Home Cani Prendersi cura del pelo del Bull Terrier: dalla toelettatura al bagnetto

Prendersi cura del pelo del Bull Terrier: dalla toelettatura al bagnetto

Come ogni razza di cani, anche il Bull Terrier ha bisogno di toelettatura, cure per il pelo e pulizia, ma nel modo giusto.

cane bull terrier cura pelo toelettatura
(Foto Pixabay)

Il “gladiatore dei cani” è un cane davvero divertente e buffo, molto giocoso con la sua famiglia. E tutto questo con un corpo piccolo e tozzo ma molto forte. Il suo pelo, di vari colori e fantasie, è corto e piatto, ma ha bisogno di cure regolari anche se semplici.

Il pelo del Bull Terrier

Il Bull Terrier ha un pelo corto, che perde durante l’anno, anche in inverno. Per questo, va eseguita una cura costante.

cane bull terrier cura pelo toelettatura
(Foto Pixabay)

Fortunatamente, il suo pelo è semplice da tenere pulito e in salute, basterà un bagno una volta al mese (o anche ogni due mesi).

Il bagno del Bull Terrier in realtà va fatto due volte, in alcuni casi. Dipende dal tipo di pelo e di pelle del nostro cane.

Il primo sarà sufficiente per la maggior parte dei cani, con uno shampoo apposito per cani, in modo che il suo pelo sia pulito e lucido.

Se però il nostro pelosetto ha una pelle sensibile o soffre di allergie, meglio fare il primo bagno con uno shampoo ipoallergenico.

Il secondo bagno potrà essere utile nei cani senza problemi di pelle, per dare un profumo più buono al suo pelo, grazie a shampoo e balsamo veterinario profumati.

Scegliamo prodotti di qualità e specifici per cani. Mai usare detergenti e prodotti per umani, sono molto dannosi per la pelle dei nostri animali domestici.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Bull Terrier: tutti i motivi e qual è il suo padrone ideale

Igiene e pulizia delle orecchie

Come per ogni razza, è importante curare l’igiene del corpo del nostro cane anche al di là del solo mantello.

adottare cane bull terrier
(Foto Pixabay)

Il Bull Terrier ha bisogno di ricevere una pulizia regolare delle orecchie, per evitare problemi come infezioni o arrossamenti.

Il metodo più semplice è approfittare di un momento di coccole o di gioco, e almeno una volta alla settimana controllare le orecchie del nostro pelosetto.

Se notiamo arrossamenti, detriti, o altri segni, puliamo le orecchie con un batuffolo di cotone (o un tovagliolo di carta) imbevuto di detergente specifico per uso veterinario.

Non facciamo mai colare acqua nel canale auricolare del nostro cane. Nel caso, asciughiamo accuratamente con un tovagliolo di carta o un batuffolo di cotone.

Se non notiamo invece problemi specifici alle orecchie quando le controlliamo, una pulizia mensile con una soluzione apposita sarà sufficiente.

Così saremo sicuri di prevenire ogni possibile problema alle orecchie del nostro cane, che potrebbero diventare anche gravi e richiedere cure veterinarie più particolari.

Come abbiamo spesso già ricordato, quando puliamo le orecchie del nostro cane non dobbiamo mai spingerci oltre il punto fin dove possiamo vedere.

Potrebbe interessarti anche: Come lavare il cane in casa senza sforzo, in modo semplice ed efficace

Altri consigli per la pulizia del Bull Terrier

Oltre a quanto descritto finora, ci sono altre attenzioni per l’igiene del nostro Bull Terrier, molto importanti per la sua salute.

bull terrier prova gioia letto osso
(Foto Flickr)

Gli occhi, ad esempio, vanno puliti da eventuali corpi estranei con una soluzione specifica durante il bagnetto, così che siano sempre luminosi.

Durante il bagno, per i cuscinetti delle zampe possiamo usare un balsamo per renderli morbidi ed elastici, così da prevenire ferite e rotture.

Inoltre, la coda di questa razza è nota per avere problemi di pelle. Per questo, meglio usare uno shampoo esfoliante su questa zona del corpo, per tenere sotto controllo i residui di olio.

F. B.