Home Cani I cani sanno fingere? Scopriamo se Fido è in grado di ingannarci

I cani sanno fingere? Scopriamo se Fido è in grado di ingannarci

I cani sanno fingere? Fido è in grado di “dirci una bugia”, magari per ottenere qualcosa che desidera? Scopriamo insieme la risposta!

I cani sanno fingere? (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Fido è da sempre il miglior amico dell’uomo: simbolo di fedeltà, sincerità e amore incondizionato, vive fianco a fianco all’uomo da migliaia di anni. Insomma, non esiste alcun essere al mondo di cui ci si può fidare di più. Eppure c’è chi mette in dubbio quello che è un vero e proprio dogma, e si chiede se i cani sono in grado di fingere. Scopriamo insieme la risposta.

La complessità del cane

Il cane può mangiare le nocciole? (Foto Adobe Stock)
Il cane non è solo il miglior amico dell’uomo, ma anche uno degli animali più intelligenti del pianeta (Foto Adobe Stock)

Il cane è molto di più che un animale domestico: è un compagno di vita, con il quale condividiamo anni e anni della nostra esistenza, avendolo sempre al nostro fianco, qualunque cosa accada; e quando se ne va via per sempre è un immenso dolore. Il rapporto che il cane instaura con l’essere umano è speciale, e proprio perché Fido è un animale molto complesso.

È in grado di comprendere le nostre emozioni; capisce il nostro stato d’animo, anche perché a sua volta il cane è in grado di provare emozioni, sia di gioia che di dolore. Ed ha una capacità intellettiva importante, paragonabile a quella di un bambino di 4 anni. Ed in fondo instaurare un rapporto con Fido è proprio come interfacciarsi con un bambino, che resterà tale per tutta la sua vita.

Potrebbe interessarti anche: La mente del cane: gli affascinanti modi in cui lavora il loro cervello

I cani sanno fingere?

Insomma, su Fido possiamo mettere la mano sul fuoco, senza aver timore di bruciarla; ma questo non vuol dire che di tanto in tanto Fido non ci possa giocare un (innocuo) tiro mancino.

(Foto iStock)

Ebbene sì, anche i cani sono in grado di fingere! Il motivo? L’unico tallone d’Achille del nostro amato amico: la pappa!

In effetti il cane potrebbe imparare a fingere per ottenere il tanto agognato bocconcino; ma attenzione, siamo proprio noi, il più delle volte involontariamente, a condizionare i comportamenti del cane, insegnandogli cose sbagliate.

Se il cane comprende che simulando uno stato di tristezza otterrà sempre e comunque il tanto agognato premio, tenderà a ripeterlo nel tempo: se incappate in questo errore, il cane capirà che si tratta di un comportamento che paga e da il suo risultato, in quanto assecondato dal proprietario.

Potrebbe interessarti anche: Gli alimenti che possono sviluppare l’intelligenza del cane: questi i migliori

I risultati di un esperimento scientifico

La biologa evolutiva dell’Università di Zurigo, Marianne Heberlein, ha cominciato a sospettare che i cani fossero in grado di fingere osservando il comportamento dei propri, nel giardino di casa.

cane con ciotola
(Foto Adobe Stock)

Ebbene, la biologa ha deciso di condurre un esperimento complesso, per verificare se la sua impressione corrispondeva a realtà.

L’esperimento prevedeva l’utilizzo di tre scatole: una vuota, una contenente una salsiccia, l’altra contenente un biscotto. I cani selezionati venivano affiancati da tre persone: uno di esse era il proprietario, le altre due persone sconosciute. I cani venivano addestrati a condurre ogni persona verso una delle tre scatole.

Il proprietario e uno dei due sconosciuti avevano il compito di lasciar mangiare al cane il contenuto della scatola a cui venivano condotti; l’altro sconosciuto invece avrebbe dovuto ritenere per sé il cibo.

Ebbene, molto sorprendentemente (o forse no) i cani hanno imparato a condurre il padrone verso la scatola contenente la salsiccia, certi che l’avrebbero avuta in premio; mentre lo sconosciuto incaricato di trattenere per sé il cibo, si è visto condurre nella maggior parte dei casi verso quella vuota.

Insomma, anche i cani fingono, ma in fondo possiamo perdonarli: la pappa è un motivo più che valido.

Antonio Scaramozza