Home Cani Perché il cane difende i bambini: tutte le vere ragioni

Perché il cane difende i bambini: tutte le vere ragioni

Il cane difende i bambini, tutti i veri motivi che si nascondono dietro questo comportamento di Fido. Impariamo a conoscere il linguaggio del cane.

cane difende bambini
(Foto AdobeStock)

Il cane è noto a tutti come il miglior amico dell’uomo e non solo il suo amore si amplifica se invece dell’uomo, il suo amico umano è un bambino.

Il cane è il bambino hanno un rapporto di amore incondizionato che spinge l’animale a proteggere il piccolo uomo a costo della sua stessa vita.

Il cane difende i bambini non solo per amore ma anche per istinto. In questo articolo andremo a conoscere quali i veri motivi per cui il cane difende i bambini.

Il cane difende i bambini: le spiegazioni

cane difende i bambini
(Foto AdobeStock)

Per alcuni cani, tale legame è talmente forte da sviluppare un istinto di protezione nei confronti della famiglia, per cui tendono a proteggerla sempre, arrivando persino a comportarsi in maniera aggressiva di fronte a qualcuno o qualcosa che considerano come una potenziale minaccia.

Il cane tende a difendere i bambini per diversi motivi, ovvero:

  • istinto di protezione: il cane sentirà l’istinto di proteggerli da eventuali sconosciuti (persone o animali) che cercano di avvicinarsi. Tutti i cani sono capaci di manifestare questo istinto di protezione nei confronti di bambini più o meno piccoli, anche se è ancora più evidente in cani che sono stati addestrati alla difesa, come Pastore Tedesco, il Rottweiler o il Dobermann;
  • senso di appartenenza al branco: li vedono come un gruppo sociale a cui appartengono. il cane sente la necessità di proteggere i membri che ne fanno parte per ripagarli di tutto ciò che gli danno e per assicurare la propria sopravvivenza. Nel caso dei neonati, addirittura il cane tende a voler dormire vicino a loro, per esempio mettendosi sotto la culla o fuori dalla porta dove riposa;

Per far in modo che questo atteggiamento sia sano è necessario rafforzare il legame fra bambino e cane. In particolare se il bambino arrivo successivamente all’arrivo del cane.

L’animale risente del tempo che gli viene sottratto e delle coccole mancanti.

Perciò può capitare che possa crearsi della gelosia da parte del cane, ecco perché è opportuno da subito stabilire un buon rapporto tra bambino e cane.

Per far in modo che questo atteggiamento sia sano è necessario rafforzare il legame fra bambino e cane e che si conoscano, sempre sotto la tua supervisione.

Potrebbe interessarti anche: Il cane è possessivo: perché lo fa, come intervenire e gestire le risorse

Il linguaggio del corpo del cane

Il cane come tutti gli altri animali purtroppo non ha il dono della parola, ma fortunatamente è dotato di un complesso meccanismo di comunicazione che può essere:

  • vocale o verbale: con ululati, guaiti e altre vocalizzazioni di durata e intensità differenti ma ben precise nel loro codice di riconoscimento; e
  • non verbale: fatto di espressioni e movimenti del corpo.

Per poter cercare di capire il linguaggio del corpo del cane è opportuno osservare la sua postura e alcune parti del corpo che l’animale utilizza per esprimere uno stato d’animo.

Di seguito alcuni esempi di come il cane usa il suo corpo per comunicare:

  • muove la coda: quando il cane muove la coda la maggior parte delle volte lo fa perché è felice ma è anche un modo per dire che è pronto, attento, ma anche che è in ansia per qualcosa o qualcuno;
  • usa la postura: le principali posture del cane sono: quando piega il capo da un lato e ti guarda vuol dire che sta cercando di capire ciò che gli viene chiesto; sdraiato, con una zampetta alzata, è un segnale molto forte di sottomissione e di fiducia nei confronti del suo padrone;
  • usa gli occhi: quando sono ben aperti, fermi e vigili, in questo caso il cane è arrabbiato e pronto all’attacco. Se invece gli occhi sono socchiusi è un segnale di piacere, di sottomissione al padrone e di profondo rilassamento;
  • il cane muove le orecchie: quando Fido mette le orecchie tutte indietro, appiattite sulla testa, può essere un segnale di paura, ma non di aggressività; se le orecchie del cane sono indietro e gli occhi socchiusi, indica uno stato di piacere; se invece sono dritte è in uno stato di allerta;
  • usa la bocca: se il cane lecca il padrone è un segnale d’affetto; se il cane lecca il muso di un altro cane, significa che riconosce un animale dominante; se invece Fido lecca il suo stesso naso, vuol dire che è tranquillo e rilassato.

Potrebbe interessarti anche: Cosa significano i vari movimenti delle orecchie del cane

Comportamenti strani del cane

Il cane potrebbe sembrare un animale alquanto semplice da comprendere ed invece molto spesso assume degli strani comportamenti. Di seguito alcuni esempi di questi comportamenti che il cane mostra:

Questi sono solo alcuni degli atteggiamenti strani del cane a cui è possibile dare una o più spiegazioni, e per i quali non occorre preoccuparsi, a meno che non diventano ossessivi e quindi ripetitivi.

Raffaella Lauretta