Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili La riproduzione delle cocorite: 10 cose da fare e conoscere

La riproduzione delle cocorite: 10 cose da fare e conoscere

Cosa sapere sulla riproduzione delle cocorite, la varietà di pappagalli tra le più scelte da chi vuole avere in casa dei simpatici e colorati pennuti. 

La riproduzione delle cocorite
(Foto AdobeStock)

Ne avete due in casa ma volete ‘allargare’ la famiglia? Potrebbe essere utile conoscere le mosse giuste sulla riproduzione delle cocorite e tutti i consigli per far accoppiare due pennuti simpatici e colorati come questi. Attenzione a non commettere errori che potrebbero compromettere non solo la nascita di nuovi pappagallini ma anche la loro stessa salute. Di certo non potremo obbligarli ad accoppiarsi ma di certo potremo ricreare delle condizioni favorevoli affinché si ‘avvicinino’ sempre di più.

La riproduzione delle cocorite: 10 cose necessarie da fare

In realtà ciò che possiamo fare noi padroni si limita a ricreare un habitat confortevole, tranquillo e privo di stress, nel quale le cocorite possano trovare la condizione ideale per unirsi ed accoppiarsi. Ciò quindi vuol dire che non sarà possibile ‘costringerli’ ma sperare che ciò che facciamo sia utile a convincerli. Ecco dunque quali sono le 10 cosa da fare (e da sapere) per la riproduzione delle cocorite.

La riproduzione delle cocorite
(Foto AdobeStock)

1. Maschio e femmina?

Può sembrare ‘scontato’ ma in realtà è fondamentale riconoscere il sesso dei pappagalli prima di sperare in una loro riproduzione. Nel caso in cui non fossimo esperti, sarà meglio consultare un esperto e assicurarci che si tratti di un maschio e di una femmina.

2. Esemplari sani (non solo belli)

Spesso siamo portati a scegliere le cocorite per il loro aspetto estetico, senza dare troppa importanza alla loro salute. Ma in realtà è fondamentale che i genitori siano sani per evitare che nascano pappagallini con problemi di salute, malformazioni e a rischio di morte.

3. Tempi di accoppiamento

Meglio non avere (né trasmettere) fretta nel favorire un accoppiamento. Infatti è sempre bene evitare di far unire due pappagallini troppo giovani; meglio aspettare il compimento del decimo o undicesimo mese di età, per fare in modo che la femmina riesca a sopportare una gravidanza e portarla avanti senza rischi per la sua salute e quella del feto.

4. Compatibilità di carattere

Anche le cocorite devono piacersi! Non è detto che vadano d’accordo sempre e comunque, anzi potrebbero anche essersi antipatici a vicenda e quindi che rifiutino l’accoppiamento per incompatibilità caratteriali, insofferenza nella convivenza o semplicemente perché uno dei due (o entrambi) non si sente pronto.

5. Alimentazione

L’habitat deve essere favorevole, non solo dal punto di vista dei rumori e della luce (come vedremo in seguito). E’ necessario che in questo ambiente non manchino mai acqua e cibo fresco in abbondanza. Magari possiamo integrare l’alimentazione di base del pappagallo con delle vitamine, molto utili per dare energia e forza ai futuri genitori e del calcio (come ossa di seppia e blocchi di minerali) per il guscio delle uova.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come addestrare un pappagallo in 5 semplici passaggi

Se vuoi conoscere tutte le altre cose da fare per la riproduzione delle cocorite, clicca su Successivo: