Home Non solo Cani e Gatti Il coniglio può mangiare il pomodoro? Rischi e benefici di questo alimento

Il coniglio può mangiare il pomodoro? Rischi e benefici di questo alimento

Ci sono cibi consentiti e cibi non consentiti per il nostro coniglio. Ma Bunny può mangiare il pomodoro o è rischioso per lui?

Coniglio
(Foto da Pixabay)

Sappiamo che l’alimentazione del coniglio si basa prevalentemente sul consumo di fieno fresco e di alta qualità. Tuttavia per una piccola percentuale può mangiare anche frutta e verdura. Non tutte sono adatte per il suo metabolismo ed a volte, per la convinzione di non sentirsi in colpa nel dovergli dire di no, potremmo fargli assaggiare un alimento non idoneo per lui. Il coniglio può mangiare il pomodoro o è rischioso per Bunny?

Il pomodoro è adatto al coniglio?

Il pomodoro è il re della nostra dieta mediterranea, come potremmo fare a meno della pizza margherita o di un piatto di carne alla pizzaiola? Non a caso significa “mela d’oro”. Questo, però, vale per noi ma per i conigli?

Pomodoro per conigli
(Foto da Pixabay)

La pianta del pomodoro fa parte della famiglia delle Solanacee, di cui fanno parte anche melanzane, patate, peperoni e piante come la Belladonna. Ne consegue che al suo interno vi è la solanina, una sostanza da evitare.

Questo alcaloide, infatti, si trova nella parte verde del pomodoro e causa nel coniglio i segni di un’intossicazione: siccome va ad agire a livello intestinale l’animale avrà diarrea, vomito, contrazioni muscolari involontarie fino alle convulsioni. Ma per poter rischiare la vita il coniglio ne dovrebbe mangiare un’enorme quantità.

Tuttavia, oltre alla solanina, bisogna tener presente che il pomodoro contiene una grande quantità di istamina e dunque è un alimento allergizzante: potrebbe causare al coniglio reazioni allergiche.

Anche nel caso in cui il nostro Bunny soffrisse di problemi digestivi il pomodoro andrebbe tolto dalla sua alimentazione perché aggraverebbe il fastidio alla mucosa già infiammata.

Senza dubbio sono molte le proprietà nutrizionali di questa verdura:

  • Alto contenuto di vitamine del gruppo B: favoriscono l’ossigenazione cellulare ma molte vengono degradate dal calore e per questo il pomodoro andrebbe mangiato crudo.
  • Alto contenuto di vitamina C e vitamina E: la vitamina C stimola il processo della produzione degli eritrociti, rinforza le difese immunitarie e collabora con la vitamina E per la lotta ai radicali liberi.
  • Alto contenuto di carotenoidi ed antiossidanti: in primis il licopene che, resistente alla cottura, pur non causando produzione di vitamina A è stato dimostrato essere fondamentale nella prevenzione alle malattie cardiocircolatorie; inoltre previene la formazione di placche aterosclerotiche mantenendo basso il colesterolo cattivo.
  • Fonte di grande quantità di betacarotene e dunque vitamina A.
  • Ha una funzione protettiva per l’apparato urinario: per la grande presenza di acqua al suo interno è in grado di diluire le urine ed aiutare l’organismo ad eliminare scarti e tossine.
  • Aiuta la digestione: le fibre presenti nella verdura sono in grado di assorbire acqua a livello intestinale; facilitano così la contrazione della muscolatura dell’intestino che permette di contrastare gli stati di stipsi.
  • Ha capacità dissetanti e rinfrescanti.
  • Per la presenza di potassio contribuisce a contrastare l’ipertensione arteriosa ed il fastidio dato da crampi e debolezza ai muscoli.

Facendo attenzione che siano ben maturi, e meglio se privi di semi, potremmo ogni tanto dare dei pomodorini al nostro coniglio: ovviamente se fosse abituato esclusivamente a cibarsi con alimenti secchi andrebbe inserito cibo fresco gradualmente.

Potrebbe interessarti anche: Il coniglio deve mangiare il fieno: benefici e problemi

Consigli utili

Il coniglio, così come ogni animale, ha un suo metabolismo e delle esigenze alimentari specifiche: non può mangiare ogni cosa né tanto meno quello che mangiamo noi.

Coniglio con ciotola
(Foto da Pexels)

Esiste una piramide alimentare da rispettare per poter stabilire una dieta corretta per il nostro Bunny: alcune verdure possono essere inserite nell’alimentazione del coniglio  mentre altre assolutamente no.

Fatto sta cha alla base della piramide vi è sempre fieno fresco e di ottima qualità: frutta e verdura sono indicate ma in piccola percentuale, facendo molta attenzione a non accorpare nello stesso pasto verdure che abbiano tutte un eccessivo contenuto di zuccheri.

I pomodori sono tra quelle verdure che contengono molto amido ed è anche per questo motivo che non bisogna che Bunny ne abusi: non trae nessun beneficio assumendo zuccheri anzi, si rischierebbe che il coniglio stia male per un’enterite causata da troppi batteri cattivi nella flora intestinale.

Si sa che il punto debole del coniglio è il suo apparato urinario: quando scegliamo gli alimenti da dargli dobbiamo fare attenzione che non abbiano troppo contenuto di calcio, come il tarassaco o l’erba medica.

La frutta zuccherina è da evitare anche per il semplice fatto che indurrebbe obesità nel coniglio: un conto è darne un pezzettino anche come premio quando si comporta bene ed un conto sarebbe inserirla costantemente nella sua dieta.

Potrebbe interessarti anche: Cosa può mangiare e cosa non può mangiare il coniglio

L’importante è che, volendo cambiare tipo di alimentazione, l’animale sia messo nelle condizioni di potersi abituare gradualmente: questo permette a tutto il suo organismo di adattarsi a nuovi processi metabolici, evitando condizioni di diarrea nel coniglio.

Bisogna sempre e comunque contattare il veterinario qualora avessimo anche solo un dubbio per la sua nutrizione, soprattutto se il nostro Bunny fosse un cucciolo o se avesse già problemi di salute in atto.

S. A.