Home Cani Salute dei Cani Il cane ha la pelle irritata: cause, sintomi e trattamento

Il cane ha la pelle irritata: cause, sintomi e trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:29
CONDIVIDI

Il cane ha la pelle irritata, quali le possibili cause? Quali sono i segnali che possiamo individuare? Come possiamo intervenire?

il cane ha la pelle irritata
Il cane ha la pelle irritata, quali le possibili cause? (Foto AdobeStock)

Molto spesso capita di vedere il nostro amico a quattro zampe soffrire di un forte prurito, dovuto ad una forte irritazione della pelle che genera nel cane oltre ad un enorme fastidio anche una situazione particolare di irritazione della pelle. Per quanto possiamo mostrare un’estrema attenzione nel nostro animale domestico, succede sovente che Fido possa patire questo tipo di dermatite. Vediamo quali le cause della pelle irritata nel cane e come possiamo intervenire per dare sollievo e curare il nostro fedele compagno.

Il cane ha la pelle irritata: le cause

dermatite cane
Lesione da dermatite nel cane (Foto Adobe Stock)

A generare questa condizione di pelle irritata nel cane è spesso l’uso di alcuni materiali tessili, come ad esempio: la lana o le fibre presenti in diversi oggetti, come tappeti, asciugamani o coperte. Purtroppo sono proprio questi materiali che utilizziamo per abbellire la nostra abitazione che possono contribuire all’scatenare una condizione di pelle irritata nel cane.

Ragion per cui laddove l’animale dovesse presentare questa irritazione con probabili attacchi di prurito nel cane, è bene eliminare quanto prima la presenza di questi materiali o quanto meno non lasciare che il cane si avvicini ad essi. In ogni caso a generare questa fastidiosa condizione di pelle irritata nel cane non è solo la presenza di questi oggetti ma anche probabili dermatiti come:

  • dermatite parassitarie: la dermatite parassitaria può essere causata dai parassiti. In generale è caratterizzata dalla presenza di prurito e dalla manifestazione di puntini rossi che, improvvisamente, compaiono su una cute normale;
  • dermatite di origine batterica o micotica: è una condizione causata dalla presenza di batteri o funghi;
  • dermatite allergica di origine alimentare: pelle irritata nel cane è causata dall’ipersensibilità nei confronti di allergeni presenti nel cibo, come carne, latticini, cereali, soia, uova, pesce o alcuni additivi chimici;
  • dermatite atopica nel cane ossia cutanea: una dermatite comune nei cani giovani di età compresa tra i 6 mesi e i 3 anni, dovuta ad un’ipersensibilità a diversi allergeni che si trovano nell’ambiente, come ad esempio: acari, pollini, spore e quant’altro.

Potrebbe interessarti anche: Allarme allergie nei cani sempre più diffuse: fido schiavo del prurito

Segnali a cui fare attenzione

cane malato
Dermatite acuta umida nel cane.(Foto AdobeStock)

Il cane a differenza del gatto è un animale molto espressivo, non si nasconde davanti a qualche problematica e non nasconde per niente la sua sofferenza. Ecco perché l’osservazione quotidiana dell’animale durante la giornata, notare il suo comportamento, i suoi spostamenti e le sue abitudini è fondamentale. Inoltre è necessario fare attenzione all’eventuale manifestazione di determinati atteggiamenti, come ad esempio:

  • il continuo grattarsi del cane;
  • il cane tende a mordersi addirittura il primo strato di la pelle;
  • è presente arrossamento;
  • gonfiore;
  • croste;
  • desquamazione;
  • ispessimento della pelle;
  • cerca di trovare sollievo strofinandosi contro oggetti.

Davanti anche ad uno solo dei segnali, appena citati, fatti in modo insistente, bisogna portare l’animale a controllo dal veterinario, senza lasciare che la situazione degeneri e si evolva in peggio.

Trattamento della pelle irritata nel cane

cane bagno
Il bagno per il cane è un momento un po’ stressante ma utile. (Foto Pixabay)

Ciò che deve essere chiaro a tutti i padroni dei nostri cari amici a quattro zampe e che prima di somministrare qualunque soluzione casalinga fai da te, occorrerà agire applicando tutte le possibili attenzioni e chiedere consiglio al tuo veterinario di fiducia. Solo lo specialista, sarà in grado di diagnosticare la causa della pelle irritata nel cane e di conseguenza il prurito e di conseguenza raccomandare il trattamento corretto.

La diagnosi si basa sui sintomi ed è confermata dai risultati degli esami sulla cute o sui campioni cutanei, oppure dalla presenza di farmaci sospettati, irritanti o infezione. Per il trattamento molto spesso vengono prescritti corticosteroidi topici, qualche volta abbinati ad antibiotici o altri farmaci.

In alcuni soggetti, può essere utile l’esposizione alla luce ultravioletta (fototerapia). In linea di massima oltre al trattamento prescritto dallo specialista, ciò che può dare sollievo all’animale possono essere i seguenti rimedi:

  • bagni di acqua fredda: generalmente si consiglia di lavare il cane con acqua tiepida ma in questo caso per alleviare il prurito è necessario utilizzare acqua fredda (inferiore alla temperatura del corpo del cane), in quanto il cane percepisce maggiormente il contrasto con la temperatura corporale e ne trae beneficio;
  • lozioni idratanti e calmanti: le lozioni idratanti e calmanti sono una delle soluzioni più suggerite e indicate nel caso in cui il cane abbia la pelle irritata. Nelle farmacie specializzate, troviamo davvero diverse soluzioni, le migliori risultano essere quelle a base di urea e glicerina o di acidi grassi essenziali, le quali tengono idratata la pelle irritata. Consultare sempre il veterinario in quanto prima di scegliere la lozione, bisogna tenere conto dell’eventualità di possibili allergie pregresse dell’animale.
  • shampoo dermatologici: per lavare il cane con la pelle irritata, si raccomanda l’uso di shampoo dermatologici, prodotti a base di estratti colloidali di avena e glicerina, i quali possiedono un effetto calmante e idratante. Questo tipo di soluzione deve essere applicata con un massaggio delicato, energico ma senza danneggiare la pelle. Dopodiché anche per quanto riguarda l’asciugatura del pelo dell’animale, bisognerà essere delicati ed utilizzare un asciugamano e non il phon;

Come in tutte le altre problematiche del nostro amico a quattro zampe, la prevenzione è sempre la migliore alleata. Ragion per cui è bene osservare un calendario per i trattamenti antiparassitari e limitarsi agli alimenti previsti per le diete ipoallergeniche.

Inoltre in particolari giornate dove la presenza di polline è eccessiva nell’aria, meglio evitare passeggiate e non dimenticare di tenere una corretta igiene all’interno della tua casa e nella sua cuccia.

Potrebbe interessarti anche:Come pulire la cuccia o la brandina del cane

Raffaella Lauretta