Home Curiosita Le tartarughe vedono al buio? La risposta a una domanda molto comune

Le tartarughe vedono al buio? La risposta a una domanda molto comune

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03
CONDIVIDI

Chi ha una tartaruga avrà notato che sembra muoversi bene di notte, senza luce. Ma quindi, le tartarughe vedono al buio o no? Le ricerche rispondono.

tartarughe vedono al buio
La tartaruga può vedere al buio? (Foto Flickr)

Alcuni animali hanno la capacità di vedere perfettamente al buio, altri invece no. Un animale notturno sarà ovviamente capace di vedere anche in assenza di luce, ma a volte alcune sorprese ci fanno capire che in natura niente è semplice come sembra. Rispetto agli umani, alcuni animali vedono anche di più grazie a particolari capacità che li rendono quasi dei supereroi: la visione notturna o una vista a infrarossi sembra qualcosa più adatta al mondo dei fumetti che alla realtà. Ma per la tartaruga, c’è bisogno di qualche analisi più approfondita per dare una risposta precisa a questa domanda: questo rettile ci vede al buio?

Le tartarughe e la notte

tartaruga cibo umano
Come vede la tartaruga rispetto a noi umani? (Foto Pexels)

Le tartarughe ci vedono al buio, ma non più di quanto ci vedano gli uomini: non hanno particolari capacità visive per poter vedere anche in assenza di luce – a differenza di animali dagli occhi più adatti alla notte, come proverbialmente farebbero i gatti, o di animali che hanno sviluppato metodi alternativi come il radar dei pipistrelli.

Ma anche se le tartarughe vedono al buio quanto noi umani, non vedono il mondo allo stesso modo in cui lo vediamo noi. Questo perché vivono in diversi habitat rispetto a noi, e le loro priorità sono diverse quando si parla di quello che hanno bisogno di vedere. Per capire meglio come vedono al buio, è utile capire come le tartarughe vedono in generale e soprattutto come vedono i colori.

Fino a pochi anni fa, si credeva che le tartarughe non avessero una buona vista, e alcuni ritenevano addirittura che non vedevano i colori. Ma dei recenti studi hanno dimostrato che non solo le tartarughe sono capace di vedere i colori, ma anche che vedono più colori rispetto a noi umani. Le tartarughe e gli uccelli, emerge da questo studio, hanno un gene chiamato CYP2J19, che è stato rintracciato fino a 250 milioni di anni fa in un dinosauro chiamato Arcosauro. Questo gene viene considerato il gene del rosso, perché permette ad alcuni uccelli e alle tartarughe di vedere molte più sfumature di rosso rispetto a noi umani.

Ogni animale è capace di vedere i colori perché ha dei recettori dei colori negli occhi, chiamati coni. Gli umani hanno tre diversi tipi di coni, e ogni tipo è capace di comprendere un certo numero di colori che poi invia al cervello, che li processa e li rende visibili. Poiché le tartarughe sono capaci di vedere più colori di noi, è probabile che abbiano più tipi di coni di noi. Un colore in più non significa solo che vedono un colore in più nel mondo, ma che anche gli altri colori sono visti in modo diverso, quindi le immagini viste da uomo e tartaruga saranno estremamente diverse.

Come le tartarughe vedono al buio

occhio tartaruga vista
L’occhio della tartaruga (foto Flickr)

Le tartarughe vedono al buio nello stesso modo in cui lo facciamo noi, con la sola differenza che vedono i colori in modo un po’ diverso. Qualcosa sarà più chiaro, qualcosa più scuro, magari alcuni oggetti avranno dei colori da sfumature lievemente diverse. Ma di certo, il livello di luminosità sarà molto simile.

Quando siamo al buio, non vediamo immediatamente quello che c’è attorno a noi. Solitamente ai nostri occhi occorrono circa 30 minuti per abituarsi completamente all’assenza di luce. Questo succede quando spegniamo la luce in una stanza totalmente buia, e per un po’ di tempo non riusciamo a vedere assolutamente nulla. Dopo qualche tempo nella stanza i nostri occhi si abituano lentamente, e iniziamo a vedere man mano sempre meglio.

La stessa cosa succede con le nostre amiche rettili. Le tartarughe vedono al buio fino a un certo punto, un po’ come noi, ma in ogni caso hanno bisogno di un po’ di tempo per abituare i loro occhi all’assenza di luce.

Scientificamente è possibile capire se un animale vede al buio, basta sapere se ha il tapetum lucidum. Questa è una membrana riflessiva che è posta dietro l’occhio, e funziona in maniera simile ad uno specchio. Praticamente rimanda i fotoni indietro all’occhio, per farli ricomporre. E per capire se un animale ha il tapetum lucidum, un ottimo metodo è fare una foto con il flash a questo animale. Se nella foto i suoi occhi saranno brillanti, allora ha questa membrana. Ovviamente oggi giorno le fotocamere si sono evolute con tecnologie molto avanzate, quindi è difficile usare questo metodo, perché solitamente esistono degli appositi filtri che impediscono alle foto di recepire gli occhi brillanti.

Come vedono sott’acqua le tartarughe

guscio tartaruga marina
Una tartaruga marina (Foto Unsplash)

Le tartarughe marine e molte specie di tartarughe d’acqua, spendono la maggior parte del loro tempo in acqua. Come vedono sott’acqua? La loro visione è la stessa che siano sott’acqua o su terra: sono capaci di vedere le stesse cose, gli stessi esatti colori. L’unico problema può essere l’acqua sporca, in cui non saranno capaci di vedere a grandi distanze. Ma questo succede a chiunque e a qualunque animale: anche le aquile, che hanno una visione formidabile, non riescono a vedere molto se si trovano in mezzo alla nebbia o al fumo.

C’è qualcosa però che permette alle tartarughe di vedere sott’acqua in modo ottimale anche in situazioni problematiche, ed è qualcosa che noi umani non abbiamo. Le loro lacrime infatti, contengono una sorta di muco che copre i loro occhi e permette loro di vedere sott’acqua in modo perfetto, senza che la loro visione sia influenzata dal sale o dai batteri che vivono nell’acqua.

Quando parliamo di lacrime, stiamo parlando delle lacrime che aiutano gli occhi ad essere idratati, non quelle che noi produciamo quando siamo tristi o ci facciamo male. Anche se sono simili, queste lacrime appaiono per motivi differenti. Le tartarughe, in ogni caso, non piangono perché hanno dolore o per tristezza, o per motivi del genere. Una diffusa credenza ritiene che le tartarughe marine piangono quando depongono le uova per il loro dolore: in realtà lo fanno per eliminare l’eccesso di sale negli occhi, e non ha nulla a che fare con il dolore.

Potrebbe interessarti anche >>>

Fabrizio Burriello