Home Non solo Cani e Gatti Colpo di calore nel cane della prateria: sintomi e trattamento

Colpo di calore nel cane della prateria: sintomi e trattamento

Colpo di calore nel cane della prateria, un’emergenza veterinaria che si può verificare nel tuo roditore domestico. Vediamo come riconoscerla.

cane della prateria
(Foto AdobeStock)

Non lasciamoci trarre in inganno dal nome, si tratta di un piccolo roditore che prende questo nome da quella specie di ululato che emette per avvisare i suoi simili di un eventuale pericolo, ma non ha null’altro a che vedere con i cani.

Al giorno d’oggi non è raro vedere nelle famiglie italiane e di tutto il mondo, animali diversi da quelli che siamo abituati a vedere come animali domestici.

Come infatti, è possibile che in tanti abbiano scelto di adottare dei piccoli roditori e tra questi figurano anche i cani della prateria.

Per questo motivo se si decide di accogliere in casa questa specie di roditore è fondamentale essere a conoscenza delle sue esigenze e soprattutto delle eventuali problematiche e malattie.

Ecco perché in questo articolo andremo a far luce su come poter individuare e come poter curare il colpo di calore nel cane della prateria.

I sintomi del colpo di calore nel cane della prateria

Se la gabbia del cane della prateria viene messa all’aperto deve essere riparata dall’esposizione diretta al sole, in quanto molto facilmente il cane della prateria potrebbe essere soggetto a un colpo di calore, che lo potrebbe portare alla morte in pochi minuti.

Prima di giungere alla morte è facile poter individuare altri sintomi quali:

  • irrequietezza;
  • guaiti;
  • bava schiumosa dalla bocca;
  • respiro affannoso;
  • aumenta anche la frequenza cardiaca;
  • vomito e diarrea;
  • crisi convulsive;
  • tremori;
  • mancanza di coordinazione.
  • letargia e apatia.
  • morte.

Trattamento

Davanti ai segnali precedentemente elencanti è facile poter stabilire una diagnosi di colpo di sole nel cane della prateria.

cane della prateria
(Foto AdobeStock)

A questo punto non ci resta che lasciare intervenire il veterinario quanto prima per poter salvare il cane della prateria.

Il veterinario procederà con l’inumidire il corpo o le orecchie con acqua fredda (ma non troppo!).

Nel caso in cui i parametri vitali del tuo cane della prateria non fossero ancora tornati nei valori normali, poi, sarà assolutamente opportuno sottoporlo a cure mediche intensive. Il veterinario potrà intervenire con farmaci e infusioni.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane della prateria non mangia? Le cause e i rimedi

Consigli per evitare il colpo di sole nel cane della prateria

Gli esperti per evitare il colpo di calore nel cane della prateria suggeriscono una temperatura ideale della stanza in cui viene poggiata la gabbia del roditore di 20-22°C, con un’umidità del 30-70%.

Occorre evitare temperature troppo alte, contro le quali non hanno difese. Evitate di collocare la gabbia vicino a una finestra da cui può entrare la luce solare che può surriscaldare la gabbia stessa.

Lascia sempre a disposizione dell’acqua fresca. Un piccolo trucco per mantenerla fresca è quello di immergervi qualche cubetto di ghiaccio.

Tenere abbassate le tapparelle di casa e chiudi le tende durante le ore più calde della giornata.

Molto utile l’utilizzo dell’impianto di condizionamento in casa, purché la temperatura della stanza sia mantenuta su valori adeguati e si eviti il getto d’aria diretto sull’animale

Infine non uscire con a passeggio con il cane della prateria nelle ore più calde e soprattutto, non lasciarlo chiuso in auto, neppure per pochi minuti.

Queste sono le regole di base, fondamentali che valgono per tutti gli animali domestici.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta