Home News Zooerastia: caccia aperta a un uomo che ha rapito e abusato una...

Zooerastia: caccia aperta a un uomo che ha rapito e abusato una cagna

CONDIVIDI
zooerastia
(Facebook)

Nuovo grave caso di Zooerastia: in Thailandia, è caccia aperta a un uomo che ha rapito e abusato una cagna che aveva partorito.

La polizia di Rayong ha lanciato una caccia all’uomo per un presunto violentatore di animali sospettato di aver rubato un cane femmina per abusarne sessualmente, lasciando i suoi otto cuccioli di 10 giorni morire di fame. Lunedì, Watchdog Thailand ha annunciato sulla sua pagina Facebook di aver cercato aiuto dalla stazione di polizia di Ban Pe a Rayong dopo che il proprietario della cagna aveva chiesto assistenza al gruppo animalista.

Leggi anche –> Zooerastia: accusato di bestialità, ha abusato di un cane

Cosa è successo alla povera cagna dopo aver partorito

Secondo Watchdog Thailand, il sospetto amava visitare il proprietario e portare con sé cibo per il cane. Il proprietario del cane in seguito ha scoperto che l’uomo si era intrufolato per abusare sessualmente dell’animale ma, dal momento che la famiglia lo considerava un parente anziano, inizialmente non ha presentato un reclamo alla polizia contro di lui.

L’uomo non visitò di nuovo la casa durante il periodo della gravidanza del cane, ma tornò dopo il parto degli otto cuccioli, portando con sé cibo per cani. Watchdog Thailand ha detto che il cane è scomparso il 16 agosto, apparentemente rubato, e da allora la famiglia ha dovuto dare da mangiare ai cuccioli con il latte in bottiglia.

L’uomo accusato di zooerastia non si trova

La famiglia controllò la casa dell’uomo, ma non fu in grado di trovarlo o di contattarlo con il cellulare. Di conseguenza, hanno deciso di chiedere aiuto a Watchdog Thailand, che a sua volta si è coordinata con la polizia per lanciare la caccia all’uomo. Il capo della polizia di Ban Pe, il colonnello Narongdej Thappajaya, ha detto che aveva incaricato i suoi ufficiali di cercare urgentemente l’uomo, preoccupato per il cane che a quanto pare aveva rubato.

Narongdej ha detto che l’uomo dovrebbe affrontare accuse di furto e crudeltà sugli animali. La zooerastia è un fenomeno preoccupante e i dati diffusi nel corso degli anni ne testimoniano l’aumento. Qualche settimana fa, un caso è stato segnalato anche in Italia: un 40enne della provincia di Bergamo è stato arrestato per aver costretto la moglie a subire violenze di ogni tipo, compresa quella di avere rapporti sessuali con un cane.

Leggi anche –> Zooerastia: fa sesso col cane e picchia la compagna, arrestato – VIDEO