Home Cani Abituare il cane al trasportino adatto: le mosse giuste

Abituare il cane al trasportino adatto: le mosse giuste

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:34
CONDIVIDI

Non amiamo separarci da Fido ma come abituare il cane al trasportino adatto? Vediamo insieme quali le mosse giuste e le misure adatte del trasportino.

cane nel trasportino
Abituare il cane al trasportino.(Foto AdobeStock)

Uscire e viaggiare con il cane ci dà serenità e felicità di non esserci separati da Fido, ma tutto questo sembra facile a dirsi ma non a farsi. Per poter mettere in pratica tutto ciò, bisogna abituare il cane al trasportino, ma come fare?

Quali tecniche utilizzare per rendere l’addestramento al quanto semplice e rendere la cosa meno drastica al cane? Nei paragrafi successivi vi daremo alcune dritte e qualche consiglio sulla tipologia di trasportino da scegliere e come abituare il cane al trasportino adatto.

Tipologia e misure del trasportino

cane nel trasportino
Tipologia di trasportino per il cane.(Foto AdobeStock)

Chiunque condivida la vita con un amico a quattro zampe, sa quanto è dura uscire e lasciarlo solo in casa. Il primo a soffrirne è proprio Fido, come già abbiamo descritto in un articolo di qualche tempo fa, il cane soffre di ansia da separazione.

Ma non dobbiamo disperarci a tutto o quasi a tutto c’è rimedio, in quanto possiamo organizzarci e portare Fido con noi. Esistono per fortuna i trasportini per cani, accessorio fondamentale per lo spostamento dell’animale in auto o con altri mezzi.

Logicamente il tutto va considerato dal momento in cui parliamo di un’uscita abbastanza lunga o magari di un viaggio. Anche se ciò non toglie che chi non riesce a staccarsi dal proprio amico a quattro zampe, può ugualmente utilizzare il trasportino per portar con sé l’animale domestico, ovunque voglia andare.

Prima però occorre abituare il cane al trasportino e quale è la soluzione migliore per il cane? Vediamo insieme la tipologia adatta e come rendere il trasportino un posto confortevole e non odiato dal cane.

Misure

Quando parliamo di misure del trasportino dobbiamo calcolare quello spazio dove il cane si possa sentire a suo agio, in una zona di confort ma senza essere comunque eccessivi, per evitare che l’animale possa subire danni fisici durante il viaggio. Allo stesso tempo però deve permettere al cane di poter sdraiarsi o alzarsi in modo del tutto agevole.

I trasportini possiamo suddividerli in due categorie, ossia: trasportini per cani di tagli grande e trasportini per cani di taglia medio piccola. Ciò ci fa capire che bisogno conoscere peso e misure dei nostri animali domestici. Il primo supporta un peso di circa 30-40 kg e misura 105 cm, mentre il secondo supporta da i 18 ai 30 kg per una misura ci 90 cm.

Tipologia

Diverse invece sono le tipologie di trasportini che possono essere utilizzate per viaggiare con Fido, ma queste vanno considerate per lo più per cani di taglia piccola, ad esempio:

  • a borsa: una comoda e allo stesso tempo stupenda borsa alla moda, dove infilare il tuo cane e portarlo con te. Solitamente realizzate in pile all’interno che è un materiale caldo e morbido ed esternamente un materiale solido, resistente e idrorepellente.
  • a zaino: lo zaino ha un po’ lo stesso concetto della borsa, ma è dedicato per lo più agli sportivi, che intendono portare il loro amico a quattro zampe con loro durante le lunghe passeggiate in montagna e avere le mani libere.
  • a trolley: realizzati in materiale morbido o semi-rigido resistente e impermeabile, cui è possibile staccare le ruote è presente una maniglia telescopica a lunghezza regolabile e un gancio per il guinzaglio. Inoltre la rete presente sul davanti e sui lati garantisce una circolazione ottimale dell’aria.

Infine esistono diverse versioni quelle morbide o rigide fino alle classiche gabbiette per cani di taglia piccola. Mentre per cani di grandi dimensioni è obbligatorio un modello specifico che si fissi al bagagliaio.

Potrebbe interessarti anche: Miglior trasportino per cani: ecco come sceglierli e andare sul sicuro

Abituare il cane al trasportino adatto: come

cane nel trasportino
Tutte le tecniche per abituare il cane al trasportino. (Foto AdobeStock)

Abbiamo appena letto quali misure e tipologie di trasportini possiamo trovare in commercio, ma questa era la parte più semplice, il difficile arriva ora quando presenteremo al nostro amico a quattro zampe il nostro nuovo regalo per lui. Come la prenderà? Vediamo quindi come abituare il cane al trasportino.

Apri lo sportello

Sei appena arrivato a casa con il nuovo regalino per il tuo amato Fido, ti avvicini a lui mostrandoglielo e lo posizioni dove tu vuoi che resti, ma avendo l’attenzione di lasciar lo sportello aperto, in modo tale che magari spinto dalla curiosità, Fido possa entrarci e familiarizzare. Senza però, chiudere l’ingresso una volta che il cane è entrato. Lascia che il cane si affezioni al trasportino e non lo viva come una costrizione o peggio ancora come una punizione.

Cibo e Snack

Un’altra mossa giusta per  abituare il cane al trasportino adatto, potrebbe essere introdurre in fondo al trasportino il pasto quotidiano  e lo snack preferito del cane, in modo tale che spinto dalla curiosità e soprattutto dalla fame e dalla golosità, si precipiti all’interno per appropriarsi di ciò che è suo. Se questo non dovesse avvenire ma semplicemente il cane introdurrà solo la testa per prendere lo snack e poi scappare via, non c’è da preoccuparsi è già un inizio.

Giocattoli

Lo stesso discorso si può fare per quanto riguarda il suo giocattolo preferito. Per abituare il cane al trasportino adatto, basterà introdurre all’interno del trasportino quello che da sempre è il  giocattolo preferito del cane da cui non si separa mai. Se l’esca dello snack ha dato un risvolto positivo possiamo aspettarci che anche il giocattolo potrà avvicinarlo al trasportino.

Tempo

Quando il cane inizia a familiarizzare con il trasportino e sembra rimanerci volentieri per un po’ di tempo, posiziona la sua ciotola all’interno e lascia che sia lì a mangiare, in quel momento prova a chiudere lo sportello, ma resta nei dintorni.

Fido in quel momento non deve sentirsi abbandonato o in trappola, deve sapere che non appena ha finito di mangiare ha la possibilità di uscire. Pian piano nel tempo aumento il suo tempo di permanenza all’interno del trasportino dopo il pasto.

Così facendo aumenta giorno per giorno la quantità di tempo che Fido trascorre all’interno. A questo punto trascorsi un po’ di giorni diventa abitudine ed è possibile cominciare ad imporre il comando come attraverso la parola “entra” e quando obbedisce premialo con un biscottino.

Notte

Prova a chiudere il cane nel trasportino, durante la notte e se hai la possibilità tienilo nella tua camera da letto, giusto per osservarlo e per capire se ha necessità di uscire per i bisogni, senza però cedere al pianto che probabilmente proverà a fare, pur di uscire e dormire sul tuo letto.

Periodo di adattamento

Lascia che il cane porti a termine il periodo di adattamento e potrai lasciarlo all’interno del trasportino quando devi uscire di casa per brevi periodi. Questo perché una volta che sarà capace di rimanere nella gabbietta per 30 minuti senza piangere né mostrare segni di insofferenza, puoi lasciarlo tranquillamente all’interno quando dovrai uscire.

Prima però non dimenticare di fargli fare una passeggiatina e un bisognino che gli possano fare attendere con serenità il tuo ritorno, magari in compagnia del suo giocattolo preferito da rosicchiare per passare il tempo.

Ricordati di seguire le seguenti indicazioni riguardanti l’età e non lasciarlo nel trasportino per troppo tempo:

  • 9-10 settimane di età: 30-60 minuti.
  • 11-14 settimane di età: 1-3 ore.
  • 15-16 settimane di età: 3-4 ore.
  • Più di 17 settimane di età: più di 4 ore (ma non più di 6!).

Potrebbe interessarti anche: Cuccia da esterno: tutto quello che dovete sapere sulla casetta per il cane

Raffaella Lauretta