Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del Cockapoo: dosi, frequenza pasti e alimenti

Alimentazione del Cockapoo: dosi, frequenza pasti e alimenti

Alimentazione del Cockapoo, la dieta adeguata (dosi, frequenza, cibi) per questa meravigliosa razza di cane mista, dalle origini americane.

cockapoo
(Foto Pixabay)

In questo articolo tratteremo dell’alimentazione del Cockapoo, un fantastico esemplare di origini statunitensi, conosciuto anche con il nome Spoodle.

Una razza di cane mista, nata negli Stati Uniti dall’incrocio fra un Cocker Spaniel (Cocker Spaniel Americano o Cocker Spaniel Inglese) ed un barboncino.

Il Cockapoo, è un cagnolino perfetto per i bambini, poiché adora giocare, passeggiare e correre. Possiede un temperamento piuttosto vivace, grazie al quale brucia davvero tante calorie.

Vediamo, gli esperti cosa consigliano in merito all’alimentazione del Cockapoo, per evitare che una dieta fai da te possa essere poco o troppo nutriente.

Alimentazione del Cockapoo: quantità

Conoscere l’alimentazione ideale del Cockapoo è fondamentale per assicurargli una vita sana e di conseguenza felice.

cockapoo
(Foto Pixabay)

Come accennavamo precedentemente, il Cockapoo è un cane dal carattere dinamico talvolta esuberante, adora l’attività fisica e soprattutto le lunghe passeggiate al parco.

Già da queste prime informazioni, possiamo intuire che si tratta di un cane che con il suo stile di vita, mette parecchio in moto il suo metabolismo.

Tuttavia, queste indicazioni, possono non essere sufficienti, in quanto per capire quale tipo di alimentazione è adatta al Cockapoo è necessario sapere anche il sesso, l’età, la corporatura e lo stato di salute.

Il Cockapoo è un cane di taglia medio-piccola, dalla corporatura compatta. Misura tra i 23 e 46 cm per un peso che varia tra 5 e 9 kg, anche se non è così raro incontrare esemplari anche di 30 kg.

In base a queste informazioni, gli esperti consigliano di somministrare ad un esemplare adulto 250-300 g di alimento al giorno. La razione alimentare deve prevedere l’apporto di tutti gli elementi nutritivi.

A seconda poi del tipo di giornata che proporrete al vostro Cockapoo, andrete ad aggiustare la razione giornaliera aggiungendo o togliendo cibo e calorie.

Per rendere più pratico il momento del pasto, per una questione di tempo, si può tranquillamente scegliere un mangime indicato per taglia e per età del cane.

Le dosi sono da dividere in 2 pasti giornalieri tuttavia ci saranno dei giorni in cui anche un po’ di cibo in più non guasta, essendo un cane che brucia parecchio.

Mai dimenticare di mettere acqua fresca a sua disposizione affianco al distributore di crocchette.

Nel calcolo della quantità di cibo giornaliero considerate anche gli snack per cani (come quelli secchi da masticare).

Il Cockapoo va tenuto sotto controllo, in quanto si tratta di una razza di cane con la tendenza al sovrappeso.

Ad ogni modo non è un cane che in genere soffre di patologie specifiche, tuttavia occorre effettuare tutte le vaccinazioni obbligatorie e un’alimentazione corretta, se lo si vuole far vivere a lungo e in salute.

Potrebbe interessarti anche: Malattie del Cockapoo: le patologie più comuni nella razza

Cosa dare da mangiare al Cockapoo: nutrienti

Conoscere le quantità di cibo da somministrare al vostro Cockapoo non basta. Occorre sapere fondamentalmente, quali nutrienti sono adatti.

cockapoo
(Foto Pixabay)

Come per tutte le altre razze, l’elemento essenziale e primario nei pasti del vostro cane deve essere la carne.

La carne, deve essere in cima alla lista degli ingredienti, del mangime che avete scelto di acquistare per il vostro amico a quattro zampe.

Questo discorso, vale sia per il cibo secco che per il cibo umido per cani.

Per semplificare il concetto, di seguito vi mostriamo una tabella con i valori nutritivi fondamentali che devono essere presenti nel mangime del vostro cane (industriale o casalingo):

  • proteine: le proteine sono le responsabili in merito allo sviluppo e la crescita del tono muscolare e delle ossa del cane;
  • carboidrati: i carboidrati sono ricchi di zuccheri e sono coloro che apportano le maggior energie e fibre, le quali sono necessarie per poter effettuare una buona digestione;
  • fibre: aggiungere fibre favoriscono un regolare movimento intestinale;
  • grassi: i grassi sono conosciuti anche con il nome di aminoacidi, omega 3 e 6 o oli. Sono un’importante fonte di energia e i principali responsabili per il trasporto di sostanze nel corpo e per il supporto e lo sviluppo delle articolazioni e del sistema nervoso;
  • vitamine e minerali: le vitamine e i minerali aiutano a mantenere forte e sano il sistema immunitario.

La scelta di offrire un pasto industriale o casalingo è personale ma molto spesso con una dieta casalinga si commettono diversi errori nutritivi. Per tale motivo, gli esperti consigliano di seguire come esempio l’alimentazione BARF.

In pratica dieta a crudo biologicamente appropriata, ovvero un’alimentazione che si basa sull’utilizzo di ossa e carne, a crudo, con l’aggiunta di un mix di altri cibi tritati e sminuzzati, nella misura del 50% della razione, che integrano quello che nella carne e ossa manca.

Naturalmente, come per ogni argomento, ci sarà qualcuno che non la pensa proprio così.

Ragione per cui a prescindere dal tipo di alimentazione è opportuno sottoporre annualmente, il vostro cane, oltre alla visita clinica anche ad esami del sangue, compreso i livelli di tiroxina, ed esami delle urine.

Potrebbe interessarti anche: Come raccogliere e conservare pipì e cacca del cane e del gatto per le analisi

I rischi di un’alimentazione non corretta: cosa non dare al Cockapoo

È importante educare, il cane fin da cucciolo, alla sua alimentazione evitando determinati alimenti.

Come infatti, è sconsigliato somministrare gli avanzi dei propri pasti, in quanto non sempre è possibile condividere i vostri alimenti con il cane.

Sono diversi i cibi che potrebbero nuocere alla salute dell’animale, ovvero:

  • alimenti eccessivamente conditi o salati;
  • cibi dolci o speziati;
  • ossa fragili e di piccole dimensioni (come quelle di pollo e coniglio);
  • aglio e cipolle;
  • bevande come il caffè;
  • cioccolato.

Optare per un pasto di qualità adatto alla razza, al peso, all’età e allo stile di vita del cane è la scelta migliore.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta