Home Non solo Cani e Gatti Animali che fanno le fusa, quali? Non sono solo i gatti a...

Animali che fanno le fusa, quali? Non sono solo i gatti a farle

Ci sembrerà strano ma alcuni comportamenti non sono una caratteristica solo dei gatti. Ci sono altri animali che fanno le fusa, quali?

Ghepardo
(Foto da Pixabay)

Se ci soffermassimo a pensare arriveremmo alla conclusione che molti animali usano le fusa per comunicarci un qualcosa. Siamo abituati ad accostarle al gatto, forse perché già da piccoli abbiamo imparato a capire un po’ il nostro Micio. Ma anche altri animali fanno le fusa ed è curioso sapere quali ed imparare a conoscerli.

Perché gli animali fanno le fusa?

Senza dubbio il tipico rumore delle fusa è caratteristico dei felini: chi ha in casa un gatto lo sa bene, è un misto tra un rumore ed un borbottio che il Micio è capace di fare per ore.

Lince
(Foto da Pixabay)

In realtà il gatto è l’unico che per la sua conformazione anatomica è in grado di fare le fusa a pieno e per tutto il corso della sua età: in una mistura di movimenti di trachea, laringe, diaframma ed epiglottide è in grado di far uscire dalla bocca, ma anche a bocca chiusa, un suono particolare.

Tale suono non ha per il gatto sempre lo stesso significato: alla nascita il gattino lo usa per comunicare con la mamma che, a sua volta, ne fa un’arma di educazione durante la crescita.

Non è facile né ancora chiaro nemmeno ai ricercatori quale possa essere il motivo per cui un animale di punto in bianco inizia a fare le fusa, ma di certo è un segnale attraverso cui vuole comunicarci un qualcosa.

Non sempre un gatto che fa le fusa automaticamente significa che voglia coccole, così come non è detto che sia felice. A volte può essere un segnale di un suo stato di malessere e per noi non è facile distinguerlo.

Ogni animale utilizza il proprio linguaggio del corpo per interagire coi simili e con gli umani e molti emettono dei rumori tali da risultare delle fusa: ovviamente quelle che sentiamo dal gatto sono solo del gatto, ma anche altri animali le fanno.

Possiamo distinguere significati diversi delle fusa in base all’animale che le fa:

  • Il coniglio: interagisce con noi anche attraverso l’emissione di alcuni suoni. Per comunicarci la sua felicità e voglia di essere coccolato si avvicina, distende la schiena per essere accarezzato e nel frattempo batte la zampa a terra emettendo dei suoni: queste sono le sue fusa, spesso accompagnate dal battere dei denti.
  • Il procione: in alcuni paesi è legale adottarne uno; oltre alla sua indole selvatica fa ben sentire la sua presenza perché le sue fusa sono veri e propri gorgheggi musicali.
  • Puma, lince, ghepardo: a differenza del gatto domestico, loro stretto parente, questi animali possono fare le fusa soltanto a bocca aperta durante la fare di espirazione. Nel loro linguaggio comunicano in questo modo sia un avvertimento velato alla preda che un attacco, sia una gioia che un godimento sessuale.
  • Il gorilla: chi non ha notato allo zoo il gorilla che ad un certo punto ci fissa, emette un suono profondo e poi si allontana leggermente? È il suo modo di fare le fusa, non di certo stridule ed ammalianti come quelle di un gatto, ma come suono tipicamente di gola. In quel momento ci sta avvertendo che quello è il suo spazio, il suo territorio i cui confini non vanno valicati.
  • La volpe: non è un felide ma un canide; tuttavia è in grado di emettere suoni caratteristici sia durante la fase dell’accoppiamento sia per difendere i cuccioli o la preda appena cacciata.
  • Il porcellino d’india: pur essendo un roditore fa le fusa sia se avverte paura sia se è felice o in pieno relax.
  • L’orso: senza dubbio la sua imponenza rende difficile avvicinarsi per coccolarlo. Tuttavia specialmente per gli orsi portati in salvo fare le fusa testimonia un senso di gratitudine; le fusa fatte quando l’orso è in fase di attacco sarebbero ben diverse sia in frequenza che in intensità.

Possiamo dire che le fusa non vanno intese solo come intendiamo quelle del nostro gatto. È semplicemente uno strumento di comunicazione che quasi tutti hanno ma che solo in alcuni è più sviluppato.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul gorilla: la più grande scimmia simile all’uomo

Da tener presente

Qualora volessimo capire di più del modo di vivere di un animale basterebbe soffermarci ad osservarlo.

 procione
(Foto da Pixabay)

Nel suo essere tendenzialmente ruffiano il gatto fa le fusa non solo se ha fame ma anche per fare breccia nel nostro cuore ed avere così ciò a cui mira.

Bisogna sapere, però, che il gatto è diventato domestico non da tantissimo tempo e quindi porta insita la sua indole felina: tutto ciò che può usare come arma per cacciare o comandare lo usa, fusa comprese.

A chi non è mai capitato di fermarsi a guardare il comportamento di cane e gatti in casa? Sembra che il gatto comandi a bacchetta il cane anche facendogli le fusa: sono ben diverse da quelle che fa a noi quando viene in cucina ad elemosinarci un boccone.

È bene che se il nostro coniglietto si sente felice e vuole sbattere i denti non ci preoccupiamo pensando sia un problema neurologico: è nella loro natura dimostrarci il loro affetto in questo modo.

Di certo è più difficile osservare da vicino un animale feroce mentre fa le fusa, magari è più facile aver studiato il suo comportamento da un documentario: un puma, nella maggior parte delle volte, fa le fusa per avvertire la preda ma, nello stesso momento in cui lo fa l’ha già raggiunta.

Per animali che hanno sempre vissuto allo stato libero in spazi immensi vige la legge del più forte, dell’istinto verso la sopravvivenza: è un qualcosa che viene inculcato già da piccoli, mamma puma prima di redarguire i cuccioli fisicamente li avverte con le fusa.

Potrebbe interessarti anche: Orso bruno: curiosità e miti da sfatare su questo fantastico animale

È la bellezza della natura nella sua particolarità: l’uomo ha cercato d’imparare tanto dal mondo animale ma molti altri insegnamenti dovrà assorbire, per poter evolversi sì ma senza mutare la sua essenza.

S.A.