Home Non solo Cani e Gatti Gli animali e la primavera: i 5 rischi stagionali più pericolosi

Gli animali e la primavera: i 5 rischi stagionali più pericolosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 22:02
CONDIVIDI

Quando arriva la bella stagione si presentano anche tanti rischi per la salute dei nostri animali. Ecco quali sono e come affrontare al meglio la primavera.

Gatto passeggia in un prato fiorito

L’arrivo della primavera invoglia ad uscire, a fare lunghe passeggiate e a godersi il primo caldo sole della stagione. Anche per i nostri animali arriva finalmente la stagione più piacevole dell’anno, quando il sole riscalda le giornate ma non si soffre ancora il caldo torrido dell’estate. Uscire insieme sarà molto più piacevole sia per l’animale che per il suo padrone perché le giornate si allungano ed è più piacevole stare all’aria aperta dopo un inverno chiusi in casa. Ma ci sono dei rischi stagionali che non devono essere assolutamente sottovalutati! Ecco quali sono e come evitare il pericolo di allergie e malattie.

I rischi della primavera

L’inizio della bella stagione può portare a umani e animali fastidiose allergie, oppure farci fare i conti con la pigrizia dell’inverno e il possibile aumento di peso. Insomma ci si deve rimettere in forma e la primavera sembra proprio la stagione migliore per farlo. Ecco quali sono i principali rischi da evitare.

Le insidie dei parassiti

Cosa fare se il gatto si gratta troppo spesso?

Per quanto il rischio di contrarre malattie e infezioni sia alto anche d’inverno, in primavera esso aumenta poiché il primo caldo favorisce lo sviluppo di nuove larve. Pidocchi, zecche e pulci potrebbero facilmente insidiarsi tra i peli del nostro cane e provocare delle pericolose infezioni da curare con tempo e pazienza.

Pulci

Una volta sul manto del nostro animale, le pulci iniziano a nutrirsi del loro sangue e a rilasciare le uova da cui usciranno le larve. Da sottolineare che le uova possono depositarsi anche sul suolo, sul terreno o nei luoghi dove il nostro animale è solito riposare (il luogo favorito è sicuramente la cuccia). Quindi è importante controllare e prendersi cura del pelo del nostro animale.

Zecche

Esse si depositano maggiormente su erba alta e foglie, e approfittano del passaggio del nostro amico per aggrapparsi al suo pelo e raggiungere la carne. Sono anch’esse insetti ematofagi  e sono in grado di trasmettere malattie molto pericolose quali Piroplasmosi e Emobartonellosi nel gatto.

Pidocchi

Sebbene sembrino meno dannosi degli insetti elencati in precedenza, anche i pidocchi possono portare fastidiose infezioni. I pidocchi possono ‘trasferirsi’ tra un cane sano a contatto con uno infetto, oppure quando il cane entra in contatto con luoghi o tessuti infestati.

Leishmania infantum

Una delle malattie più temute è di sicuro la Leishmaniosi, causata dal flebotomo. Anch’esso si nutre del sangue del nostro animale e la malattia che si sviluppa può avere anche conseguenze fatali.

Come evitare di correre rischi inutili

Il pericolo di malattie è sempre dietro l’angolo, ma ci sono pochi e semplici accorgimenti da adottare per limitare il più possibile il pericolo di infezioni.

Non dormire all’aperto

Soprattutto nei periodi di massima diffusione dei parassiti, ovvero dal mese di maggio ad ottobre è sempre meglio ‘vietare’ al cane di stare fuori durante la notte: la casa è sempre il luogo più sicuro.

Zanzariere alle finestre

Le zanzare dovrebbero trovare un ostacolo alla loro libera entrata in casa. L’uso di teli anti-zanzare può davvero limitare i danni e i rischio per umani e animali di essere attaccati. E’ preferibile scegliere dei teli a trama fitta così da rendere davvero impossibile oltrepassarli.

Uso di repellenti e accessori

In commercio esiste una grandissima varietà di accessori e collari antipulci, utili anche a prevenire malattia importanti come la Leishmaniosi. Anche gli spray hanno un effetto efficace se applicati preventivamente.

Massima igiene

La cura e la pulizia dei luoghi dove il cane è solito rilassarsi e vivere è un aspetto fondamentale per la sua salute. E di certo può avere benefici anche per noi stessi, in quanto diverse infezioni e malattie, dette zoonosi, possono essere facilmente trasmissibili da animale a uomo.

LEGGI ANCHE: Primavera: gli insetti più pericolosi per i nostri cani

Richiedere troppo al nostro cane

Il nostro Pet potrebbe non essere ancora fisicamente pronto ad affrontare la bella stagione: le conseguenze del poco movimento fatto in inverno potrebbero iniziare a farsi sentire.

Sforzi eccessivi

Se uscire d’inverno risulta più pesante e le passeggiate e le corse con la pioggia e il freddo sono state meno frequenti, è importante riprendere gradualmente l’allenamento quotidiano. Non pretendiamo troppo dai nostri Pet: se noi ci siamo tenuti in forma in palestra durante l’inverno, magari le loro corse sono state limitate anche per colpa nostra. Iniziamo con brevi passeggiate, senza richiedere sforzi eccessivi al nostro animale: pian piano recupererà la sua forma fisica migliore e tornerà sano e forte come prima.

Uno sguardo all’alimentazione

Con l’arrivo della nuova stagione arriva anche il periodo pasquale, ma c’è una cosa che rappresenta un vero e proprio veleno per i nostri Pet, ovvero il cioccolato. Difficile non lasciare per casa un uovo di Pasqua in questo periodo, ma facciamo attenzione a non lasciarli incustoditi. I nostri animali domestici sono terribilmente attirati dal cioccolato, ma purtroppo per loro, esso rappresenta un vero pericolo a causa della teobromina contenuta nel cacao. Ad esempio se un cane ingerisce troppo cioccolato potrebbe andare incontro a nausea, vomito, convulsioni e addirittura morte per intossicazione.

Pulizie di primavera

Attenzione ai detergenti per la pulizia della casa

I detersivi che abitualmente utilizziamo per le pulizie domestiche possono essere tossici per la salute dei nostri animali. E’ sempre consigliabile conservare i flaconi in spazi difficilmente raggiungibili da bambini e animali, e soprattutto far arieggiare le stanze dopo aver pulito. In commercio esistono oggi numerose varietà di prodotti biologici, più attenti alla natura e di certo meno dannosi per la salute del nostro animale domestico.

Un po’ di giardinaggio

Attenzione alle piante tossiche e ai pollini

Piante velenose e allergie

Talvolta delle piante bellissime e profumatissime possono nascondere le insidie peggiori. Parliamo di azalee, oleandri e rododendri: inalarne il profumo o, peggio, ingerirle potrebbero avere un effetto tossico sul nostro animale. Quindi sempre meglio farne a meno o tenerle alla lontana. Anche i pollini e le piante possono essere fonte di fastidi per i nostri Pet. Esattamente come gli umani gli animali possono soffrire di allergie molto fastidiose: meglio evitare dunque il contatto diretto con gli agenti scatenanti questo tipo di malanno.

Dopo ogni passeggiata ma anche in casa, è buona norma fare attenzione agli atteggiamenti del nostro animale: se lo vediamo grattarsi, scuotere la testa o manifestare chiari segnali di fastidi controlliamogli le parti più sensibili come il dorso, l’addome e l’interno delle zampe. Successivamente è consigliabile consultare il parere del veterinario e prenotare una visita immediata. La primavera è alle porte ma niente paura: con questi piccoli accorgimenti sarà tutta da godere!

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI