Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Fagiano Codagialla: specie rara ornamentale di volatile da cortile

Fagiano Codagialla: specie rara ornamentale di volatile da cortile

Il fagiano Codagialla rientra tra gli animali ornamentali da cortile e da giardino, più richiesti per le sue spettacolari caratteristiche.

fagiani
(Foto AdobeStock)

Il fagiano Codagialla è un fagiano abbastanza raro, sia in natura che in cattività.

Proprio per questo motivo sono in tanti ad essere attratti da queste specie.

La sua presenza ornamentale e la sua rarità, arricchisce, giardini e cortili di tutto il mondo.

Ecco perché, in questo articolo, vi descriveremo questo esemplare molto apprezzato fra tutti quelli della sua specie.

Caratteristiche del fagiano Codagialla

Il fagiano Codagialla è conosciuto anche come ”fagiano occhi rossi” o “fagiano malese senza cresta”.

fagiano codagialla
(Foto ScreenYouTube)

Il maschio misura 47-50 cm di lunghezza (di cui 15-18 costituiti dalla sola coda) per 1043-1194 g di peso; la femmina 42-44 cm (di cui 14-16 di coda) per circa 837 g.

Per quanto riguarda il piumaggio, il maschio ha una maschera scarlatta sul viso, il corpo ricoperto da piume nero marmorizzato e argento, con tinte color porpora e groppone rosso-giallo scuro.

La coda invece è color ocra. La femmina a differenza del maschio presenta piumaggio e coda nero-bluastro uniforme.

Il massimo dello splendore del piumaggio di questi uccelli si verifica alla fine del primo anno. Mentre, diventano maturi per riprodursi, solo dal secondo anno di vita.

Durante il periodo degli amori, il maschio corteggia la femmina gonfiando le caruncole facciali ed aprendo la coda come un ventaglio.

Dopodiché avvenuto l’accoppiamento la femmina depone generalmente 2 volte 4\6 uova per covata. Il periodo della riproduzione è aprile\maggio e la cova dura 24 giorni.

L’ allevamento di questa specie è ancora poco praticato a causa del tipo di dieta piuttosto difficile.

Origine e habitat

Il fagiano Codagialla è diffuso nei boschi dell’isola di Sumatra, della Malesia e del Borneo.

Questo fagiano, non tollera il clima freddo e gli sbalzi di temperatura, vive principalmente in habitat costituiti da foreste primarie situate a bassa altitudine e da settori di foresta pluviale a bassa attività umana.

Per la maggior parte del tempo vive in coppia, ma sono stati avvistati anche gruppi di 5 o 6 esemplari.

Alimentazione del fagiano Codagialla

L’alimentazione del fagiano Codagialla deve esser composta da una miscela ricca di proteine ed integrata con frutta e vegetali e insetti.

Le termiti costituiscono l’alimento più comunemente ingerito da questo uccello.

Il modo di alimentarsi è tipico dei polli, ovvero consiste nel grattare tutto il giorno il suolo della foresta.

Potrebbe interessarti anche:Fagiano Nobile: specie rara ornamentale da cortile e giardino

Malattie dei fagiani

Il fagiano, come del resto tutti gli uccelli, può essere vittima di patologie specifiche che in taluni casi possono esser prevenute con le opportune vaccinazioni e attenzioni.

Le principali malattie dei fagiani sono:

  • Virus;
  • batteri;
  • micosi;
  • parassiti;
  • disturbi da carenze alimentari;
  • Pseudopeste;
  • Laringo tracheite;
  • Difterovaiolo;
  • Bronchite infettiva;
  • Malattia di Merek;
  • Coccidiosi;
  • Salmonellosi;
  • Colera;
  • Enterite;
  • Corizza.

Oltre alle patologie sopra descritte ve ne sono altre dovute a parassiti come: vermi, acari, pidocchi e zecche.