Home Cani Come prevenire l’attacco di un cane ad un bambino

Come prevenire l’attacco di un cane ad un bambino

CONDIVIDI

Comportamenti

A Pakistani boy pats his dog at a "Dog and Pet Gala" in Islamabad on April 5, 2015. The shows was organised by Pet Lovers Club Pakistan in collaboration with the Anti-Narcotics Force (ANF) awareness campaign against drug use.  AFP PHOTO / Farooq NAEEM        (Photo credit should read FAROOQ NAEEM/AFP/Getty Images)

Sguardo immobile

In natura i cani tendono a non guardarsi negli occhi in quanto si tratta di una provocazione e una sfida per la dominazione. Dal canto loro, i neonati hanno spesso lo sguardo immobile e non chiudono frequentemente le palpebre. Questo elemento può essere frainteso dal cane che lo potrebbe interpretare come un affronto. Insomma, la qualità dello sguardo di un bambino, risultando non famigliare al cane, incentiverebbe le aggressioni.

Movimento

Il comportamento di un bambino attorno al cane è uno dei fattori più comuni che scatena l’aggressione. Sia il cane che il bambino potrebbero fraintendersi a vicenda. Secondo una psicologa, il movimento imprevedibile e improvviso dei bambini, accompagnato dalle urla e dalle braccia alzate, possono essere elementi che spaventano il cane. E’ necessario insegnare ai cani a convivere con i bambini e ad essere calmi con loro, così come è importante insegnare ai bambini ad interagire con il cane.

Prosegui, clicca successiva