Home News Zanzara Coreana prolifera anche in Italia allarme in tutto il paese

Zanzara Coreana prolifera anche in Italia allarme in tutto il paese

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:39
CONDIVIDI

La zanzara coreana sta terrorizzando l’italia, è resistente al freddo e trasmette malattie pericolose sia per l’essere umano che per gli animali.

Aedes Koreicus la zanzara coreana che sta terrorizzando l’italia

Questa specie di zanzara è di origine Asiatica e  dal 2011 ha invaso l’Italia. Una  creatura piccola e apparentemente innocua , fa parte degli insetti infestanti e sembra che si stia diffondendo a macchia d’olio in tutta italia.

La sua presenza è stata riscontrata per il momento in almeno 5 regioni Italiane: Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Liguria e Lombardia. Questa specie di zanzara si differenzia dalla zanzara tigre per le dimensioni, e per la mancanza della linea bianca  sul dorso,  questa creatura è infatti leggermente più grande, e agisce prevalentemente di giorno, ed è nota nel mondo  e per la sua pericolosità, questo insetto  può trasmettere un’infezione che potrebbe essere fatale sia per l’essere umano che  per gli animali.

La zanzara Coreana

aedes koreicus

La zanzara coreana (Aedes Koreicus) si riproduce sia in luoghi artificiali come vasi o luoghi ricchi di vegetazione come vivai e anche nell’habitat naturali, questo insetto è noto per la sua capacità di trasmettere una malattia molto grave l’encefalite giapponese e la filariosi.

Le sue dimensioni e la  sua resistenza gli permette di sopravvivere anche ad altitudini più elevate e a temperature molto basse, ed è riuscita a colonizzare molte zone sia collinari che montuose proprio grazie a questa sua particolarità.

L’encefalite Giapponese trasmessa dalla zanzara coreana

batteri

L’encefalite giapponese è una malattia rara causata da un virus che si diffonde nell’uomo e negli animali tramite la puntura di da zanzare infette.

La maggior parte delle infezioni nelle persone è asintomatica, in alcuni casi potrebbero manifestarsi febbre e mal di testa. Quelli contagiati in modo molto grave possono manifestare rigidità del collo, disorientamento, tremori, coma, convulsioni (che si riscontrano soprattutto nei bambini contagiati) e paralisi. Quest’ infezione può causare complicazioni neurologiche permanenti o addirittura la morte.
Quando si verificano i sintomi si sviluppano da 5 a 15 giorni dopo essere stati punti da zanzare infette.

La diffusione della malattia avviene tramite la puntura della zanzara Aedes Koreicus più comunemente chiamata zanzara coreana alcuni esemplari possono essere infettati da l’encefalite giapponese, le persone con infezione non trasmettono la malattia ad altri esseri umani ma possono infettare le zanzare che pungono e trasmettono il virus ad altre .

Da tempo l’encefalite giapponese si verifica in gran parte dell’Asia e in alcune parti del Pacifico occidentale e dal 2011 è diventato un pericolo italiano . La trasmissione avviene principalmente nelle aree agricole rurali, spesso associate alla coltivazione e all’irrigazione o in zone colpite  dalle inondazioni.

Per la maggior parte dei viaggiatori il rischio di acquisire JE è molto basso. Le persone a maggior rischio di infezione sono quelle che soggiornano più di un mese nelle aree rurali nei paesi in cui la malattia è endemica o in alcune isole dello Stretto di Torres.

Filarosi trasmessa dalla zanzara coreana

batteri trasmessi dalle zanzare

La filariasi linfatica, considerata globalmente come una malattia tropicale , è una malattia causata da parassiti microscopici, dei vermi filiformi. I vermi adulti vivono solo nel sistema linfatico . La filariasi linfatica si diffonde da persona a persona tramite le punture delle zanzare.

Le micro filarie maturano in larve infettive all’interno della zanzara, quando le zanzare infette pungono le persone, le larve di parassiti mature si depositano sulla pelle da dove possono entrare nel corpo. Le larve migrano quindi verso i vasi linfatici dove si sviluppano in vermi adulti, continuando così un ciclo di trasmissione.

Nella filariasi linfatica, episodi ripetuti di infiammazione linfatica portano a danni linfatici, gonfiore cronico ed elefantiasi delle gambe. La filariasi linfatica è una delle principali cause di disabilità permanente in tutto il mondo.

Come evitare il contagio

no alle zanzare

I metodi per evitare il contagio sono gli stessi utilizzati nel periodo estivo,repellenti e zanzariere sono un’ottima arma anche in inverno secondo i dati dell’Osservatorio Rentokil, nel 2019 le richieste d’intervento nel periodo autunnale e invernale contro le zanzare sono aumentate del 44% rispetto al 2018.

L’acqua stagnate è un luogo dove qualsiasi tipo di zanzara prolifera è quindi necessario, se pensate che la zanzara possa essersi annidata i qualche luogo della vostra abitazione procedere immediatamente con una disinfestazione. In italia è presente un’azienda famosa in tutto il mondo specializzata in servizi igenici con una divisione interamente dedicata alla disinfestazione e al monitoraggio delle creature infestanti.

L.L.

potrebbe interessarti anche—>

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI