Home Cani Le mestruazioni della cagna: durata, sintomi e tutti i rimedi

Le mestruazioni della cagna: durata, sintomi e tutti i rimedi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:22
CONDIVIDI

La cagna vive i disagi del ciclo mestruale: ma come funzionano le mestruazioni canine? Ecco quanto durano e come aiutare la cagna in quel periodo.

Cagna mentre è in calore

Il periodo del ciclo mestruale canino coincide col periodo in cui la cagna è in calore, ed è dunque strettamente legato al periodo di massima fertilità. Infatti per gli esperti è improprio usare la locuzione ‘ciclo mestruale’, in quanto è preferibile specificare le differenze che intercorrono tra le mestruazioni di una donna e quelle di una cagna. E’ importante annotare quante volte all’anno e quale è la durata del ciclo effettivo della nostra cagna, per riconoscere subito eventuali anomalie e parlarne con il veterinario.

La durata e le fasi del ciclo

Almeno due volte all’anno la cagna dovrà sopportare, esattamente come le donne, i disagi legati al ciclo mestruale. Le mestruazioni canine appaiono all’incirca due volte in un anno ma durano molto di più: infatti la cagna raggiunge il periodo di fertilità massima ogni 6/8 mesi vi sono alcune razze che sono nel periodo di maturità sessuale ogni 4/6 mesi. Questo varia a seconda della razza, ma è fondamentale annotare tutti i possibili cambiamenti del ciclo e comunicarli all’esperto per scongiurare problemi alle ovaie. Capiremo anche perché è improprio parlare di ‘mestruazioni’ canine ed è preferibile la terminologia: ‘calore della cagna’.

Segnali di allarme

Ad esempio se il ciclo dovesse presentarsi dopo tre mesi e quello successivo dopo sette, questo potrebbe essere segno di una grave anomalia. Insomma l’importante è che sia sempre regolare e segnalare in tempo al veterinario se sono cambiate le ‘abitudini’ mestruali della nostra cagna.

Le fasi del ciclo

Come per la donna, anche le mestruazioni canine si dividono in fasi e ognuna di loro ha delle peculiarità e delle sue caratteristiche. Vediamo quali sono e cerchiamo di riconoscere le diverse fasi del ciclo estrale o canino, facendo particolare attenzione al colore del sangue che varia a seconda del momento.

Proestro

Ha una durata variabile che va dai 3 ad un massimo di 9 giorni. Il sangue espulso dalla cagna ha un colore rossastro intenso o marrone. Il colore scuro indica che il livello di LH, ormone luteinizzante, sta stimolando l’ovulazione.

Sintomi del proestro

La cagna è piuttosto scostante in questa fase del ciclo, in quando non ha ancora raggiunto il livello di ovulazione che le consente di accoppiarsi. Infatti possiamo facilmente notare che coincide con il periodo in cui la cagna rifiuta l’accoppiamento, e addirittura la presenza dei cani che le si avvicinano.

Estro

Dopo il proestro, arriva la fase della piena maturità fertile della cagna. Il colore che caratterizza la fase del ciclo è quello di un sangue giallino paglierino, con venature rosate. Ha una durata variabile tra i 3 e i 9 giorni, durante i quali la cagna è pronta ad accoppiarsi poiché non ha più sanguinamento.

Sintomi dell’estro

Dopo un iniziale rifiuto, in questa fase delicata la cagna raggiunge il picco del desiderio sessuale ed è ben disposta all’accoppiamento con i cani che le si avvicinano. Tuttavia vi sono delle differenze: il periodo migliore per l’accoppiamento è il primo giorno dell’estro, ovvero in piena ovulazione.

LEGGI ANCHE: Quando il cane è in calore: tutto quello che c’è da sapere.

Diestro

E’ una fase che potrebbe ingannare coloro che non hanno ancora dimestichezza con questo periodo delicato delle cagne. Dura circa due mesi nel corso dei quali la cagna mostra i sintomi una gravidanza canina, sebbene non sia in realtà incinta.

Sintomi del diestro

In questa delicata fase la cagna torna a rifiutare i contatto con il maschio per due possibili motivi: o è rimasta incinta oppure soffre di una gravidanza isterica. In pratica gli ormoni in questo momento potrebbero condizionare il comportamento della cagna, che si presenta i sintomi di una gravidanza, effettiva o irreale che sia.

Anestro

E’ la fase conclusiva del ciclo che può durare anche dai 130 ai 250 giorni. E’ un periodo di inattività sessuale, che potrà ricominciare solo con l’estro del successivo ciclo mestruale.

Sintomi dell’anestro

La cagna rifiuta categoricamente il maschio e questo senso di ‘fastidio’ al contatto con l’altro sesso dura di certo più di due mesi.

Differenze tra ciclo mestruale umano e canino

Se pensate che le mestruazioni dei cani siano uguali a quelle delle donne, vi sbagliate. Non lasciatevi ingannare dal fatto che nelle prime fasi del ciclo la cagna soffra di perdite di sangue. Il discorso è molto più complesso e le differenze sono fondamentali, tanto è vero che sarebbe più corretto parlare di ciclo mestruale nella donna e di calore della cagna.

Il ciclo nella donna

Se l’ovulo non è stato fecondato, al 28˚ esimo giorno l’endometrio si stacca dalla parete uterina e causa il flusso di sangue.

Il ciclo nella donna corrisponde alla fine del ciclo mestruale ed è molto improbabile restare incinte ed essere fecondate in questo periodo del ciclo.

Il ciclo nella cagna

Indipendentemente dal fatto che l’ovulo sia stato fecondato o meno, il sanguinamento canino non dipende dal distacco dell’endometrio dalla parete uterina. Il sangue è dovuto ad un irroramento maggiore della zona e non è legato al fatto che la cagna non sia rimasta incinta.

E’ proprio in questo periodo che dobbiamo fare più attenzione perché la cagna potrebbe rimanere incinta molto facilmente. A differenza delle donna in questa fase del calore della cagna è molto alta la fertilità: se non vogliamo che la nostra cagnolina ci dia degli eredi, è bene tenerla staccata da eventuali contatti sessuali con gli esemplari maschi.

Cosa fare durante questo periodo

Oltre a ribadire che se non vogliamo che la nostra cagna diventi mamma è bene fare particolare attenzione ad eventuali accoppiamenti, vi sono una serie di piccoli accorgimenti da adottare in questo periodo delicato della cagnolina.

Tante coccole

Per quanto possa sembrare strano la fase di calore nella cagna non comporta alcun dolore. Vi possono essere dei sintomi particolari quali un’eccessiva pulsione ad urinare, oppure una insolita aggressività o una fame nervosa. In realtà sebbene le cagne non soffrano i tipici dolori mestruali che torturano le donne, fare le coccole al cane è sempre un’ottima idea. E’ una fase naturale ma delicata quindi qualche attenzione in più farà di certo piacere alla nostra amica a quattro zampe.

Niente bagnetti

Sebbene sia una fase delicata nella quale il sangue può portare non pochi disagi in casa, è sconsigliato l’uso di bagnetti frequenti. In questa fase di calore l’umidità potrebbe favorire la nascita di infezioni e funghi.

Attenzione alle malattie

Se avete deciso di far accoppiare la vostra cagnolina, sebbene non vi sia nessun obbligo biologico per cui la cagna debba restare incinta almeno una volta nella vita, attenzione ad alcune patologie. Tra queste la più pericolosa è la brucellosi, che potrebbe causare addirittura la fine della gravidanza e una permanente infertilità.

F.C.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI