Home Pets & Kids Animali selvatici più longevi: caratteristiche e curiosità delle specie

Animali selvatici più longevi: caratteristiche e curiosità delle specie

Animali selvatici più longevi, caratteristiche e curiosità di specie capaci di vivere più a lungo rispetto agli altri animali esistenti.

tartaruga delle galapagos
(Foto AdobeStock)

 

Gli animali sono spesso dotati di caratteristiche e abitudini molto particolari ma quasi mai inutili o limitative, anzi al contrario sono peculiarità che li rendono singolari e unici.

Come infatti, difficilmente la natura commette errori, ma talvolta assegna capacità e requisiti piuttosto bizzarri, in particolare ad alcuni animali.

Altre volte invece, la loro unica caratteristica è quella di sopravvivere più a lungo di altri e non di poco.

Ecco perché, oggi, riserveremo questo articolo agli animali selvatici più longevi.

Animali selvatici più longevi

Gli animali selvatici più longevi, sono esseri viventi capaci di vivere molti più anni rispetto a quelli che si aspetta.

Ecco l’elenco dei principali animali selvatici più longevi:

  • Medusa immortale;
  • Vongola artica (507 anni);
  • Balena della Groenlandia (405 anni);
  • Squalo della Groenlandia (400 anni);
  • Carpa Koi (226 anni);
  • Tartaruga delle Galapagos (177 anni);
  • Tuatara (110 anni).

Medusa immortale

La medusa immortale è un idrozoo con la capacità straordinaria di passare dalla fase di polipo a quella adulta e di poter regredire di nuovo a quella di polipo.

medusa immortale
(Foto AdobeStock)

Proprio questo processo chiamato transdifferenziazione, è ciò che la rende immortale.

Si tratta di un idrozoo della famiglia Oceaniidae, presenta una forma a campana che raggiunge un diametro massimo di 4-5 mm.

È possibile vederla nell’Atlantico occidentale e nei Caraibi. La caratteristica di questa medusa riguarda la sua capacità di ritornare allo stato polipo e divenire così immortale.

A differenza della maggior parte delle specie di meduse ha una durata di vita che varia a seconda delle specie da alcune ore a molti mesi.

Vongola artica (507 anni)

La Vongola artica è un mollusco bivalve in grado di superare i 500 anni di vita.

(Foto AdobeStock)

La vongola Arctica appartiene alla famiglia delle Arcticidae (una famiglia di molluschi bivalvi), misura massimo di 13 cm, presenta una conchiglia robusta, di forma variabile (ovale oppure circolare).

La colorazione esterna varia dal contrasto tra tonalità scure e chiare ed esclusivamente scure. Quella interna invece è biancastra.

Vive principalmente nelle acque dell’Atlantico settentrionale. La vongola Artica più vecchia analizzata fu ribattezzata Ming ed è vissuta per oltre 500 anni.

Balena della Groenlandia (405 anni)

La Balena della Groenlandia con i suoi 405 anni rientra tra i mammiferi più longevi in assoluto.

balena della groenlandia
(Foto AdobeStock)

La Balena della Groenlandia è una balena appartenente alla famiglia delle balene franche, i Balenidi, l’unica specie del suo genere, oltre ad essere l’unica specie di balena che vive costantemente nella regione Artica.

Le sue principali caratteristiche sono il corpo a forma di botte e una testa molto grande, mentre il colore è scuro ma ciò che più stupisce è che una balena della Groenlandia adulta pesa dai 75.000 ai 100.000kg.

La sua dieta è a base di zooplancton, di crostacei come euphausiidi e copepodi e di organismi epibentici (mysidi e anfipodi gammariidi).

Potrebbe interessarti anche: Animali più voraci al mondo: specie temute ed imprevedibili

Squalo della Groenlandia (400 anni)

Lo Squalo della Groenlandia è il vertebrato più longevo in assoluto, dato che può raggiungere i 400 anni di età.

squalo della groenlandia
(Foto AdobeStock)

Lo Squalo della Groenlandia, chiamato anche squalo norvegese, è un gigantesco animale marino e il vertebrato più longevo mai conosciuto.

Può raggiungere i 7 metri ed un peso che arriva fino a 1.025kg. Vive principalmente nelle fredde acque dell’Oceano Artico e del Nord Atlantico, dalla Baia di Baffin al Mare di Barents.

Si nutre di diversi tipi di pesci, tra cui anguille, passeri (pesci piatti che vivono sul fondo degli oceani) e sculpin ma non disdegna anche crostacei, foche, uccelli marini e carogne di animali.

Carpa Koi (226 anni)

La Carpa Koi per quanto particolarmente apprezzata per la sua bellezza e la sua resistenza, è anche particolarmente longeva con i suoi 226 anni di vita.

carpa koi longevità
(Foto Flickr)

La Carpa Koi o carpa giapponese, è la varietà ornamentale addomesticata della carpa comune (Cyprinus carpio).

Lo scopo dell’allevamento di questa carpa, in stagni all’aperto e laghetti da giardino, è puramente decorativo.

Questo pesce può raggiungere fino ad un metro di lunghezza ed è possibile vederla nei colori di bianco, nero, rosso, giallo, blu e color crema.

Si tratta di un pesce onnivoro, l’alimentazione include tra l’altro piselli, lattuga e anguria.

Una caratteristica di questa carpa è la memoria, come infatti è in grado di ricordare le persone che la nutrono e il luogo dove solitamente riceve il cibo.

Potrebbe interessarti anche: Animali più solitari al mondo: quali sono quelli che non amano la compagnia

Tartaruga delle Galapagos (177 anni)

Esistono alcune specie di tartarughe in grado di superare i 100 anni di età. È proprio il caso della Tartaruga delle Galapagos che arriva a 177 circa.

tartaruga delle galapagos
(Foto AdobeStock)

La Tartaruga delle Galapagos è la tartaruga terrestre più grande al mondo, con una lunghezza del carapace che si aggira attorno ai 150 centimetri ed un peso che può raggiungere i 300 kg.

Si nutre essenzialmente di erbe, foglie, frutti, compresi gli spinosi cactus.

I liquidi sono assunti in gran parte con il cibo. Ad ogni modo, una testuggine gigante può stare per lunghi periodi, addirittura più di un anno, senza bere

Le testuggini delle Galapagos sono suddivise in 7 specie che risiedono sparse tra 6 delle 14 isole dell’omonimo arcipelago che viene appunto chiamato “Galapago” che in spagnolo sta per Tartaruga.

Nonostante la rigorosa protezione di cui attualmente godono, il bracconaggio, purtroppo, continua anche al giorno d’oggi.

Tuatara (110 anni)

Assomiglia ad una lucertola, ma non lo è. La durata della vita media è di circa 60/70 anni ma può arrivare tranquillamente a 110 anni.

tuatara
(Foto AdobeStock)

Il Tuatara, il cui nome scientifico è Sphenodon punctatus, appartiene all’ordine dei rincocefali, un gruppo di rettili comparso 200 milioni di anni fa.

Attualmente è l’unica specie vivente ed è il rettile più antico del mondo. Anni fa era possibile vederlo in tutta la Nuova Zelanda, mentre oggi vive soltanto in alcune isolette dell’arcipelago.

Misura circa 50-60 cm e pesa fino a un chilo, appare di colore verde oliva a macchie giallastre ed ha una cresta di spine erettili dal capo alla coda.

Si tratta di un animale notturno, di conseguenza di giorno si nasconde nella sua tana. La sua dieta è basata su insetti, a volte anche di uova e piccoli animali.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.