Home Cani Alimentazione Cani L’olio di fegato di merluzzo al cane: quando e perché darlo a...

L’olio di fegato di merluzzo al cane: quando e perché darlo a fido

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:05
CONDIVIDI

Conosciuto per i suoi benefici, l’olio di fegato di merluzzo si può offrire anche al cane, ma solo in determinate situazioni. Ecco quali!

olio di fegato di merluzzo al cane
L’olio di fegato di merluzzo al cane: quando e perché darlo a fido (Foto Adobe Stock)

L’olio di fegato di merluzzo è stato usato come integratore negli anni ’60 molto spesso, soprattutto nei collegi. Questo alimento viene estratto proprio dal fegato del merluzzo e contiene molte proprietà tra i quali gli acidi grassi Omega 3, Vitamine A e D.

L’olio di fegato di merluzzo può essere offerto anche al cane come integratore. Ma quali benefici comporta? Può essere dato a qualsiasi tipo di cane? Qui di seguito risponderemo ai vari quesiti sull’argomento.

Olio di fegato di merluzzo al cane: benefici

olio di fegato di merluzzo
Olio di fegato di merluzzo al cane: benefici (Foto Adobe Stock)

I benefici che offre l’olio di fegato di merluzzo al cane sono molti e sono determinati sia dai grassi Omega 3 sia dalle Vitamine A e D.

Gli Omega 3 offrono al cane uno sviluppo maggiore del cervello e del tessuto nervoso. Presentano un azione antinfiammatoria e migliorano il sistema immunitario. Inoltre a livello dermatologico rendono il pelo di fido più lucido e sano.

La vitamina A invece aiuta nella crescita del corpo e dei muscoli del cane, nella rigenerazione della mucosa e nella salute del pelo. Inoltre ha un’ottima azione antiossidante e offre una resistenza maggiore alle infezioni respiratorie. Mentre la vitamina D consente al corpo del nostro amico a quattro zampe di utilizzare fosforo e calcio per la formazione delle ossa.

Nonostante tutti questi benefici è opportuno sapere quando somministrare l’olio di fegato di merluzzo al cane, per non recare danni a nostro amico peloso.

Olio di fegato di merluzzo al cane: quando somministrarlo

cane
Cane olio (Foto Adobe Stock)

È molto importante sapere quando il nostro amico a quattro zampe ha bisogno dell’aggiunta di olio di fegato di merluzzo nella sua alimentazione. Infatti la somministrazione di questo alimento dipende molto dalla salute del cane, in quanto viene solitamente somministrato quando vi è una carenza di vitamine.

Il cucciolo può prendere l’olio di fegato di merluzzo?

Se il cucciolo è nato in casa ed è stato allattato dalla sua mamma e successivamente gli è stato offerto cibo per cuccioli, la sua crescita risulterà perfetta, quindi non avrà bisogno di olio di fegato di merluzzo. Inoltre in questo caso l’alimento potrebbe addirittura essergli dannoso in quanto potrebbe farlo crescere troppo in fretta causando una displasia all’anca del cane.

Se invece il cucciolo quando è stato adottato era denutrito, l’olio di fegato di merluzzo potrebbe essere aggiunto alla sua alimentazione in quanto lo aiuterà ad introdurre le vitamine che gli mancano, facendolo crescere bene.

Il cane anziano può prendere l’olio di fegato di merluzzo?

I cani anziani, soprattutto coloro che hanno problemi alle articolazioni, sono coloro che beneficiano di più dell’olio di fegato di merluzzo. Infatti dato che i problemi agli arti vengono provocati principalmente dall’artrite, l’omega 3 presente in questo alimento ha una funzione antinfiammatoria.

Olio di fegato di merluzzo alla cagna incinta

Questo alimento può essere somministrato anche alla cagna incinta o che allatta, in quanto i propri cuccioli che devono nascere o che già sono nati, portano via dalla mamma le sostanze importanti per la salute di entrambi.

Conclusione

olio fegato merluzzo
(Foto Pixabay)

In conclusione possiamo dichiarare che l’olio di fegato di merluzzo può essere somministrato al cane solo in caso di bisogno, in quanto in caso contrario comporterebbe dei rischi.

Inoltre in ogni caso è sempre opportuno chiedere consiglio al proprio veterinario per essere certi che il proprio amico peloso abbia bisogno o meno di questo tipo di integratore.

Potrebbe interessarti anche:

M.D.