Home Non solo Cani e Gatti Fattori che influenzano la longevità del coniglio: dall’ambiente alla genetica

Fattori che influenzano la longevità del coniglio: dall’ambiente alla genetica

I fattori che influenzano la longevità del coniglio: tutti gli elementi e le condizioni che possono far vivere più a lungo il coniglietto.

coniglio anziano
Fattori che influenzano la longevità nel coniglio. (Foto AdobeStock- Amoreaquattrozampe.it)

Il coniglio, negli ultimi anni, si è fatto largo tra gli animali domestici più apprezzati e amati, sia da grandi che da piccini.

Per quanto impegnativo guadagnarsi la fiducia di questa sensibile creatura, ne varrà comunque la pena, poiché è estremamente intelligente, socievole e affettuoso.

Un ottimo compagno di giochi e un buon animale da compagnia che vorremo vivesse quanto più a lungo possibile.

In questo articolo, vi andremo a rivelare quali i fattori che influenzano la longevità del coniglio.

In questo modo, potrete apprendere come fare del vostro meglio per farlo vivere più a lungo.

Fattori che influenzano la longevità del coniglio

Negli ultimi tempi, c’è stato l’allungamento della vita nei conigli domestici, in quanto sono passati da 5-6 anni di vita, a 9-10 anni e alcuni addirittura ai 12-13 anni.

coniglio
Coniglio tra le braccia dei proprietari.(Foto AdobeStock – Amoreaquattrozampe.it)

Senza dubbio, ciò si è ottenuto grazie al progresso e al miglioramento delle conoscenze relative alla vita e al benessere di questo animale.

Nello specifico, quindi, quali sono i fattori che influenzano la longevità del coniglio?

Ecco quali sono i punti che influiscono sulla durata di vita del coniglio:

  • alimentazione;
  • ambiente;
  • misure di profilassi;
  • fattori genetici.

Alimentazione

In tutti gli animali e perfino per nell’uomo, la maggior parte dei problemi di salute nascono direttamente o indirettamente, da pecche alimentari.

La dieta di ogni essere vivente ed in questo caso del coniglio deve essere utile a prevenire l’obesità che a sua volta causa malattie ben più serie, come problemi cardiaci, problemi a carico di colonna vertebrale, articolazioni e fegato.

Un’alimentazione adatta al coniglio deve contenere fieno ed erba a volontà, ottima per la dentatura, l’apparato gastroenterico e urinario.

Ambiente

L’ambiente dove vive il coniglio contribuisce in maniera diretta alla sua longevità del coniglio, mentre un habitat non sicuro può causare lesioni e morte del coniglio.

Perciò, nella quotidianità del coniglio non deve mai mancare l’attività fisica, l’interazione con i membri della famiglia, il gioco con un altro coniglio e tutto questo in un ambiente sicuro e stimolante.

Mai lasciare, quindi, il coniglio da solo in giardino, solo in terrazzo, solo con il cane, oppure esposto al sole per tante ore e nemmeno a contatto con fili elettrici da rosicchiare e altri oggetti pericolosi.

Il vostro coniglio deve poter vivere liberamente in una casa ma naturalmente pensata per la sua sicurezza.

Potrebbe interessarti anche: Quanto vive un coniglio: età media, rischi per la salute e come farlo vivere più a lungo

Misure di prevenzione

Come per tutti gli essere viventi la profilassi, per meglio dire le attenzioni per prevenire determinate malattie è essenziale per poter sperare in una lunga vita del vostro coniglietto.

I conigli vanno vaccinati contro MEV e mixomatosi tutta la vita: l’immunità offerta dai vaccini non ha una grande durata.

Durante la vaccinazione, poi, potrete sicuramente approfittare per lasciare che il veterinario controlli lo stato di salute del coniglio.

Inoltre, il coniglio andrebbe sterilizzato a 6-12 mesi di età. Tale processo renderà il coniglio meno aggressivo e sarà utile per prevenire i tumori dell’apparato riproduttivo (a carico dell’utero nelle femmine e dei testicoli nei maschi).

Ricordatevi che il coniglio andrebbe visitato almeno due volte all’anno e dopo i 6-7 anni di età è consigliabile anche eseguire le analisi a cadenza annuale.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 

Fattori genetici

Proprio perché si tratta di fattori genetici, vuol dire che non possono essere modificati.

Tuttavia, prima di scegliere una razza di coniglio, possiamo conoscerne le principali problematiche di salute.

Ad esempio nel caso dei conigli di razza grande/gigante sappiamo che hanno una minor aspettativa di vita e una maggior incidenza di patologie cardiache.

I conigli ariete e nani sono geneticamente predisposti alla malocclusione congenita degli incisivi e a volte dei molariformi.

Mentre, le femmina di qualsiasi razza ma in particolare olandese, focata e argentata, sono predisposte allo sviluppo di tumori uterini (problema prevenibile con la sterilizzazione).

Conclusioni

Questi appena descritti erano i principali fattori che influenzano la longevità del coniglio e se presi in considerazione con la serietà che meritano, di sicuro vivrete il vostro coniglietto per qualche anno in più.

Ricordatevi che un coniglio felice e sereno vive più a lungo, perciò più tempo passate con lui, più lui si sentirà amato, ciò si ripercuoterà sul suo umore e sul suo stato di benessere.