Home Cani Come riconoscere un cane annoiato: 6 segnali per capirlo

Come riconoscere un cane annoiato: 6 segnali per capirlo

CONDIVIDI

Nonostante la fama di giocherellone, un cane può vivere momenti di noia. Ecco 6 indizi utili per capire se un cane è annoiato o vive un disagio psicologico.


Cane in atteggiamento depressivo

Il cane richiede un impegno costante, e tutti dovrebbero prenderne coscienza prima di adottarlo. Riesce ad essere di grande compagnia, un amico fedele e socievole ma ha anche bisogno di essere stimolato. Richiede attenzioni e tempo per giocare, per uscire a fare la passeggiata e dei momenti di coccole solo per lui. Attenzione a non confondere la noia con un disagio o stress causatogli ad esempio dalla solitudine. Cerchiamo di capire quanto il nostro comportamento influisca sul suo stato d’animo e, per quanto nelle nostre possibilità, cerchiamo di modificare le nostre abitudini.

La noia del cane dal punto di vista scientifico

L’esperta medico veterinario Anne Posthoff ha chiarito che la noia canina ha origine nella mancata espressione della sua energia, che di conseguenza sarà come ‘repressa’. Un cane ha tanta forza e voglia di fare che deve tradursi in un’attività: quando questo non avviene, l’energia accumulata gli provoca stress e ansia. L’atteggiamento di un cane annoiato oscilla tra due poli opposti: la depressione e, al contrario, l’estrema aggressività. Quando dunque notiamo in lui di comportamenti diversi dal solito, è bene soffermarsi a capire quali sono le sue esigenze e provvedere alla loro soddisfazione.

LEGGI ANCHE: Siete sicuri di conoscere il vostro cane? Ecco alcuni comportamenti che potreste fraintendere

6 indizi di un cane annoiato

Atteggiamento ossessivo-compulsivi: se il cane tende a ripetere sempre gli stessi movimenti, potrebbe farlo per distendere la tensione nervosa. Quando il cane infatti accumula energia ha bisogno di ‘scaricarla’ in qualche modo. Ciò può tradursi in: leccarsi con movimenti ripetuti e identici, oppure quando tenta di afferrarsi la coda girando su se stesso. Insomma se notiamo che questi atteggiamenti ossessivo-compulsivi continuano nel tempo sarà bene consultare il parere di un esperto.

Atteggiamento aggressivo-distruttivo: questo può avere una duplice origine poiché questo sfogo fisico potrebbe derivare sia da una energia inespressa, sia da un’ansia di abbandono. Se rientrate a casa e trovate un macello è probabile che il vostro Fido non abbia avuto piacere a stare solo. Ciò non vuol dire che non possiate allontanarvi, ma di certo ci sarà bisogno di insegnare al cane a restare solo in casa. Nel caso di ‘sfogo di energie’ basterà portarlo fuori per fare esercizio fisico, oppure dargli dei giochini suoi da mordere e sbranare.

Atteggiamento depressivo: la noia può talvolta tradursi in apatia. E’ bene accertarsi che questo atteggiamento depresso non nasconda in realtà un malessere fisico: proviamo a stimolarlo e a capire se ha voglia di giocare o no. Se reagisce subito al nostro stimolo si sarà trattato solo di noia, ma se non appare reattivo al nostro invito meglio chiedere il parere di un etologo o un veterinario.

Ci abbaia con forza: di certo non deve destare alcuna preoccupazione un cane che abbaia. Ma se abbaia in maniera così diretta, guardandoci negli occhi e ripetendo il verso con energia e fermezza, probabilmente vuole convincerci a giocare con lui. In fondo come farci capire meglio di così che vuole le nostre attenzioni?

Si aggrappa a noi con i denti: mordere i nostri vestiti è un ulteriore modo per attirare la nostra attenzione e per scaricare energia accumulata. Quando un cane morde oggetti e ospiti per giocare in questo caso però può causare non pochi disagi, sebbene non abbia alcuna volontà di fare male o di nuocerci. E’ sempre un modo per stimolarci a stare con lui e per stare al centro dell’attenzione.

Morde gli altri cani: può costituire un problema un cane aggressivo, soprattutto se con i suoi simili, in particolar modo con quelli più piccoli o gli ultimi arrivati in casa. Sebbene questo modo di ‘giocare’ possa, giustamente, non piacere all’altro, il cane potrebbe sfogare la sua energia anche inscenando una sorta di lotta con il suo simile.

Insomma il cane ha bisogno di sfogare la sua energia altrimenti potrebbe annoiarsi. Quando il cane vuole la nostra attenzione e ce lo fa capire in tanti modi: quindi corriamo da lui a giocare!

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI