Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili La riproduzione dei diamanti mandarino: ecco dove e come avviene

La riproduzione dei diamanti mandarino: ecco dove e come avviene

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:34
CONDIVIDI

La riproduzione dei diamanti mandarino avviene tutto l’anno, soprattutto in primavera ed autunno. Ecco come far riprodurre i diamantini.

La riproduzione dei diamanti mandarino: ecco dove e come avviene (foto iStock)
La riproduzione dei diamanti mandarino: ecco dove e come avviene (foto iStock)

Uno degli aspetti più affascinanti degli animali oltre la nascita e la crescita è sicuramente l’accoppiamento. Con questo articolo potrete capire come far riprodurre i diamanti mandarino in casa, ricordate che sono animali che si riproducono tutto l ‘anno.

Avrete sicuramente successo nelle stagioni in cui il clima non è né troppo caldo né troppo freddo, come l’autunno e la primavera. Vediamo insieme, distinguendo prima il maschio e la femmina,  come far riprodurre i diamanti mandarino in casa.

Diamante maschio o diamante femmina

diamante mandarino
Diamante mandarino (Foto fonte iStock)

Prima di tutto per iniziare un’accoppiamento tra due diamantini dobbiamo ovviamente saper distinguere i maschi dalle femmine.
Bisogna sapere che un diamante maschio presenta delle guance colorate, i fianchi con pallini bianchi, il petto striato e il becco rosso.

Invece le femmine presentano un piumaggio di un colore uniforme, hanno una sola striscia nera sotto entrambi gli occhi e il becco arancione.

Questi sono gli esemplari più comuni, ma esistono esemplari d’eccezione, per esempio i diamantini con mutazione bianca, che presentano un piumaggio totalmente bianco.

Essendo tutti bianchi senza alcun particolare è difficile distinguere il maschio dalla femmina, potete aiutarvi solo con il colore del becco.

Il nido

Diamante mandarino o diamantino

Troverete nei negozi di animali i nidi adatti per i diamanti mandarino, potete trovarne di due tipi, nidi a pera e nidi a cassetta. I nidi a pera sono quelli più amati dai diamantini, ma sono molto difficile da pulire, è difficile monitorare gli uccelli e per questi ultimi lo spazio è ridotto.

I nidi a cassetta invece sono spaziosi facili da pulire,e hanno un coperchio che facilita il monitoraggio. Una volta scelto il nido, posizionatelo nella gabbia in alto, in modo che i diamantini capiscano la sua funzione.

Potete successivamente aggiungere il materiale necessario a costruire il nido, che sarà formato da fili di juta o cotone, che potete acquistare in un semplice negozio di animali.

Attaccare alla gabbia il contenitore con il materiale per il nido, in modo tale che il diamante maschio possa iniziare la costruzione del nido andando avanti e indietro finché non avrà finito di imbottirlo, in modo tale da essere pronto ad accogliere le uova.

Quando fare accoppiare i diamanti e la loro riproduzione

I diamanti mandarino devono avere la giusta robustezza per affrontare l’accoppiamento, per questo l’età giusta sarebbe 9 mesi, ancor meglio se avessero un anno di vita.

E’ opportuno non far riprodurre i diamantini precocemente, in quanto potrebbero avere pulcini deboli o con problemi fisici. E’ consigliabile aspettare almeno 1-2 settimane dall’inserimento degli uccelli nella gabbia, cosicché i diamantini abbiano il tempo necessario di ambientarsi e creare il giusto affiatamento.

La riproduzione dei diamanti mandarino in gabbia

Diamante mandarino o diamantino
Diamante mandarino o diamantino (Foto fonte iStock)

Quando i diamanti mandarino saranno pronti, procederanno all’accoppiamento e la femmina deporrà il suo primo uovo poco dopo. La diamante femmina deporrà un uovo al giorno e potrà avere dalle 2 alle 8 uova. Entrambi i diamantini coveranno le uova dopo la deposizione del terzo uovo.

E’ opportuno togliere il materiale per costruire il nido, per evitare che il maschio possa coprire le uova. Il periodo di cova dura 15-20 giorni, al termine del quale le uova si schiudono e nascono così i pulli che inizialmente si presenteranno con una peluria rada che si trasformerà in un piumaggio completo in 20-30 giorni.

Bisogna lasciare durante questo periodo il pastoncino all’uovo sempre disponibile ai diamantini, che servirà per dargli energia e proteine. Questo alimento è necessario anche per i pulcini, soprattutto nei primi giorni.

Quando i diamanti mandarino piccoli inizieranno ad uscire dal nido, bisogna osservarli finché non saranno capaci di mangiare da soli.  Quando arriverà questo momento bisogna separare i pulcini dai genitori per evitare che si aggrediscono tra di loro, poiché i genitori desidereranno cominciare una nuova riproduzione.

La riproduzione dei diamantini in voliera

Nel caso in cui i vostri diamanti mandarino non vivono in gabbia ma in una voliera, potete comunque farli riprodurre.
Bisogna introdurre nella voliera tanti nidi quanti sono le coppie di uccelli che devono riprodursi, in modo tale che ogni coppia scelga quello che preferisce.

Bisogna posizionare i nidi nella parte alta della voliera e come i diamanti che vivono in gabbia, occorre fornirgli il materiale per imbottire il nido e il pastoncino, ovviamente il tutto raddoppiato.

Oltre ad avere più probabilità nella riuscita della riproduzione, per i genitori è più stressante la situazione in quanto oltre a pensare alla cova devono anche proteggere il nido dagli altri uccelli.

Durante il periodo della riproduzione è molto importante lasciare tranquilli i diamantini. Soprattutto durante la cova bisogna fare attenzione a non essere troppo invasivi, in quanto la vostra presenza potrebbe disturbare e indurre la coppia ad abbandonare le uova.

Sarebbe opportuno non far riprodurre i diamanti mandarino più di 3-4 volte all’anno, in quanto la riproduzione comporta un grosso sforzo.

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

M.D.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI