Home Cani Insegnare al cane a non abbaiare: cause, metodo e consigli utili

Insegnare al cane a non abbaiare: cause, metodo e consigli utili

Insegnare al cane a non abbaiare può essere facile se si usa il metodo giusto. Vediamo, insieme, come migliorare il comportamento di fido con dei consigli utili.

Insegnare al cane a non abbaiare
(Foto Pixabay)

Quando l’amico a quattro zampe abbaia si esprime e questo lo sa bene ogni padrone di un cucciolo. Tramite il guaito, fido comunica i suoi bisogni e le sue emozioni, allertando l’umano di una situazione di pericolo. Sono diverse le cause che portano il peloso domestico ad abbaiare e, a volte, il suo guaire continuo può diventare un bel problema. Ci sono momenti, infatti, in cui fido non vuole smettere di abbaiare e si tratta di un comportamento da correggere. Oggi, vediamo come insegnare al cane a non abbaiare.

Insegnare al cane a non abbaiare: cause e metodo

Per fido è indispensabile abbaiare, è il mezzo che ha per comunicare con noi qualsiasi cosa, dalle emozioni che prova alla richiesta di cibo. Ma come si fa quando il suo guaire diventa incessante e fastidioso per noi e per gli altri? Ecco come intervenire, cercando di capirne la causa e usando la strategia giusta.

Come insegnare a fido a non abbaiare
(Foto Pexels)

Il nostro amato amico domestico ha modo di imparare, ogni giorno, delle regole importanti per poter vivere bene con noi. Il cane è un animale predisposto all’apprendimento e dimostra sempre un certo entusiasmo nel conoscere e capire le nostre abitudini di vita all’interno della casa.

Una delle caratteristiche canine è quella di abbaiare. É bello sentire fido abbaiare quando rientriamo a casa da lavoro o quando vede qualcuno intorno a lui e manifesta la sua felicità. Il più delle volte, il suo guaito è tollerabile, poiché non potendo parlare, l’animale si esprime con questa comunicazione vocale.

Ma succede anche di sentirlo guaire incessantemente e, apparentemente, senza motivo; una pratica che può continuare per ore. Se il suo abbaiare diventa compulsivo e frequente, questo atteggiamento può divenire in un problema serio, per noi e per chi è intorno.

Quando il peloso perde il controllo, bisogna innanzitutto risalire alla causa del suo comportamento, capire il motivo del suo cambio improvviso di routine, e non sempre è facile. Vediamo, prima, cos’è il guaito di un cane.

Il guaito è la sua forma di linguaggio sonoro sin da cucciolo, che usava nel rapporto con la madre e con i suoi simili. Richiesta di cibo e cure, manifestazione di paura e pericolo, sono tutte esternate attraverso l’abbaiare. Ereditato dai lupi, fido mantiene questo modo di comunicare per tutta la sua vita.

Il cane abbaia, principalmente, per queste cause:

  • Energia repressa e noia;
  • Solitudine;
  • Frustrazione;
  • Ricerca di attenzione dal padrone;
  • Ansia da separazione nel cane;
  • Paura;
  • Difesa del proprio territorio;
  • Istinto predatorio;
  • Aggressività.

Il metodo step by step per non farlo abbaiare

Dopo aver capito qual è la causa per cui il peloso abbia costantemente, occorre mettere in pratica l’insegnamento per correggere il suo guaire eccessivo. Esiste un modo strategico per insegnare al cane a non abbaiare e per correggere il suo atteggiamento. In generale, il successo del metodo dipende da: età di fido, impegno e abitudini.

Ogni padrone di fido sa bene quanto possa essere insopportabile l’abbaiare incessante, ma la prima regola d’oro è quella di mantenere la calma. Riprendere in modo arrabbiato o violento il proprio cane che abbaia serve solo a ottenere l’effetto contrario. Essere calmi e fermi nel dirgli di smettere, può funzionare in molti casi.

Come abbiamo detto, la semplice noia o la frustrazione di una situazione che lo fa vivere a disagio, possono essere cause comuni per farlo abbaiare sempre. Tenere occupato il più possibile il peloso, è una ottima soluzione e una terapia che non viene ben considerata. Passeggiate all’aperto, attività ludiche e la semplice compagnia possono farlo smettere.

Non dimentichiamo che siamo sì i loro buoni amici, ma siamo anche coloro che si occupano del loro benessere psicofisico quotidiano e, perciò, dobbiamo saper essere rigidi e giusti. I comandi di base sono essenziali in momenti come questo, e sono utilissimi per cercare di farlo smettere e fargli capire che non ha motivo per farlo.

Se le nostre tecniche e la nostra presenza non basta per insegnare al cane a non abbaiare, allora è necessario l’aiuto ulteriore di uno specialista. Informare il proprio veterinario di fiducia sui tentativi falliti è importante per poter aiutare l’animale. In alcuni casi, la causa è più seria e può riguardare una patologia presente in fido. Il medico o lo specialista sapranno fornire le migliori cure o trattamenti per lui.

Potrebbe interessarti anche: Perché il cane abbaia di notte: spiegazione e rimedi per farlo smettere

Fido abbaia sempre: consigli utili per educarlo

Insieme alle poche e semplici regole che abbiamo presentato, ci sono dei consigli efficaci da tenere sempre a mente per educare il cane a non abbaiare in modo indisciplinato. Vediamo insieme quali sono.

Il comportamento del cane
(Foto Unsplash)

Quando il peloso prende l’abitudine di abbaiare tanto e nei momenti inopportuni, a casa o per strada, l’interesse nei suoi confronti è basilare. Il nostro animale può comportarsi di riflesso come noi e se il suo padrone resta tranquillo ed educato, lui farà altrettanto. Perciò, non si deve mai dare importanza al suo abbaiare eccessivo.

Invece di urlare, incitarlo e rendere il cane aggressivo, il segreto è trattarlo con indifferenza in quella situazione. Se fido non vede nessuna reazione al guaito nel suo padrone, tenderà sicuramente a non ripeterla.

Mentre il cane abbaia alla ciotola, si deve attirare la sua attenzione su altro, come un gesto in un’altra stanza e fargli vedere che si è occupati in altre pratiche, questo lo farà incuriosire e smettere di abbaiare.

Se il cane abbaia alle persone fuori o ai suoi simili, la strategia migliore è quella di negargli l’uscita e riportarlo in casa. Questo, però, deve avvenire sempre con un atteggiamento calmo e da educatore da parte del padrone.

Rientrare in casa appena abbaia a qualcuno senza motivo, servirà a insegnargli che se si comporta così, non potrà giocare e stare all’aperto. Col tempo, si stancherà presto di rinunciare al divertimento.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G