Home Cani Colore definitivo degli occhi del cane: tutte le varietà dalla nascita all’età...

Colore definitivo degli occhi del cane: tutte le varietà dalla nascita all’età adulta

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:51
CONDIVIDI

E’ vero che il colore degli occhi del cane cambia e si tramuta in quello definitivo ben dopo la sua nascita? Tutto quello che c’è da sapere.

Colore definitivo degli occhi del cane
Colore definitivo degli occhi del cane: come sarà e perché (Foto Pixabay)

Scuri o chiari non fa molta differenza: gli occhi del cane riescono sempre ad intenerire il cuore del proprio padrone, e non solo. Ma è curioso sapere come cambierà dalla nascita del cucciolo fino all’età adulta, esattamente come accade nei neonati umani. Vedremo che caratteristiche hanno gli occhi di un cucciolo e come acquisiscono il colore definitivo degli occhi e a quale età. Il discorso naturalmente cambia se ci troviamo di fronte determinate razze: ecco cosa c’è da sapere.

Potrebbe interessarti anche: Malattie comuni agli occhi del cane: ecco 9 disturbi frequenti

Cane appena nato: cosa hanno i suoi occhi

Occhi azzurri
Occhi azzurri (Foto Pixabay)

Come sono gli occhi di un cucciolo appena nato? Non si sa, o meglio non è così facile vederli. Infatti quando un cucciolo nasce tende a tenere gli occhi chiusi fino ad almeno due settimane dal parto. Solo allora si schiuderanno e si potrà intravedere il colore azzurro o blu dei suoi occhi, sebbene esistano delle eccezioni come i cani albini (Leggi qui: Cane albino: caratteristiche, problemi e come prendersene cura). Ma meglio non innamorarsi perdutamente di quegli occhi chiari perché potremmo rimanerne presto ‘delusi’: infatti, a parte qualche eccezione come i Siberian Husky, il colore cambierà. Prima di capire perché e quando cambiano gli occhi di un cane, vediamo soprattutto perché sono azzurri alla nascita.

Il mio cucciolo ha gli occhi azzurri: perché?

Husky
Husky siberiano (Foto Pixabay)

Lo diciamo subito: il colore più diffuso di occhi del cane è sicuramente il marrone e tutta la sua gamma di sfumature. Ma allora perché sono azzurri quando nasce? Perché, a differenza di quelli di un esemplare adulto, essi non posseggono per niente o abbastanza melanina. In realtà si tratta di un non-colore, che però vediamo azzurro solo se vi si riflette un raggio di sole. La riflessione la rifrazione della luce solare fa sembrare gli occhi azzurri o al massimo blu.

La produzione di melanina, al momento della nascita, non è ancora iniziata; solo qualche settimana dopo la nascita si inizierà ad avere una quantità sempre maggiore. La zona dell’occhio, addetta a questa funzione, è la stroma. Qualora la quantità di melanina dovesse mantenersi sempre molto bassa è probabile che il cane abbia gli occhi azzurri anche da adulto. Diverso è il caso degli albini, che possono avere anche gli occhi rossi e con sfumature simili.

Potrebbe interessarti anche: Corpi estranei nell’occhio del cane: sintomi e rimedi

Il colore definitivo degli occhi del cane: quando e come avviene il cambiamento

Colore definitivo degli occhi del cane
Colore definitivo degli occhi del cane: la spiegazione scientifica (Foto Pixabay)

Sarà graduale e di certo non ci ritroveremo con il cane dagli occhi marroni da un giorno all’altro. La ‘trasformazione’ inizia appunto verso le 3-4 settimane di vita: si vedranno dapprima delle piccole tracce marroncine, simili a fili, attorno all’iride. E non tutte le macchie saranno uguali nei cani della stessa età: può capitare che due cani coetanei sviluppino un maggiore (o minore) quantità di colore marrone negli occhi.

Solo verso i quattro mesi si arriverà al colore definitivo. Se gli occhi dovessero cambiare colore in età adulta, facciamo attenzione che non si tratti di un problema oculare. In questo caso però non si tratterebbe di cambiamento di colore vero e proprio, bensì di un appannamento della colorazione originale: potrebbe diventare rossiccia per problemi alla vista come la congiuntivite nel cane.

Qualsiasi sarà il colore degli occhi del nostro amato quattrozampe, di certo per noi saranno sempre i più belli che avremo mai visto.

Francesca Ciardiello