Home Curiosita Le uova di uccello più particolari: le più grandi, piccole, bizzarre e...

Le uova di uccello più particolari: le più grandi, piccole, bizzarre e colorate

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:10
CONDIVIDI

Le uova di uccello hanno colori, dimensioni e motivi che variano enormemente tra una specie all’altra, addirittura a volte anche nella stessa specie. Come distinguerle?

nido uccello uova
Un nido d’uccello con le sue uova (Foto Flickr)

Gli uccelli depongono uova molto diverse tra le varie specie: in dimensioni, colori, quantità, motivi. Non solo tra una specie e l’altra, a volte anche individui diversi della stessa specie depongono uova diverse (ci sono addirittura casi in cui uova della stessa madre sono differenti tra loro!). Conoscere le uova, capire perché sono così affascinanti e tanto diverse, è molto interessante.

Potrebbe interessarti anche: Uccelli che cinguettano all’alba: quali sono e perché cantano

Cosa fare se troviamo un uovo abbandonato

uova quaglia nido
Un nido di quaglia con le tipiche uova maculate. (Foto Pexels)

In ogni caso, è bene ricordare che la cura delle uova di uccello non è da prendere alla leggera. Se troviamo un uovo che sembra abbandonato, sarebbe meglio lasciarlo stare dov’è. In molti Paesi è illegale togliere le uova di un uccello dal loro habitat naturale.

In Italia non è legale prendere un uovo, un nido o un pulcino appena nato, se appartenenti a fauna selvatica (tranne in casi specifici). Possiamo incorrere in multe o addirittura in reati più gravi.

Da cosa deriva l’aspetto delle uova di uccello

Chi è nato prima, l'uovo o la gallina?
Uova di gallina: ma perchè le uova hanno questo aspetto? (Foto AdobeStock)

Le uova sono fatte di carbonato di calcio, che è bianco. Il bianco è quindi il colore predefinito per le uova di uccelli, ma molti uccelli depongono uova colorate o decorate. Perché? La risposta si trova spesso nella biologia e nel comportamento dell’animale.

La necessità di mimetizzarsi, ad esempio. Le uova degli uccelli che fanno i nidi devono mimetizzarsi per evitare di essere scoperte e mangiate da parte di potenziali predatori. Di solito sono colorate e “decorate” per adattarsi al luogo in cui vengono deposte. Nei nidi d’albero, invece, di solito le uova sono di colore blu o verde.

I modelli di decorazione sulle uova si sono sviluppati nel corso di eoni, attraverso la selezione naturale: migliore è il camuffamento, maggiore è la probabilità che le uova riescano a sopravvivere, e di conseguenza possano trasmettere i geni per uova ben mimetizzate alla generazione successiva.

Gli ornitologi hanno classificato i motivi di base delle uova di uccello, e hanno dato ad ogni “stile” un nome per distinguerli: schizzate, macchiate, punteggiate, marmorizzate, striate, scarabocchiate, sovrapposte, ricoperte ed avvolte. Gli uccelli le cui uova sono nascoste alla vista (in cavità, tane o nidi profondi) o che siedono continuamente sulle loro uova durante l’incubazione, tendono ad avere uova bianche.

Ma il colore offre anche un’altra forma di protezione: si pensa che funga da protezione solare, proteggendo il feto in via di sviluppo dalla luce UV. L’aggiunta di colore rafforza anche il guscio d’uovo. Gli uccelli carenti di calcio depongono delle uova a guscio sottile, che hanno maggiori probabilità di rompersi.

Gli scienziati hanno scoperto che gli uccelli che depongono più volte in una sola stagione hanno uova più colorate nella seconda deposizione e nelle successive (quando le riserve di calcio della madre sono ridotte). La colorazione modellata è anche più comune nelle aree con terreni carenti di calcio.

Ma come si presentano questi colori? I colori specifici sono incorporati nel guscio nella fase finale dello sviluppo dell’uovo. Il colore blu e verde deriva da un pigmento chiamato biliverdina (che è lo stesso pigmento che provoca lividi verdi nell’uomo). Nella colorazione delle uova, la biliverdina viene dalla bile. Il colore rosso (e marrone) invece proviene dalle protoporfirine, che provengono dal sangue.

Le uova di uccello più particolari

Uova
Uova (Foto Adobe Stock)

Jacana africana (Actophilornis africanus)

jacana uova
Le caratteristiche uova dell’uccello jacana (Foto Flickr)

Questi uccelli marini dalle lunghe zampe costruiscono un nido fragile, che galleggia sull’acqua. Quando l’uccello entra nel nido per incubare le uova, tutto affonda. Fortunatamente, i gusci delle uova di questo uccello sono impermeabili.

Petrel della tempesta dalla coda a forcella (Oceanodroma furcata)

Petrel della tempesta
Petrel della tempesta (Foto Flickr)

Le uova di questo uccello dell’Alaska devono sopravvivere da sole per lunghi tratti quando fa freddo, mentre i loro genitori volano a lunghe distanze alla ricerca di cibo. Incredibilmente, la maggior parte delle uova sopravvive. Hanno un’alta tolleranza al freddo e possono anche ritardare la schiusa se i genitori sono molto lontani.

Uria comune (Uria aalge)

Uria comune Pinterest
Uria comune: il suo uovo (Foto Pinterest)

Nonostante si riproducano in alto sulle scogliere, questi uccelli marini di colore bianco e nero depongono le loro uova direttamente sulle rocce, senza costruire un nido per tenerle in posizione. Sembra un metodo un po’ pericoloso, ma le uova hanno una forma lunga e appuntita che impedisce loro di rotolare giù dalla scogliera.

Inoltre, i gusci delle uova hanno strutture a cono che rendono le uova “autopulenti”. Questo è utile, perché le colonie dell’uria comune sono strettamente imballate in modo che le uova vengano inondate di guano, così come dall’acqua salata dal mare vicino. Quando l’acqua atterra su un uovo, il suo guscio idrorepellente fa sì che l’acqua si raccolga in gocce sferiche. Mentre le gocce rotolano via dall’uovo, lo puliscono.

Fagiano australiano (Leipoa ocellata)

Fagiano australiano
Fagiano australiano (Foto Flickr)

Il fagiano australiano seppellisce le sue uova in un tumulo di terriccio stratificato con sabbia. Ciò mantiene caldo il pulcino in via di sviluppo, che però deve ovviamente anche respirare. Per questa ragione, i gusci d’uovo hanno pori larghi e sono estremamente sottili.

Queste uova sono anche abbastanza grandi, rispetto alle dimensioni dell’uccello, il che consente al pulcino di diventare abbastanza sviluppato. In questo modo, può muoversi e nutrirsi da solo dopo la schiusa, quando i suoi genitori non saranno in giro. Inoltre, le uova hanno un alto contenuto di tuorlo. Questo dura per tutto il loro lungo periodo di incubazione, e aiuta i pulcini a diventare più forti in modo che possano uscire da soli dal nido.

Upupa comune (Upupa epops)

Upupa Flickr
Upupa (Foto Flickr)

Dopo aver costruito il nido in una cavità arborea, l’upupa produce una secrezione marrone puzzolente e vi ricopre le uova. I batteri nella secrezione producono proteine ​​antimicrobiche, che proteggono l’uovo dalle infezioni. Il guscio ha dei piccoli crateri specializzati, per mantenere in posizione la secrezione.

Pettirosso americano (Turdus migratorius)

Pettirosso americano uova
Nido di pettirosso americano (Foto Pinterest)

Il colore blu-verde delle uova di un pettirosso americano può segnalare al maschio che la femmina, e quindi la sua progenie, è sana. I pulcini che emergono da queste uova con tonalità vivaci hanno maggiori probabilità di essere nutriti dai maschi rispetto ai pulcini dalle uova pallide.

Mignattino (Chlidonias niger)

Mignattino Pinterest
Mignattino (Foto Pinterest)

Questo uccello costruisce nidi galleggianti dalla vegetazione umida. Di conseguenza, le sue uova sono esposte a più umidità rispetto a quelle delle sterne nidificanti, i cui nidi sono asciutti. Ciò dovrebbe significare che l’uovo dovrebbe perdere meno acqua, perché la differenza tra i livelli di vapore acqueo dell’uovo e l’ambiente circostante è minore. 

Questo è un problema, dato che per far sì che il pulcino si sviluppi normalmente, l’uovo deve perdere circa il 15% della sua massa in acqua. Quindi il guscio dell’uovo di questo uccello ha molti buchi sulla sua superficie: ha 30 pori in più per centimetro quadrato, rispetto a un uovo di dimensioni simili di una sterna nidificante.

Quaglia del Giappone (Coturnix japonica)

Quaglia giapponese Flickr
Quaglia giapponese: uova e pulcini (Foto Flickr)

Una quaglia del Giappone femmina è selettiva su dove depone le sue uova. Sceglie uno sfondo che corrisponda al colore delle sue uova o al loro motivo, a seconda di quale sia più sorprendente.

Se le sue uova hanno solo uno “schema grafico” debole, la femmina sceglie un sito che corrisponde al loro colore. Ma se hanno uno schema forte, cerca un sito che si fonde con esso e che nasconda il contorno dell’uovo. Ciò significa che la femmina deve conoscere lo schema delle proprie uova.

Tinamo gigante (Tinamus major)

Tinamo gigante nido uova
Tinamo gigante: nido con uova (Foto Pinterest)

Anche se un tinamo gigante è marrone scuro, le sue uova sono lucide e colorate. È strano: è infatti un uccello che nidifica in terra, e normalmente questo tipo di uccelli mimetizzano le loro uova.

Ma le appariscenti uova del tinamo hanno uno scopo. Attirano l’attenzione di altre femmine e segnalano loro di utilizzare lo stesso sito di nidificazione. Più uova vengono ammucchiate tutte insieme, migliori sono le probabilità che un determinato uovo sopravviva, poiché un predatore semplicemente non può mangiarle tutte.

Merlo delle ali rosse (Agelaius phoeniceus)

Se un merlo dalle ali rosse si riproduce in alta quota, le sue uova hanno un’area dei pori più piccola rispetto a quando si riproduce vicino al livello del mare. Ciò garantisce che le uova non si disidratino, il che rappresenta un rischio elevato quando la pressione atmosferica è bassa.

Struzzo comune (Struthio camelus)

uovo struzzo
Struzzo comune: due enormi uova (Foto Flickr)

Gli struzzi depongono le uova più grandi di qualsiasi uccello vivente. Tuttavia, rispetto alle dimensioni dell’uccello sono piuttosto piccole. Le uova di struzzo sono rotonde con gusci spessi, dando loro abbastanza forza per sopportare il peso dell’uccello in incubazione senza essere schiacciate. Anche se vengono deposte a terra, le uova sono bianche. Questo le rende più evidenti per i predatori, ma soprattutto aiuta a mantenerle fresche nel caldo del giorno.

Potrebbe interessarti anche: Allevare le quaglie e le loro uova: come iniziare a curare questi uccelli

Civetta delle nevi (Bubo scandiacus o Nyctea scandiaca)

Civetta delle nevi nido uova
Uova della civetta delle nevi (Foto Pinterest)

Il gufo (o civetta) delle nevi nidifica durante l’estate artica. Il suo nido è un semplicemente costituito graffiando un po’ per scavare la terra, dove incuba le sue uova per circa un mese. La luce solare di 24 ore contiene dannosi raggi ultravioletti, ma fortunatamente il guscio d’uovo spesso agisce come un filtro, che controlla quali tipi di luce entrano nell’uovo. Gran parte delle pericolose radiazioni ultraviolette viene bloccata, mentre è permessa la luce visibile, benefica.

Cuculo (Cuculus canorus)

uovo cuculo in nido molotro
Un uovo di cuculo in nido di molotro: si mimetizza bene! (Foto Flickr)

Il cuculo comune depone notoriamente le sue uova nei nidi di altri uccelli. Le loro uova imitano quelle dei loro ospiti in colore e modello, inducendo gli ospiti ad accettarle come se fossero loro. Le uova di cuculo hanno gusci d’uovo anche insolitamente forti, quindi anche se l’uccello ospite capisce cosa è successo, sarà difficile per lui forare l’uovo. Di conseguenza, i pulcini del cuculo hanno difficoltà a uscire dalle loro uova. Iniziano a beccare prima il guscio e sono più pesanti dei pulcini ospiti quando si schiudono.

F. B.