Home Video Muore investito da un’automobile: il cane resta al suo fianco

Muore investito da un’automobile: il cane resta al suo fianco

CONDIVIDI

Siamo a Shoaguan, nella provincia del Guangdong, in Cina, dove a fine novembre scorso, un senzatetto è stato investito da un’automobile, perdendo la vita nel tragico incidente, avvenuto su una strada statale molto trafficata. Le immagini di quanto accaduto, riprese con i cellulari, hanno fatto il giro del mondo e hanno commosso milioni di persone. A fianco del corpo dell’uomo era rimasto il suo cane, un meticcio di taglia medio piccola, che non si allontanato da quello che probabilmente era il suo padrone.

In sottofondo si sentono i commenti dei testimoni, rimasti colpiti dalla fedeltà dell’animale: “È un peccato e un cuore che spezza il cuore”.

Sul posto, le autorità hanno accertato la morte sul colpo dell’uomo. Un anziano, senza fissa dimora, rimasto ucciso mentre stava cercando di attraversare la strada. Secondo quanto ha riportato la testata britannica Daily mail, la polizia locale ha subito avviato un’indagine per ricostruire la dinamica dei fatti.  Durante il sopralluogo delle autorità, l’animale non si è mai allontanato dal corpo del padrone.

Immagini commuoventi che ci ricordano la fedeltà di questi straordinari compagni a 4zampe. A fine anno, a Grosseto, un cane ha vegliato per diversi giorni il corpo della padrona morta in casa. L’animale era disposto a lasciarsi morire pur di restare al suo fianco. Storie che confermano ancora una volta, i sentimenti che i cani hanno per le persone. Esseri senzienti, troppe volte traditi dalle stesse persone che amano.

Di questo dolce meticcio, protagonista del video, non si hanno notizie. Nessuno ha idea di che fine abbia fatto. Resta la sensazione di tristezza e di amarezza pensando al destino crudele che lo ha portato a separarsi dal padrone. Possiamo solo immagine il dolore, la profonda solitudine, il senso di smarrimento di questo esemplare. Immagini che ci portano a riflettere e che sicuramente dovrebbero insegnare a rispettare maggiormente queste tenere creature che non chiedono altro che donare affetto.

C.D.