Home Non solo Cani e Gatti Polli e volatili Semi di lino per il canarino: cosa occorre sapere su questo alimento

Semi di lino per il canarino: cosa occorre sapere su questo alimento

Semi di lino per il canarino, sono sicuri per la salute del nostro uccellino, oppure si tratta di un alimento nocivo per lui? Vediamo se questo cibo può essere inserito nella dieta del canarino o se rischia di creare danni al suo organismo.

Semi di lino per il canarino
(Foto Unsplash)

Il canarino è tra gli amici domestici più diffusi. Poter avere la sua compagnia in casa è una vera gioia, porta allegria e luce anche nelle giornate più tristi. Il piccolo esserino va curato molto, soprattutto nella sua alimentazione particolare. L’attenzione per il cibo che decidiamo di offrirgli è fondamentale per il suo benessere. Oggi, vediamo insieme se i semi di lino per il canarino vanno bene o se possono essere dannosi per la sua salute.

Semi di lino per il canarino: alimento adatto oppure no?

Il canarino ha necessità di seguire una dieta corretta e bilanciata per vivere bene e a lungo. I semi fanno sicuramente parte della sua alimentazione, ma i semi di lino gli possono essere somministrati? Scopriamolo insieme.

Il canarino e il cibo
(Foto Pixabay)

Prendersi cura di un canarino domestico è un piacere ma è anche abbastanza impegnativo. Questo piccolo e tenero uccellino ha bisogno di tutto il nostro affetto e delle nostre cure migliori, a cominciare dalla sua alimentazione. Un canarino basa il suo sostentamento su dei cibi essenziali per lui, primi tra tutti i semi. Variare e integrare la dieta dell’uccellino giallo è fondamentale, però, per favorirgli un ottimo sviluppo e una buona salute quotidiana. Vediamo di capire se, tra i semi, quelli di lino possono essergli offerti.

I semi sono un cibo fondamentale per l’organismo e la salute del canarino. Quando si comprano, vanno poi conservati sempre in un posto fresco e asciutto, per allontanare il rischio che si formino muffe e batteri pericolosi per l’uccellino. I semi possono essere acquistati singolarmente o miscelati, oppure si può decidere di comprare i mangimi contenenti mix di semi vari. In natura, esistono diversi tipi di semi che piacciono al nostro volatile, ma alcuni sono più adatti di altri al suo fabbisogno.

Sono molti i semi essenziali e ricchi di proprietà per il piccolo uccellino. Iniziamo subito con i semi di lino. I semi di lino sono nutrienti e necessari per il piccolo uccello, hanno una grande quantità di proteine, carboidrati e grassi. Favoriscono la bellezza del suo piumaggio ma, per essere utili al volatile, devono essere forniti solo in piccole dosi. Troviamo, poi, i semi di canapa: molto graditi dal volatile, sono molto nutrienti e stimolanti per lui; essendo difficili da digerire, ne vanno offerti in piccole dosi.

Altri semi importanti per la salute del volatile

I semi di perilla piacciono anch’essi al canarino: sono proteici e pieni di acidi grassi come Omega 3 e Omega 6, e vitamine come Vitamina A, B ed E. Questi semi sono molto indicati per la muta del canarino, poiché aiutano a rendere morbido il piumaggio. Fondamentali per la sua salute sono i semi di scagliola, contenuti in gran parte delle miscele per i volatili. Vengono chiamati anche “canaria” o “miglio lungo” e rappresentano la base della miscela di grani per questo uccellino. Forniscono molti carboidrati e pochi grassi.

Molto piacevoli per il canarino sono i semi di niger. Questi contengono proteine e Omega 3, ma non bisogna esagerare nelle dosi per non provocare disturbi intestinali o malattie nell’uccello. Digeribili per l’uccellino sono i semi di panico, che possono essere somministrati soprattutto nella fase della crescita: ricchi di carboidrati e con pochissimi grassi. I semi di avena decorticata, invece, sono farinacei contenenti carboidrati, proteine, sali minerali, come potassio, magnesio, calcio e fosforo, insieme a vitamine del gruppo B 1-2. Sono difficili da digerire, perciò si consiglia di offrirgliene in piccole dosi giornaliere.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul canarino per conoscerlo meglio prima di adottarne uno

L’alimentazione dell’uccello: i cibi perfetti per lui

Un’alimentazione ideale per il nostro canarino prevede altri alimenti oltre ai semi e mix, come granaglie e le importantissime categorie di frutta e verdura. Leggiamo meglio.

Il cibo per il canarino
(Foto Unsplash)

Il canarino, per poter crescere e vivere in salute e serenità, ha bisogno che la sua dieta sia equilibrata delle sostanze essenziali. Ci sono degli alimenti da non dare all’uccello ed è importante che la dieta sia integrata di tutto. Frutta e verdura sono alimenti necessari per l’uccellino, perché apportano nella creatura la giusta quantità di vitamine e sali minerali. Il piccolo volatile, poi, va matto per carote, broccoli, spinaci e cicoria. Per quanto riguarda la frutta, però, è sempre meglio non eccedere, a causa dell’elevata quantità di zucchero. Sono consigliate mele, banane, uva e i frutti piccoli come, ad esempio, i lamponi.

Ricordiamo sempre di lavare e asciugare bene le verdure prima di offrirle al piccolino. La sua dieta va integrata di alcuni cibi facili da sgranocchiare e che possono essere lasciati alla gabbia, in occorrenza al volatile. Parliamo di snack come cereali, noci e miele, o anche frutta tropicale. Elemento necessario, poi, per l’uccellino giallo è il calcio, fondamentale nella stagione riproduttiva. Per far sì che ne assuma nella giusta dose, possiamo inserire un osso di seppia nella sua gabbietta. Prima di inserirlo, ricordiamo di pulire la gabbia del canarino, così possiamo lasciarlo lì per lui. Questa sostanza è utile per la sua igiene orale.

Ilaria G