Home News Sindaco compra la casa della vicina morta per il suo cane 

Sindaco compra la casa della vicina morta per il suo cane 

Il sindaco di Casalbuttano (Cremona) ha acquistato la casa della vicina morta per consentire al cagnolino della defunta di restare lì e non finire in un canile

sindaco compra casa cane
Cucciolo di cane (Foto Pixabay)

Una vicenda più unica che rara che coinvolge il primo cittadino di Casalbuttano, un comune della provincia di Cremona e un cane che, da poco, ha perso la sua proprietaria.

Il sindaco, in seguito alla prematura scomparsa della padrona del cucciolo, ha deciso di comprare la casa della vicina morta per consentire al cane di restare in quella che è sempre stata la sua dimora, dove ha le sue abitudini e i ricordi della sua amata umana.

Il cagnolino in questione si chiama Willy ed è un meticcio di otto anni. Il quattro zampe è vissuto con la sua padrona T. da quando la donna lo ha trovato per strada e lo ha adottato. Da allora, la signora ha sempre avuto molto a cuore il suo animale domestico e tra i due vi era un legame e una sintonia unica.

La casa della proprietaria del cane è proprio accanto a quella di G. P. G., il sindaco del comune. Il primo cittadino, professore di filosofia in pensione, incontrava ogni giorno il cane Willy e la sua padrona, e spesso si fermava per chiacchierare e trascorrere qualche minuto in loro compagnia.

In seguito la proprietaria del Fido si è ammalata. La donna, vedova, veniva accaduta dalla figlia. Di recente, i suoi ricoveri in ospedale sono diventati sempre più frequenti, fino a quando, sabato scorso, la donna è venuta a mancare.

La vicina muore, il sindaco compra la sua casa per il cane Willy

sindaco cane vicina morta
Cagnolino (Foto Pixabay)

La domenica mattina, il sindaco di Casalbuttano ha raccontato di essere uscito di casa per portare dei croccantini al cane, ma Willy aveva reagito in modo strano e inusuale.

Il cagnolino, invece di corrergli incontro come faceva di solito, “teneva in bocca una vecchia ciabatta della sua padrona, che non lasciava andare, e sbatteva la testa.”
Il piccolo aveva uno sguardo particolarmente triste.

Solo in seguito, G. P. G. ha capito il motivo della reazione del cucciolo. Poco dopo, il sindaco ha ricevuto un messaggio da parte della figlia della proprietaria di Willy che gli comunicava della dipartita della madre. La donna è venuta a mancare all’età di 77 anni, lasciando solo il suo fedele e amato quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Ritrovata Gaia, la cagnolina che cercava la padrona morta nell’incidente

Quella notte, il sindaco di Casalbuttano ha preso una importante e risoluta decisione: comprare la casa della sua vicina morta per consentire al cane Willy di restare nell’abitazione della sua proprietaria defunta.

In questo modo, il primo cittadino avrebbe evitato che il cucciolo finisse in un canile e gli avrebbe permesso di restare nel suo mondo, tra le sue cose, con le sue abitudini.

“Forse qualcuno può pensare che quel che ho fatto sia esagerato, ma a me sembra giusto. Ho acquistato la casa di T. e fin tanto che starò al mondo io Willy potrà stare lì, senza nessuna preoccupazione. Più di uno mi ha già chiesto la casa in affitto, ma rispondo sempre che la casa è già abitata”.

Potrebbe interessarti anche: Una signora di 96 anni adotta un cane di 17 rimasto senza proprietario

Il sindaco ha adottato il cane ma ha scelto di non portarlo a casa sua, dove vive con un altro cane e sei gatti, tutti randagi salvati dalla strada. Ha deciso, invece, di consentire a Willy di restare nella sua casa, nella casa in cui è vissuto fino a poco tempo fa con la sua umana, fino a quando vorrà.

“Non sono un eroe e neppure matto. Ma non voglio vedere soffrire gli animali. E Willy ha diritto di vivere a casa sua.”

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.