Home Cani Salute dei Cani Dermatite atopica nel cane: cause, sintomi e trattamento

Dermatite atopica nel cane: cause, sintomi e trattamento

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:32
CONDIVIDI

Esiste una condizione che causa un forte prurito. Questa è la dermatite atopica nel cane, ma quali sono i trattamenti per limitare i sintomi?

Dermatite atopica nel cane (Foto iStock)

La dermatite atopica o atopia è una malattia infiammatoria cronica che provoca forte prurito nel cane, è la seconda causa più comune di prurito nel cane dopo la dermatite allergica da pulci.

Di solito il cane vittima di questa patologia presenta una barriera cutanea debole, in quanto la pelle sana dell’animale in generale impedisce agli allergeni di penetrare, diventando impermeabile.

La dermatite atopica è una malattia con basi genetiche molto chiare, esistono perciò razze altamente predisposte, esiste quindi una trasmissione genetica accertata. 

Anche per questa malattia ci sono determiante razze più colpite, queste sono: Beauceron , Pastore tedesco ,  Bulldog francese , Boxer , Bulldog inglese , Cairn Terrier, Chihuahua , Golden Retriever , Labrador , Setter, Shar-pei, West Highland White Terrier , Yorkshire terrier .

I sintomi della dermatite atopica nel cane

Dermatite nel cane
Dermatite atopica nel cane (Foto iStock)

I sintomi di solito compaiono tra i 2 mesi e 3 anni. La dermatite atopica può essere temporanea e stagionale all’inizio, con accenni di miglioramenti spontanei, ma le condizioni tendono a peggiorare nel tempo e i sintomi ritornano e persistono durante tutto l’anno.

I principali sintomi della dermatite atopica sono prurito ed eritema sulla pelle del cane (arrossamento) ma possono comparire anche lesioni secondarie come graffi, perdita di peli, croste e ispessimento della pelle.

I sintomi sono presenti principalmente sul viso (labbra e palpebre), sulle orecchie (otite ceruminosa cronica), sugli arti e sulla pancia. I sintomi della dermatite atopica possono essere aggravati da fattori come:

  • un’infezione secondaria (batterica o fungina) frequente durante l’atopia;
  • infestazione parassitaria nel cane (zecche e pulci);
  • secchezza cutanea: alcuni cani hanno una predisposizione genetica responsabile della secchezza della pelle;
  • alimentazione: intesa come particelle di cibo che il cane rilascia sulla pelle mentre lecca;
  • l’ansia;
  • un aero-allergene corrispondente all’acaro Dermatophagoides Farinae .

Il trattamento della dermatite atopica nel cane

malattie della pelle dei cani dermatite
La dermatite nel cane: rimedi (Foto Pixabay)

Il trattamento della dermatite atopica nel cane è complesso. L’unico trattamento delle allergie è l’eliminazione dell’allergene dall’ambiente  e nel cibo del cane o il ripristino della tolleranza nei confronti dell’allergene (desensibilizzazione).

Contemporaneamente bisogna intervenire e gestire i sintomi (prurito, superinfezione) con terapia combinata a misure igieniche (controllo delle pulci, shampoo, rafforzamento della qualità della pelle). Di solito si tratta di un trattamento a lungo termine, soprattutto se non è causata dal cibo.

Nei casi in cui il cibo non è coinvolto, di solito il trattamento ha una gestione a lungo termine (malattia cronica). Per controllare il prurito eccessivo, può essere utilizzato il cortisone ma per un breve periodo, tipo pochi giorni.

Poiché la base di questa condizione è genetica, i cani atopici (con condizioni morbose) richiedono trattamenti per tutta la vita. L’intervento tempestivo e il trattamento adeguato, forniscono un buon controllo della malattia.

Diagnosi di dermatite atopica nel cane

zona genitale cane
La zona genitale del cane (Foto fonte iStock)

La diagnosi può essere difficile, poiché la dermatite atopica presenta sintomi simili a molte altre malattie della pelle. Proprio per questo facendo riferimento alla storia del cane, il veterinario può richiedere uno studio sulle eventuali allergie del cane.

L’indagine per valutare determinate allergie, viene eseguita tramite l’esame al sangue del cane, prelevando un piccolo campione di siero dal cane, anche se questi test sierologici non sono del tutto efficaci. 

Lo studio che risulta più specifico e appropriato è un’analisi intradermica, in cui piccole quantità di diversi allergeni vengono iniettate sotto la pelle del cane. Questi allergeni portatori della malattia produrranno sulla pelle, una risposta immediata.

Cosa fare quando inizia una crisi?

carezze al cane
Cosa fare durante la crisi di dermatite (Foto Pixabay)

Fronteggiare una crisi scatenata dalla dermatite atopica, è molto difficile, risulta essenziale consultare il proprio veterinario e assolutamente evitare di intervenire da soli, potremmo far più male che bene, al nostro amico a quattro zampe.

Spesso infezioni, batteri e funghi, sono presenti e non sono purtroppo identificabili senza esami specifici (esami citologici ). Il trattamento durante tutta la fase deve essere seguito dal veterinario per rendere possibile la regolazione dei farmaci.

Il cane nel tempo potrebbe ricadere nella problematica con recidive che per fortuna, però possono essere prevenute o ridotte, logicamente tutto questo, seguendo misure igieniche rigorose ma anche molto semplici:

  • la spazzolatura quotidiana eseguita delicatamente sul corpo del cane;
  • un antinfiammatorio topico ed emolliente nelle aree più colpite;
  • l’uso di detergenti delicati, per l‘igiene delle orecchie del cane ;
  • un trattamento mensile contro parassiti come, pulci e zecche;
  • la dieta ipoallergenica;
  • dei prodotti per l’igiene come: shampoo, spray, schiume o pipette emollienti (idratanti) settimanali o mensili.

Raffaella Lauretta

Potrebbero interessarti anche i seguenti link:

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI