Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Il gabbiano: l’uccello di mare che vola sulle nostre coste

Il gabbiano: l’uccello di mare che vola sulle nostre coste

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:13
CONDIVIDI

Il gabbiano uccello marino, molto apprezzato e noto come spazzino delle spiagge. Vediamo quali le sue caratteristiche, l’habitat e l’alimentazione.

gabbiano
Il gabbiano è un tipico uccello di mare, ma che vive anche sulle sponde dei grandi laghi.(Foto Pixabay)

Con l’arrivo dell’estate come non pensare al mare e di conseguenze al gabbiano che sorvolano sull’acqua. Il gabbiano è un tipico uccello di mare, ma che vive anche sulle sponde dei grandi laghi, come quello di Garda.

Anche se oggi questo uccello è visto in malo modo, per via della loro presenza nelle grandi città, non si può dare certo la colpa a lui, purtroppo il colpevole è sempre l’uomo che rende il proprio habitat invivibile con tonnellate di immondizia sparse un po’ ovunque.

Sta di fatto che in passato il gabbiano è stato sempre apprezzato soprattutto dai marinai, i quali ritenevano la sua presenza sul sull’albero della nave o sull’acqua, sinonimo di buon tempo in mare, se invece sorvolavano la costa era presagio di tempesta.

Caratteristiche del gabbiano

gabbiano
Il gabbiano. (Foto Pixabay)

Il gabbiano appartiene alla famiglia Laridae, degli uccelli marini dell’ordine dei Caradriiformi. Essendoci più specie, per la precisione circa 47 e le dimensioni variano, ma la struttura fisica rimane la stessa un po’ per tutti. Possiede le gambe corte e un becco giallo, forte, lungo e ad uncino.

La parte centrale superiore della testa ha piume bianche e nere e le altre parti del corpo come il collo, la parte inferiore e la maggior parte della coda sono completamente bianche. Il piumaggio generalmente di colore grigio, bianco o nero ed è molto fitto. E proprio a causa del suo denso piumaggio, non può volare dalle pianure senza l’aiuto del vento.

Per muoversi in acqua invece, questi uccelli usano le zampe palmate e ricoperte da una membrana che agevola il movimento. In merito invece alle dimensioni, queste possono variare come dicevamo in base alla specie e quindi il gabbiano Atlantico pesa 1,75 chili e misura 76 centimetri di altezza, mentre il gabbiano nano pesa circa 120 grammi e misura 29 centimetri.

Il gabbiano è un uccello dotato di una vivace intelligenza che gli ha permesso di adattarsi a ecosistemi diversi e nel tempo ha trovato modo per comunicare con altri individui. È un uccello sociale, vive in gruppo su spiagge o coste e laghi.

Potrebbe  interessarti anche: Gli uccelli più forti: tanto forti da riuscire quasi a fare sollevamento pesi

Habitat e riproduzione

Gabbiano reale nordico
Gabbiano reale nordico (Foto Flickr)

Il gabbiano è un uccello che non ha un posto fisso dove vivere, in quanto percorre distanze molto lunghe alla ricerca di cibo. Questo uccello predilige le coste marine o le coste dei laghi e delle lagune interne, ma si adatta a qualsiasi genere di habitat l’importante che possa trovare abbondanza di cibo.

Spesso è possibile vederlo aggirarsi intorno ai pescherecci alla ricerca di scarti di pesce che i pescatori gettano in mare, ma purtroppo oggi giorno è possibile incontrarli anche nelle grandi città e pure al quanto aggressivi e pronti a rubar cibo ai passanti. Il gabbiano è presente in gran parte del mondo, ad eccezione dei deserti e giungle tropicali, delle isole del Pacifico centrale e di alcune regioni dell’Antartide.

In merito alla riproduzione il gabbiano raggiunge la maturità sessuale intorno ai 2 anni di vita e si accoppiano sempre con lo stesso partner, infatti rientra fra quelle specie di animali monogami. Pur non vivendo tutto l’anno insieme grazie al suono che riproducono riescono a riconoscersi l’un l’altro e inoltre sono aiutati anche dal fatto che nidificano sempre nello stesso posto, ossia pianure di spiagge e sponde del fiume.

La femmina depone dalle 2 alle 3 uova, di colore marrone scuro con macchie e l’incubazione dura circa di 26-28 giorni. Alla schiusa, i pulcini sono ricoperti da una densa lanugine di colore grigio pallido o fulvo con striature, che li mimetizza sullo sfondo del terreno e aiuta a nascondersi dai predatori apriranno gli occhi e cammineranno con le loro zampe.

Il nido sarà sempre sorvegliato da uno dei due genitori fino a una o due settimane. Inizieranno a volare a circa un mese di vita e saranno indipendenti. In natura ha una vita media di circa 15 anni.

Potrebbe  interessarti anche: Le uova di uccello più particolari: le più grandi, piccole, bizzarre e colorate

Alimentazione del gabbiano

Il gabbiano al tavolino Facebook
Il gabbiano al tavolino Facebook

Molti uccelli volano verso climi più caldi, ma alcuni camminano per le città in cerca di cibo. Si adattano facilmente a qualsiasi habitat. Non teme assolutamente le persone, ma anzi si avvicina molto alla ricerca di pesce e pane da farsi donare. Non ha paura nemmeno dei delfini o delle balene ma anzi si aggira intorno a loro per poter trarre profitto da alcune delle loro prede.

È un uccello carnivoro e la sua dieta si basa principalmente sul consumo di diversi animali marini come: pesci, calamari o granchi, roditori, colombe, ma non disdegna anche insetti resti di cibo in decomposizione, verdure e persino carogne. Per catturare le loro prede usano la pesca o l’attacco aereo. Questo uccello trova sempre da mangiare ovunque esso si trovi, in quanto riesce ad adattarsi a qualsiasi habitat.

Potrebbe  interessarti anche: Pesci di mare e pesci di fiume: caratteristiche e differenze

Raffaella Lauretta