Home Non solo Cani e Gatti Lumaca domestica: caratteristiche, habitat, alimentazione e cura

Lumaca domestica: caratteristiche, habitat, alimentazione e cura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:37
CONDIVIDI

Tra gli animali che abbiamo in casa, conosciamo il gatto, il cane, il coniglio, la cavia, ma la lumaca domestica? Ti abbiamo sorpreso, vero?

lumaca
In cattività, le lumache possono vivere da 3 fino a 15 anni.(Foto Pixabay)

La lumaca domestica è molto piacevole da osservare ed è più semplice prendersene cura rispetto ai classici animali da compagnia, a cui siamo abituati a vedere in casa. In cattività, le lumache possono vivere da 3 fino a 15 anni.

Ecco perché ci è d’obbligo far presente  che prendersene cura di una è un impegno a lungo termine. Se credi di non potertene occupare per così tanto tempo, scegli una specie autoctona (locale) che potrai rilasciare in giardino.

La scelta della lumaca domestica

lumache
La lumaca è considerata tra gli animali protetti la cui raccolta è ben regolamentata,(Foto Pixabay)

In Italia alcune specie sono allevate per uso alimentare e vengono vendute proprio a questo scopo, per ovvie ragioni dovrai fare una ricerca approfondita per capire come procurarti la tua lumaca domestica. La lumaca è considerata tra gli animali protetti la cui raccolta è ben regolamentata, anche la vendita avviene attraverso canali dedicati.

Ecco perché non sarà semplice procurarsi un esemplare al negozio di animali. Ma non demordere in molti casi puoi trovarle nel tuo giardino o nei boschi e questo potrebbe essere il modo più semplice di procurarti la tua lumaca domestica. Attieniti a una sola specie, dato che esemplari di due razze diverse potrebbero avere parassiti o malattie differenti molto pericolosi e scambiarseli reciprocamente.

La lumaca ama essere stimolata socialmente e mentalmente, proprio per questo motivo sarebbe una condizione ottimale procurarle un compagno della stessa specie con cui abbia la possibilità di interagire per essere felice e mantenersi occupata.

Così facendo, sono anche più interessanti da osservare. Fondamentalmente l’impegno in più che viene richiesto per avere cura di due lumache anziché una è uno sforzo minimo, si tratta quindi solo di un piccolo investimento di tempo e denaro e potrai regalare alla tua lumaca domestica un po’ di compagnia.

Habitat della lumaca

lumaca
Ci sono anche gli acquari in vetro, ottimi per tenere in casa le lumache(Foto Pixabay)

Innanzitutto evita i contenitori in legno o cartone perché con l’umidità marciscono. La lumaca potrebbe anche demolire la sua abitazione rosicchiando il cartone, per poi scappare. Ci sono anche gli acquari in vetro, ottimi per tenere in casa le lumache, ma evita modelli pesanti che sono più difficili da pulire e trasportare.

Un’alternativa è il trasportino per piccoli animali (come quello per le tartarughe d’acqua) che è dotato di coperchio, le pareti sono di plastica trasparente e offre molta ventilazione. Potremmo pensare anche ad un contenitore in plastica chiara o trasparente che puoi acquistare in un negozio di bricolage, ha la stessa funzionalità di un acquario, ma ricordati di fare dei fori sul coperchio o sulla parte alta delle pareti, in modo che la lumaca possa respirare.

Ma prima di ogni cosa, lava il contenitore prima di allestire l’habitat per la tua amica lumaca. Usa dell’acqua bollente e un detergente delicato e infine risciacqua la gabbietta con molta acqua corrente, fino all’eliminazione totale di sapone. Devi essere assolutamente certo che ogni residuo di sapone sia eliminato per evitare di avvelenare la lumaca.

Ricopri il fondo della gabbia con 3-5 cm di substrato di tua scelta. Fra i materiali più usati ricordiamo la torba, la fibra di cocco, il terriccio di invaso e l’humus. Cerca dei materiali organici che non marciscono troppo in fretta, come la corteccia delle piante di sughero o i rami di alberi morti. Procurati un substrato sterilizzato senza pesticidi o fertilizzanti, in quanto si tratta di prodotti nocivi per la lumaca.

Spruzza il substrato al mattino e alla sera per mantenerlo umido. Non devi bagnarlo tanto da creare pozze di acqua al suo interno, ma dovrebbe essere umido a sufficienza affinché si appiccichi alle mani. Controlla ogni giorno il substrato per essere sicuro che non si sia seccato. Ricorda che la terra del tuo giardino potrebbe essere trattata con pesticidi o essere invasa dai parassiti, entrambi dannosi per la lumaca.

Evita sabbia, ghiaia, pietre, conchiglie e tutto ciò che è friabile e che impedisce all’animale di nascondersi al di sotto. Evita oggetti duri come le piccole pietre, i mattoni o i pezzi di ceramica; la lumaca potrebbe cadere dalla parete interna del contenitore e, se colpisse una superficie dura, il guscio si spezzerebbe causandole un grave trauma.

Tutte questi oggetti puoi sicuramente trovarli in un negozio per animali o di articoli per il giardinaggio. La temperatura dovrebbe essere compresa fra i 18 e i 30 °C o comunque tendenzialmente simile a quella ambiente.

Se ritieni la tua casa molto fredda durante l’inverno, dovresti acquistare un tappetino riscaldante per conservare il calore e l’umidità nel contenitore della lumaca. Attacca il materassino a una parete del contenitore in modo che ne ricopra i 2/3. In questa maniera, se l’ambiente diventa troppo caldo per il tuo gasteropode, potrà rifugiarsi nella parte fredda.

Alimentazione della lumaca domestica

lumaca che mangia
La lumaca ama un’ampia varietà di alimenti crudi.(Foto Pixabay)

La lumaca ama un’ampia varietà di alimenti crudi come mele, funghi, pomodori, banane, fragole, carote, verdure a foglia verde e molto altro. Alcune lumache addirittura apprezzano anche il cibo secco o umido per cani e gatti, oppure quello per tartarughe. Puoi provare a dargli diversi alimenti per capire cosa è maggiormente di suo gradimento.

Non dare alla lumaca alimenti salati o il sale puro, per lei sarebbe fatale. Per poterla dissetare puoi usufruire di un piattino poco profondo in cui mettere l’acqua: in questo modo la lumaca può bere, usare l’acqua anche come gioco e garantire un buon livello di umidità alla sua casa. Cerca di utilizzare un piattino con le pareti interne piuttosto basse e non riempirlo eccessivamente, per evitare che la lumaca possa affogare.

Fai in modo che ci sia sempre un osso di seppia lavato nel contenitore della tua amica strisciante. Le ossa di seppia sono perfette, economiche, facilmente disponibili presso i negozi di animali, e danno alla lumaca tutto il calcio di cui ha bisogno. I gusci di uova e gli integratori di calcio sono un altro modo per assicurarci che la lumaca assorba calcio nella sua dieta.

Questi invertebrati assorbono il calcio attraverso il proprio corpo, per cui è sufficiente che si siedano sopra un pezzo di osso di seppia e lo spezzino sotto di sé. Ricordati di lavare sempre il cibo prima di darlo alla lumaca. Non trascurare mai questo passaggio, anche se acquisti verdura e frutta da agricolture biologiche.

Come aver cura della lumaca domestica

lumaca
Avere cura della lumaca domestica non è una cosa molto elaborata (Foto Pixabay)

Avere cura della lumaca domestica non è una cosa molto elaborata o impegnativa, una volta al mese, ti tocca pulire il contenitore. Mettendo la lumaca in un habitat temporaneo eliminando così, tutto ciò che si trova nella sua casa. Lava il contenitore con acqua bollente e un sapone delicato.

Risciacqualo con attenzione con abbondante acqua; ricordati che i residui di detergente potrebbero rivelarsi mortali per la lumaca. Elimina ogni rifiuto o cibo marcio che non avevi tolto in precedenza. Pulisci il substrato o sostituiscilo con uno nuovo. Strofina le pareti della gabbia con una spugnetta imbevuta di acqua una volta a settimana per evitare che si sporchi troppo fra una pulizia profonda e l’altra.

Lavati le mani prima e dopo averla toccata, per evitare la trasmissione di malattie. Cerca di imparare come maneggiare correttamente la lumaca, molto delicata come la coccinella. Se si trova su una parete del contenitore, allora spruzza sia la mano che l’animale con dell’acqua. Ricordati di bagnare le mani ogni volta che la tocchi.

Non obbligarla a venire da te, se ti accorgi che non riesci a staccarla dalla parete del contenitore, prova in un secondo momento. Stai attento a non tirare la lumaca per il guscio. Se, malauguratamente, dovessi staccarglielo, l’animaletto morirebbe. Puoi lavarla, non molto spesso con acqua (una volta al mese) per liberarla dai parassiti.

Mettendola in una ciotola poco profonda con acqua a temperatura ambiente, spruzzandole dell’acqua sul corpo, cerca di non sommergerla completamente, altrimenti annegherà, evita del tutto prodotti abrasivi. Non usare mai alcun sapone o detergente per lavare la lumaca, solo acqua. Infine per pulire il guscio, bisogna essere delicati e usare le dita, un panno soffice o uno spazzolino a setole morbide.

Nel suo habitat che gli hai creato, potresti anche trovare le uova e a meno che tu non voglia decine o forse anche centinaia di lumachine neonate, devi rimuovere tutte le uova prima che si schiudano. Le uova sono rotonde e bianche in alcuni casi anche trasparenti.

Hanno bisogno di due settimane per schiudersi, quindi controlla ogni settimana il substrato. Distruggile mettendole in un sacchetto e riponendole nel congelatore, come con le cavallette, ma verifica che siano del tutto congelate prima di gettarle.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI