia che non la deluda di nuovo.
Stella ama la compagnia di altri cani, adora fare lunghe passeggiate e giocare con le palline da tennis.

Il suo futuro non può essere in un canile, la sua vita non può essere racchiusa in un box.
Questa cucciola merita la felicità dopo tanta sofferenza.

Manuela Lucugnano