Home Cani Alimentazione Cani Il cane può mangiare i crostacei? Pro e contro di questo alimento

Il cane può mangiare i crostacei? Pro e contro di questo alimento

Crostacei al cane sì o no? Scopriamo se Fido può mangiare gamberi, scampi, mazzancolle e via dicendo, oppure se sarebbe meglio evitare.

cane crostacei
(Foto Adobe Stock)

Ad ogni proprietario di un animale domestico sarà capitato almeno una volta nella vita di sentirsi osservato dal proprio quadrupede furbetto durante il pasto con occhi sognanti e faccia da cucciolo bastonato. Il tutto, naturalmente, per impietosirci e spingerci a condividere il nostro cibo con lui. Lasciarsi convincere non sempre è un ben: vediamo insieme se il cane può mangiare i crostacei.

Il cane può mangiare i crostacei?

Se ti stai chiedendo se puoi far mangiare i crostacei al tuo cane, rispondiamo subito alla tua domanda.

cane con ciotola
(Foto Adobe Stock)

Tra questi alimenti rientrano sia specie di mare che di acqua dolce:

  • Gamberi;
  • Scampi;
  • Astice;
  • Gamberetti;
  • Aragosta;
  • Granchio.

La risposta è sì: il cane può mangiare i crostacei. Insieme ai molluschi, infatti, essi costituiscono un’ottima fonte di acidi grassi omega 3, proteine e minerali essenziali, tra cui magnesio, zinco e ferro.

Gli effetti benefici di questi alimenti sull’organismo del proprio amico a quattro zampe sono numerosi:

  • Rafforzamento del sistema immunitario;
  • Rafforzamento delle articolazioni e della muscolatura;
  • Incremento della capacità di assorbire altri minerali e vitamine.

Potrebbe interessarti anche: Alimenti che rendono lucido il pelo del cane: elenco completo

Crostacei per Fido: modalità di preparazione e somministrazione

Ora che abbiamo scoperto che non solo il cane può mangiare i crostacei, ma anche che questi alimenti sono molto salutari, vediamo insieme come prepararli per il nostro amico a quattro zampe.

cane con la ciotola
(Foto Adobe Stock)

Gamberi, aragoste, granchi e via dicendo possono essere dati a Fido, ma solo una volta sgusciati, puliti e completamente cotti. Inoltre, è importante assicurarsi che il cane ne mangi esclusivamente la polpa.

L’ingestione del carapace dei crostacei, infatti, può rivelarsi pericolosa, soprattutto nel caso di cani di piccola taglia. La cottura consigliata per tali alimenti è al vapore.

A preparazione ultimata, non sarà necessario insaporire la pappa con altri condimenti: Fido la troverà deliziosa di per sé, divorandola in un battibaleno.

Potrebbe interessarti anche: Il cane può mangiare la crusca? Vantaggi e svantaggi

Tra le altre accortezza che dovrai mettere in pratica prima di far mangiare i crostacei al cane, c’è quella di assicurarti che il tuo amico a quattro zampe non sia allergico a questi cibi.

Se Fido si appresta per la prima volta ad assaggiare tali alimenti, evita di somministrargliene ingenti quantità. Al contrario, procedi con una minima dose, per verificare la comparsa di eventuali effetti collaterali, come:

  • Irritazione cutanea;
  • Comparsa di secchezza oculare o secrezione;
  • Otite nel cane

In ogni caso, non dimenticare di rivolgerti al veterinario per chiedergli consiglio sull’introduzione dei crostacei nella dieta del cane. In questo modo, valuterete insieme un accurato piano nutrizionale, specifico per il tuo amico a quattro zampe, sulla base di età, condizioni di salute e altri fattori.

Laura Bellucci