Home News Vermi parassiti condizionano il comportamento degli animali che infestano

Vermi parassiti condizionano il comportamento degli animali che infestano

CONDIVIDI
vermi pesci
Pesci con vermi

Vermi parassitari nei pesci condizionano il loro comportamento

I vermi parassitari possono prendere dimensioni notevoli nell’organismo che colonizzano. alcune ricerche hanno dimostrato gli effetti di questi parassiti sugli organismi. Un gruppo di studiosi, in una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Proceedings of the Royal Society B, hanno dimostrato che arrivano anche a condizionare l’organismo che hanno infettato.

Lo studio ha preso in considerazione il verme Schistocephalus solidus, un verme parassitario con un ciclo vitale complesso che riguarda specie animali.

I vermi parassitari colonizzano gli organismi e colpiscono alcuni organi. Tra i più diffusi come ad esempio la tenia, ci sono quelli intestinali che si ancorano alle pareti dell’intestino. Si nutrano delle sostanze ingerite dall’animale e crescono a dismisura.

Vermi parassiti: le conseguenze sull’organismo

Le conseguenze sull’organismo possono essere pericolose. Non solo l’animale dimagrisce e ha meno sostanze nutritive. Un’infestazione di parassiti detta anche “verminosi” può comportare patologie gravi come emorragie interne e problemi gastrici che possono essere anche letali. Questo anche per i polmoni o altri organi che collassano dopo che si sono create le colonie.

Quello che fino ad ora non era mai stato evidenziato è che i vermi parassitari condizionano anche il comportamento dell’animale.

Il verme Schistocephalus solidus ad esempio si riproduce nell’intestino degli uccelli acquatici. Attraverso le feci, le uova dei vermi infestano l’acqua. Le larve di questi vermi vengono ad esempio mangiare da una specie di pesci, i spinarelli, che abitano le acqua dolci. A loro volta, questi pesci vengono mangiati dagli uccelli acquatici che si riprendono i vermi.

 Comportamento degli animali con i parassiti?

Secondo lo studio condotto dai ricercatori dell’Università di Münster, il comportamento degli animali che ospitano i parassiti cambia. Per quanto riguarda gli spinarelli, i ricercatori hanno notato che tendono a nuotare verso acqua più calde. I pesci diventano più temerari e coraggiosi, arrivando a rischiare di più di fronte ai predatori.

Ovvero, in base a diversi test, i ricercatori hanno notato che i pesci con il verme anziché scappare dagli uccelli predatori tendono a restare in superficie, rispetto ai loro simili senza vermi che si vanno a rifugiare nei fondali. Tuttavia, questo comportamento mette a repentaglio il branco di pesci.

Un comportamento che si rileva invece vantaggioso per i vermi parassitari che contribuisce a salvaguardare il loro ciclo vitale e alla loro diffusione. Un sistema di sopravvivenza estremamente complesso.

C.D.