Home Cani Insegnare al cane a farsi fare un prelievo: un’impresa difficile

Insegnare al cane a farsi fare un prelievo: un’impresa difficile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:40
CONDIVIDI

E’ una delle istruzioni più difficili da impartire a Fido: come insegnare al cane a farsi fare un prelievo? Ecco qualche consiglio

insegnare cane farsi fare un prelievo
Come insegnare al cane a farsi fare un prelievo? (Fonte foto Pixabay)

Insegnare al cane a farsi fare un prelievo è sicuramente una delle lezioni più sfidanti per un padrone, per diversi motivi. Non c’è la possibilità di fare un allenamento specifico e mirato, vista l’occasionalità dell’azione.

In questo articolo proveremo a fornirvi delle indicazioni di carattere generale.

Come mai è così difficile insegnare al cane a farsi fare un prelievo?

addestrare cane prelievo sangue
Il cane a controllo dal veterinario (foto iStock)

Far stare fermo e buono Fido durante un prelievo è senza dubbio un’impresa molto difficile per ogni padrone, almeno per due motivi.

Stavolta non abbiamo a che fare con un addestramento di quelli più comuni, come insegnare al cane a dare la zampa o insegnargli a non abbaiare. Non si tratta di problemi che hanno a che vedere con l’educazione del cane, ma è una situazione particolare: è un’analisi medica che si fa sporadicamente e non c’è modo di fare esercitazioni specifiche per abituare Fido all’azione.

In secondo luogo, il cane tende a muoversi sempre molto durante la visita dal veterinario, anche solo quando si tratta di un controllo fisico esterno, perciò diventa ancora più irrequieto nel caso di un trattamento invasivo come il prelievo del sangue. A volte, alcuni veterinari preferiscono sedare i cani durante il prelievo, per evitare problemi nella gestione dell’animale.

Alcuni consigli

comando cane stare fermo prelievo
Insegnare al cane a stare fermo a seguito di un nostro comando potrebbe essere utile anche dal veterinario

Abbiamo visto come questa sia sicuramente un’impresa difficile, ma non impossibile.

Per aiutare lo specialista a portare a termine l’esame del prelievo, potrebbe essere utile cominciare con l‘insegnare al cane come stare fermo, sotto una nostra chiara e univoca indicazione. Questa può essere anche un nostro semplice comando “fermo”, o qualsiasi altra forma di addestramento che riteniamo utile affinché Fido apprenda che, a seguito dell’indicazione ricevuta, debba mantenersi tranquillo e non muoversi.

Basterà esercitarsi più volte quando si è a casa e confidare sul fatto che, una volta appreso il comando, il nostro amico a quattro zampe lo rispetti anche in altri contesti, come ad esempio nell’ambulatorio medico.

Per avere successo nell’intento di effettuare un prelievo canino senza particolari problematiche, un ruolo chiave è ricoperto anche dal veterinario. Il medico deve essere abbastanza veloce, ma nello stesso tempo deve mostrare esperienza ed accortezza per mettere a suo agio Fido ed effettuare l’analisi nel modo meno invasivo possibile.

 

Potrebbe interessarti anche >>>

R.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI