Home Cani Come addestrare un cane in 10 mosse: i consigli dell’esperto

Come addestrare un cane in 10 mosse: i consigli dell’esperto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:12
CONDIVIDI

Avere un cucciolo ben educato non è una missione impossibile: con i consigli giusti, potrai scoprire come addestrare un cane in 10 mosse e convivere in maniera serena con Fido.

come addestrare cane
Come addestrare un cane in 10 mosse (Foto Unsplash)

Addestrare il cane è una vera e propria necessità: che sia un cucciolo da educare o un cane adulto a cui insegnare qualche trucchetto, l’addestramento e l’educazione di Fido non sono mai un optional e non possono essere lasciati all’improvvisazione. L’ideale è conoscere tutti i trucchi degli esperti addestratori, che fanno dell’educazione canina la loro professione.

In questo articolo, abbiamo raccolto una vera e propria top 10 di consigli utili da parte di esperti dell’addestramento canino, per imparare come addestrare un cane in 10 mosse: armandosi non soltanto di questi suggerimenti, ma anche di tanto tempo, pazienza, costanza e amore. Scopriamo insieme tutti i trucchi del mestiere!

Come addestrare un cane: 10 trucchi imprenscindibili

addestrare cane adulto
Addestrare un cucciolo o un cane adulto (Foto Unsplash)

1. Portare fuori il cucciolo regolarmente

Quando si cerca di addestrare il cucciolo a fare i bisogni fuori casa, è indispensabile uscire regolarmente per fare in modo che il cagnolino possa imparare la routine. Ogni volta che il cane fa la pipì fuori casa, ricordati di elogiarlo: in fase di addestramento è fondamentale ricompensare i comportamenti desiderati.

2. Creare un’area chiusa per il cucciolo

Quando il cucciolo è ancora molto piccolo e lo stai addestrando per imparare a usare la traversina o a fare i bisogni fuori casa, assicurati di tenerlo in un’area delimitata durante la giornata, lasciandoli uscire a intervalli per esplorare l’ambiente circostante. La cosa migliore è lasciarli liberi al rientro dalla passeggiata, quando avranno già fatto i bisognini e il rischio “incidenti” è più basso.

3. Pavimenti a prova di cucciolo

Proprio come accade con i bambini, i cuccioli avranno piccoli incidenti di percorso e faranno un bel po’ di errori prima di imparare: per limitare al massimo i danni e addestrare il cane nel minor tempo possibile, è bene attrezzarsi con traversine e prodotti per la pulizia adatti ai nostri amici a 4 zampe: se si pulisce bene il pavimento o il tappeto dalle macchie di urina, il cucciolo sarà scoraggiato dal rifare la pipì nello stesso posto.

4. Usare gli snack solo per l’addestramento

Se ti stai domandando come addestrare un cane al meglio, è probabile che conoscerai già le regole di base del rinforzo positivo: premiare il cane con un bocconcino goloso ogni volta che si comporta bene è il metodo migliore per fargli imparare ciò che desideriamo. Per evitare che Fido possa ingrassare troppo, per non sforare il fabbisogno di calorie quotidiano del cane e per non confondere il gioco con l’addestramento è bene riservare questi snack golosi solo per i momenti della giornata dedicati all’allenamento.

5. La coerenza è fondamentale

Qualsiasi addestratore professionista può confermarlo: per educare un cane è fondamentale la coerenza! Ciò significa che tutte le persone della famiglia coinvolte nell’educazione di Fido dovranno impartire i comandi all’animale nello stesso modo. Concordate metodologie, parole e comandi prima di iniziare.

insegnare al cane
Come insegnare al cane qualsiasi cosa (Foto Unsplash)

6. Renderlo un gioco

Se vuoi evitare di rendere l’allenamento del tuo cane un continuo passaggio di snack e prelibatezze, prova ad affidarti a un metodo che faccia sembrare l’addestramento come un gioco.
Rendere l’addestramento divertente farà partecipare il cane in molto più volentieri alle sessioni, qualsiasi sia il motivo per cui lo state addestrando.

7. Osservare il comportamento del tuo cane

Una delle cose più importanti per capire come addestrare un cane è osservarlo attentamente, per apprendere il suo comportamento di base e adattare il tuo stile alle sue modalità caratteriali e non solo. In questo aspetto può venirti incontro anche conoscere il carattere del cane in base alla razza, fermo restando che ciascun esemplare è diverso da tutti gli altri.

8. Concentrarsi su un comando alla volta

Insegnare dei comandi al cane può rivelarsi molto utile, ma bisogna fare attenzione a concentrare l’addestramento su un solo comando alla volta: clicca sul nostro approfondimento, per saperne di più su come addestrare il cane ai comandi di base.

9. Sessioni di addestramento brevi

Molti cani, soprattutto i cuccioli e gli esemplari giovani, non mantengono l’attenzione per molto tempo di seguito: per questo motivo, è bene mantenere le sessioni di allenamento brevi ma frequenti, ad esempio concentrandosi su due sessioni al giorno da 10/15 minuti ciascuna.

10. Chiudere ogni sessione in positivo

Quando insegni al tuo cane un nuovo comando, un trucchetto sconosciuto o un esercizio che ancora non avevate mai visto prima, assicurati di concludere ogni sessione di allenamento con una nota positiva: chiudi la “lezione” con un esercizio che il cane conosce bene, senza lasciargli mai l’amaro in bocca di non aver saputo eseguire ciò che gli hai richiesto.

Potrebbe interessarti anche:

Chiara Burriello