Home Cani Alimentazione Cani Alimentazione del Pastore del Caucaso in tutte le fasi della sua vita

Alimentazione del Pastore del Caucaso in tutte le fasi della sua vita

Alimentazione corretta per il Pastore del Caucaso, una dieta adeguata per rendere felice e in perfetta salute il tuo amico a quattro zampe.

cane pastore del caucaso
(Foto AdobeStock)

Capita molto spesso che davanti all’adozione o l’acquisto di una specifica razza di cane le persone si chiedano quale sia la miglior dieta da poter offrire al proprio cane.

Questo dubbio nasce sia per quanto riguarda la qualità e la varietà dei prodotti sia per quanto riguarda la quantità degli alimenti da somministrare.

Pur essendo consapevoli che ogni soggetto di ogni specifica razza necessita di una dose quotidiana soggettiva ed adeguata al giusto valore nutritivo, generalmente è possibile avere una dieta generica che va poi valutata insieme al veterinario.

Un’alimentazione sana e adeguata è alla base di uno stato di buona salute di ogni individuo sia esso animale che umano.

Occorre però tenere sempre a mente che un cane non è un uomo, quindi se agli esseri umani piace variare a tavola, il cane al contrario tende ad essere molto abitudinario.

In questo articolo infatti tratteremo, in particolare, l’alimentazione corretta per il Pastore del Caucaso, una razza di una bellezza maestosa.

Alimentazione corretta per il Pastore del Caucaso: nutrienti e quantità

pastore del caucaso
(Foto AdobeStock)

Per poter stabilire un’alimentazione corretta per il Pastore del Caucaso è necessario poter conoscere lo stile di vita dell’animale e determinare così la quantità di energie che esso brucia quotidianamente.

Questo è necessario in quanto ci aiuta a soddisfare il bisogno nutritivo giornaliero dell’animale ed evitare così che possa sentirsi poco soddisfatto e continuamente alla ricerca di cibo (spesso non idoneo alla sua dieta).

Tendenzialmente tramite la conoscenza più approfondita della razza, in questo caso il Pastore del Caucaso, gli esperti sono in grado di stabilire il consumo di energia e la quantità quindi di cibo necessario per il proprio cane.

Nel caso specifico del Pastore del Caucaso, un cane di taglia grande, massiccio, con una ossatura doppia e un buon sviluppo muscolare, utilizzato molto spesso come cane da guardia, da difesa, da compagnia, parliamo quindi di un cane alquanto attivo.

Senza dimenticare che ogni soggetto ha le sue abitudini e perciò un consumo di calorie soggettivo.

Perciò volendo considerare il Pastore del Caucaso come razza e non come soggetto singolo, l’alimentazione corretta consiste nella somministrazione 2 pasti se non 3.

In ogni caso mai in una volta sola razione, per evitare che possa ingerire troppi alimenti in un’unica volta.

Il pasto del Pastore del Caucaso, per essere un prodotto completo deve contenere i seguenti valori nutritivi:

  • proteine: le proteine sono basilari nella dieta di un Pastore del Caucaso adulto, in particolare nell’alimentazione del cucciolo nella fase di crescita. Proteine vegetali insieme a carne e pesce sono fondamentali. La loro funzione è utile alla formazione e mantenimento dei muscoli, degli altri tessuti, del sangue ecc. Ma anche per la rigenerazione e la conservazione delle cellule corporee e dei tessuti.
  • grassi: i grassi sono una fonte di energia necessaria e sono i principali responsabili per il trasporto di sostanze nel corpo oltre che per il supporto e lo sviluppo delle articolazioni e del sistema nervoso. Essi sono in grado di fornire all’organismo il necessario apporto di acidi grassi – colina – vitamine liposolubili (A. D. E, K);
  • carboidrati: i carboidrati sono una fonte immediata di energia per affrontare uno sforzo improvviso come una corsa, un inseguimento, una fuga, uno stress improvviso ecc. per quanto riguarda la dose di carboidrati inseriti nell’alimentazione corretta del Pastore del Caucaso non dovrebbero essere in quantità eccessive e soprattutto variabili, in base alle eventuali patologie, essendo ricchi di zuccheri. Ma sono anche indispensabili per poter eseguire una buona digestione.
  • Minerali: i minerali che devono predominare sono: calcio, fosforo, magnesio, potassio, sodio e cloro (una loro carenza può causare disfunzioni organiche) e quelli che invece devono essere in piccole dosi sono: manganese, ferro, rame, zinco, iodio e selenio (l’eccesso di alcuni può determinare intossicazioni con conseguenze anche letali). È possibile inoltre trovarli nella farina di ossa, nel latte, nel formaggio, nel pesce, in molti vegetali e nella carne. Senza dimenticare però che sono fondamentali per lo sviluppo ed il mantenimento dei tessuti.
  • vitamine: le vitamine aiutano a mantenere forte e sano il sistema immunitario. Ad esempio ferro, potassio, calcio, magnesio, rame, zinco e selenio, vitamina E, C, D, e K, sono importanti per una vita sana dell’animale e possiamo trovarle anche negli alimenti come ad esempio: nel fegato, nelle uova, negli oli vegetali, nei lieviti ecc. occorre però non abusarne o farne un uso inappropriato di integratori vitaminici ma è consigliato rivolgersi ad un veterinario.

La carenza di nutrienti incidono molto sullo sviluppo sano delle articolazioni, oppure una sovra alimentazione potrebbe portare al sovrappeso che può diventare obesità di cui il Pastore del Caucaso tende a soffrire.

Quantità e tipi di alimenti per il Pastore del Caucaso

Per le quantità di cibo da somministrare al Pastore del Caucaso tutto dipende dall’età dell’animale e anche dal consumo di energie individuale, di seguito una tabella indicativa:

  • i cuccioli si alimentano con il latte materno;
  • successivamente crocchette specifiche per cuccioli, le cui porzioni, saranno differenti in base al peso e alla frequenza dei pasti;
  • dopo l’anno di vita, ad inizio età adulta, il Pastore del Caucaso dovrà mangiare delle crocchette specifiche per razze di taglia media/grande.

In merito alla la quantità di mangime, come precedentemente accennato è meglio suddividere il pasto in 2-3 volte per i soggetti adulti.

Anche se negli esemplari che fanno molta attività fisica, può essere somministrato un po’ più di mangime. I cuccioli invece anche 4-5 volte, ovviamente riducendo le porzioni.

Per un’alimentazione corretta del Pastore del Caucaso sarebbe consigliabile l’uso di carne magra invece che carne rossa, ma ciò non vuol dire che occasionalmente possa essere somministrata senza che il cane ne subisca danni alla salute, l’importante che non diventi un’abitudine.

Perciò possiamo stabilire che un pasto tipo di un Pastore del Caucaso è costituito prevalentemente da carne, con contorno di riso o pasta (ben cotti) qualche verdura e un po’ di Grana grattugiato (o ricotta) per bilanciare l’apporto di calcio.

Naturalmente come per tutti i cani anche il Pastore del Caucaso può essere coccolato e premiato con il suo osso, l’importante che sia quello di bue o osso fatti in casa ma assolutamente mai gli ossicini di pollo o coniglio (pericolosissimi perché troppo piccoli) che possono perforare l’intestino del cane.

Alcuni padroni preferiscono somministrare una dieta a base di cibo crudo, biologico e adattato al sistema digestivo del cane, propriamente detta dieta Barf per il proprio Pastore del Caucaso, essa è basata sui seguenti alimenti:

  • le interiora crude: cuori di pollo, agnello e mucca, animelle di pollo e fegato di uccelli, bestiame e vitelli;
  • carne con ossa;
  • pesci come salmone, sardine, sgombro o acciughe;
  • oli e grassi animali, legumi, uova crude, yogurt, formaggio e un po’ di riso, pane o avena integrale (piccole dosi);
  • frutta e verdura (solo quella consentita).

Cosa non dare da mangiare al Pastore del Caucaso

Nell’alimentazione del Pastore del Caucaso ma nel cane in generale ciò che non deve essere mai somministrato sono i seguenti alimenti:

  • uova crude, perché l’albume d’uovo contiene delle sostanze che non lasciano assimilare le vitamine al cane;
  • mandorle, noci, nocciole;
  • ossa di pollo e coniglio e costolette di maiale;
  • carne di maiale;
  • cioccolato, cacao, caffe, thè, alcol: tutti alimenti tossici per il cane;
  • biscotti, caramelle, cioccolato, gelati;
  • uva, avocado, ciliegie;
  • patate, piselli, fagioli, lenticchie;
  • cipolle, aglio e cavoli;
  • pomodoro, funghi, peperoni, melanzane.

Naturalmente tra questi alimenti appena citati sono da includere anche gli alimenti molto speziati, piccanti e molto salati, presenti di solito nella nostra alimentazione.

Potrebbe interessarti anche: I sintomi della displasia all’anca nel cane: imparare a riconoscerli

I rischi di un’alimentazione non corretta

I rischi di un’alimentazione sbagliata possono essere determinanti per la salute dell’animale, generando malattie come ad esempio: displasia dell’anca, le allergie, l’ipotiroidismo e le malattie cardiache.

Il Pastore del Caucaso per poter sostenere la sua mole ha bisogno di una corretta alimentazione che non ecceda in quanto il cane è soggetto ad obesità ma che neanche possa essere troppo severa e rischiare una carenza dei nutrienti necessari.

Il Pastore del Caucaso ha bisogno di essere seguito nell’alimentazione, un po’ come tutti i cani di taglia grande poter conservare il suo fisico prestante e atletico.

Ragion per cui gli esperti consigliano la somministrazione dei pasti nelle giuste dosi ma molto distanti uno dall’altro.

Raffaella Lauretta