Home News Scappa dal mattatoio e si nasconde nei boschi: nessuno riesce a prenderla

Scappa dal mattatoio e si nasconde nei boschi: nessuno riesce a prenderla

CONDIVIDI
Hermien che si nasconde nei boschi

La sensazione è un po’ come quella in cui l’eroe riesce a scappare da una prigione o da un caso d’ingiustizia. Quella in cui il protagonista alla fine viene salvato e vince sul male. E’ quello che ci hanno donato una mucca di nome Hermien, un lieto fine, dopo un’avventura rocambolesca.

La storia di questa simpatica esemplare sta letteralmente spopolando in rete ed è addirittura arrivata all’attenzione di nientepopodimeno della famiglia reale olandese. La mucca di tre anni e mezzo, appartiene alla specie limousine ed è diventata famosa, per essere scappata prima di essere mandata al macello, quando le altre sue compagne venivano caricate sul camion. Da quel momento, Hermien si è nascosta nei boschi dai primi giorni di dicembre 2017, sono falliti tutti i tentativi di recuperarla. Hermien riusciva sempre a nascondersi. Anche se, secondo le indiscrezioni, Hermien era stata avvistata diverse volte di notte, mentre si dirigeva nel fienile di una fattoria situata nelle vicinanze del suo allevamento. Tuttavia, qualsiasi tentativo per catturarla è fallito come nel caso di cibo con gocce narcotizzanti sparso nel bosco.

Ma la fama di Hermien ha conquistato migliaia di persone e l’attenzione del partito animalista olandese che ha avviato una raccolta fondi per riscattare Hermien e trasferirla in un santuario al pascolo, dove passare indisturbata il resto dei suoi giorni, felice e al sicuro.

“Hermien si sta battendo per la sua vita. Noi l’aiuteremo. Ci sta insegnando una bella lezione: nessun animale vuole essere mandato al macello”, ha commentato il partito animalista olandese.

Grazie alla simpatia di Hermien, la campagna ha raccolto oltre 48mila euro con il tam tam in rete e sui social con tanto di hashtag #JesuisHermien, #GoHermien.

Anche Pieter van Vollenhoven, genero dell’ex regina Beatrice, ha sostenuto la causa di Hermiem, promuovendo la raccolta fondi: “La compriamo tutti insieme e le diamo la libertà”.

“Deve essere stata stressata mentre stava camminando verso il camion per il mattatoio. Da allora non siamo riusciti a prenderla “, ha raccontato il veterinario Edo Hamersma che si occupava del carico.

Secondo quanto raccontano i quotidiani locali, il proprietario di Hermien che ha ceduto la mucca, ora al sicuro nei boschi, ha suggerito di attendere la primavera in modo che il tempo migliori per avvicinarla con il branco di mucche al pascolo.

Al momento la vita di Hermien è salva. Molti utenti hanno sostenuto la sua causa, alcuni con commenti davvero commuoventi: “Loro sentono quando è la fine”. Una frase che invita a riflettere sulla sofferenza quotidiana di milioni di animali che ogni giorno vengono uccisi e che sono perfettamente coscienti di cosa sta per accadere.

Storie di animali che scappano dal macello cercando la libertà

Hermien sarebbe infatti molto paurosa e la presenza di altri esemplari della sua specie dovrebbe rassicurarla e farla avvicinare, per poterla prendere.
Diverse storie simili sono rimbalzate in rete negli ultimi anni. Esemplari che hanno commosso la rete come Emma, riscattata in Germania o quella di una mucca che alcuni volontari sono riusciti a portare via da un allevamento di produzione di latte prima che fosse mandata al macello. In quel caso, i volontari riuscirono a salvare anche il suo vitellino quando si accorsero che la mucca non si dava pace anche quando fu salvata e trasferita al rifugio.

Alcune storie non sono sempre a lieto fine e anche se alcuni esemplari vengono salvati, provando a scappare dal macello, come un toro che ha seminato il panico in un quartiere periferico di New York nel mese di ottobre 2017.  In altri casi, come nel dicembre del 2015, un esemplare che ha tentato di trovare la libertà scappando dai suoi boia del macello, venne ucciso a colpi di mitraglietta dalla polizia.

C.D.