Home Cani Alimentazione Cani Vitamina B5 (acido pantotenico) nel cane, che cos’è? Benefici per Fido

Vitamina B5 (acido pantotenico) nel cane, che cos’è? Benefici per Fido

La vitamina B5 (acido pantotenico) è essenziale nell’alimentazione del cane, ma che cos’è? Quali sono i suoi benefici per Fido?

Vitamina B5 nel cane
(Foto da Pixabay)

Come molte sostanze contenute negli alimenti che tutti i giorni mettiamo sulla nostra tavola, anche la vitamina B5 è tra quelle meno conosciute. Eppure la sua importanza è notevole, non solo per noi ma anche per il nostro cane. Bisogna sapere cosa sia, come assumerla e quali benefici apporta a Fido.

Che cos’è e perché è importante?

Come ogni nutriente, anche le vitamine sono essenziali per i nostri animali. Perché l’organismo funzioni al meglio occorre che tutto sia in perfetto equilibrio, ma non solo.

cane
(Foto da Adobe Stock)

Ad influire sulla funzione che tali nutrienti hanno nel nostro e nell’organismo del cane sono in primis la loro qualità e poi anche la loro natura: non basta andare in un negozio di integratori e comprare quello che ci sembra più completo per Fido.

Innanzitutto, se il cane segue una dieta corretta, in base al suo fabbisogno energetico ed alle sue possibili esigenze fisiche (un cane che fa sport come lavoro, ad esempio, sfrutta molto le sue articolazioni) spesso non c’è nemmeno bisogno di integrare l’alimentazione con prodotti artificiali.

Qualora il veterinario ce ne consigliasse l’assunzione, perché magari il cane ha un cattivo assorbimento di una vitamina in particolare, bisogna far attenzione a cosa comprare: il medico ci spiegherà la differenza di una vitamina di sintesi con una naturale, quindi meglio metabolizzata dal corpo.

L’acido pantotenico o vitamina B5 è una vitamina idrosolubile, facente parte delle vitamine del gruppo B, responsabile della produzione di energia nelle cellule ma che non viene prodotta dal corpo.

È perciò necessario inserirla nell’alimentazione del cane; dal significato del suo nome (dal greco “pantos” vale a dire “tutto”) diciamo che la vitamina B5 si trova quasi in tutti gli alimenti:

  • Fegato;
  • Pesce azzurro;
  • Carne di pollo e di bovino;
  • Tuorlo d’uovo;
  • Molti alimenti di origine vegetale: ma attenzione, non tutti sono idonei per Fido.

Il ruolo principale dell’acido pantotenico è soprattutto quello permettere che reazioni metaboliche vitali per l’organismo avvengano senza intoppi: la più importante è sicuramente quella che porta alla formazione del Coenzima A, una molecola fondamentale per la vita della cellula.

Tra le funzioni della vitamina B5 abbiamo:

  • Rinforza le difese immunitarie;
  • Permette la sintesi del colesterolo e di tutti gli ormoni da lui derivati, come quelli sessuali;
  • È basilare per il funzionamento delle ghiandole surrenali;
  • Permette i corretti meccanismi del sistema nervoso;
  • Permette la sintesi di acidi grassi, costituenti vitali di molecole biologiche;
  • Incide nella comunicazione tra le cellule;
  • Contribuisce a diminuire le infiammazioni delle mucose a livello respiratorio.

Ingerita tramite la dieta, viene attivata a livello intestinale per poi essere riversata nel circolo sanguigno. Siccome la vitamina B5 catalizza molte reazioni principali nelle cellule, una sua carenza nel cane comporterebbe:

  • Disturbi metabolici;
  • Alterazione della pelle;
  • Alterazione dei riflessi nervosi;
  • Disturbi gastrointestinali;
  • Insonnia;
  • Anoressia;
  • Astenia generale con irritabilità.

Fortunatamente sono rari i casi di carenza di acido pantotenico nel cane, proprio perché è una vitamina che si trova in molti alimenti.

Potrebbe interessarti anche: Acne nel cane: quali sono i rimedi contro i brufoli di Fido

Per concludere

Ricordiamo sempre che, qualora volessimo pensare di dare degli integratori al nostro cane è sempre bene chiedere prima al veterinario: a volte gli effetti da sovradosaggio sono peggiori di quelli da carenza.

cane
(Foto da Unsplash)

Non sono rari, infatti, episodi di diarrea nel cane dovuti ad un’assunzione eccessiva di vitamine, e questo è anche un effetto possibile per ipervitaminosi B5.

Tenendo sempre presente che il nostro cane, per star bene, non ha bisogno di tante cose se non di una dieta idonea ed equilibrata, un ambiente sereno ed una casa piena di amore, occorre comunque informarsi al meglio quando acquistiamo del cibo per Fido.

Bisogna sapere che non basta che i croccantini contengano vitamine e sali minerali: il medico ci spiegherà che non tutte le formulazioni sono uguali e quindi non tutte efficienti allo stesso modo per il cane.

Un’altra cosa importante è quella di considerare quanta vitamina B5 viene effettivamente assorbita dall’organismo: se stessimo somministrando degli antibiotici al cane è bene sapere che in questa condizione Fido non è in grado di assorbire tutte le vitamine.

Però, in questa situazione, non dobbiamo pensare di risolvere il problema dandogli vitamine in quantità eccessive: il cane comunque non le assorbirebbe tutte ed avremmo condizioni di disturbi intestinali e vomito nel cane, tipiche di un’intossicazione.

Seppur è raro che l’animale abbia una insufficienza di vitamina B5, a volte questo può succedere a causa di una malattia immunitaria neurodegenerativa (Pkan): si verifica accumulo di ferro a livello delle cellule neuronali, causando problemi alla retina nel cane.

Non in ultimo, la vitamina B5 insieme alla vitamina C nel cane sono in grado di cooperare per combattere le forme allergiche nell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Vitamina C per cani e gatti: introdurla o no nella dieta e come farlo in modo corretto

Possiamo asserire che alla base di un benessere generale per il nostro cane c’è sicuramente una scelta equilibrata degli alimenti per la sua dieta. Assenza di ansia e stress e tanto amore fanno il resto.

S. A.