Home Cani Come insegnare al cane il comando No: le regole principali

Come insegnare al cane il comando No: le regole principali

Hai pronunciato la parola “No” ma il tuo amico peloso non ti ha ascoltato per nulla? Ecco come insegnare al cane il comando No.

come insegnare al cane comando no
(Foto Adobe Stock)

Insegnare al proprio amico a quattro zampe determinati comandi è molto importante, soprattutto quando il cane si trova in alcune situazioni che potrebbero compromettere la sua salute.

Nello specifico il comando No è necessario in quanto comunica al nostro amico peloso di smettere di fare determinate cose che possono in quel momento causare li dei danni al cane stesso o ad altri. Vediamo qui di seguito come insegnare al cane a capire la parola “no”.

Insegnare al cane la parola “no”: ecco come fare

Chi convive con un amico a quattro zampe è a conoscenza di vari comportamenti sbagliati che può presentare quest’ultimo.

Il cane rosicchia gli oggetti
Il cane rosicchia gli oggetti: tutte le cause (Foto AdobeStock)

Come per esempio, mordere le scarpe, fare pipì per casa, o anche comportamenti che possono causare problemi di salute al cane stesso, per esempio attraversare all’improvviso la strada.

Tutti questo gesti possono essere fermati tempestivamente insegnando al proprio cane il comando No, per evitare che il cane si trovi in situazioni di pericolo.

È importante, affinché Fido capisca che ciò che sta facendo è sbagliato, pronunciare la parola No nel momento in cui il nostro amico peloso sta per compiere l’azione.

Ciò perché se il comando viene dato troppo presto il nostro amico a quattro zampe non collegherà il gesto (che ancora deve iniziare a svolgere) alla parola.

Se il comando viene dato troppo tardi, quindi quando il cane già sta compiendo il gesto, sicuramente Fido non si fermerà.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al cane il comando lascia e il comando dammi

Come insegnare al cane il comando No

Per insegnare al cane il comando No è molto importante essere coerenti e non cedere mai.

cane possessivo
(Foto Adobe Stock)

Per far capire al meglio un comando ad un cane è utile accompagnare la parola usata, in questo cosa il “no”, con un gesto, in questo caso un pugno chiuso con l’indice dritto.

Questa unione “comando più gesto” sarà utile al cane per comprendere prima il comando. Inoltre è importante aggiungere a ciò anche un verbo per rafforzare di più il comando.

Per esempio se il cane sta mordendo qualcosa, potreste usare il comando non mordere, o nel caso in cui il cane tira al guinzaglio potreste utilizzare il comando non tirare.

Potrebbe interessarti anche: Insegnare al cane a non abbaiare: cause, metodo e consigli utili

Se una volta dato il comando il vostro amico a quattro zampe si ferma, utilizzando il rinforzo positivo, date a Fido un croccantino o un biscottino.

Effettuate varie sessioni di addestramento di 5 minuti. Sarà sicuramente più facile addestrare un cucciolo che un cane adulto, ma non disperate con un po’ di pazienza e tempo tutto sarà possibile.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante