Home Cani Portare il cane in aereo: costi, condizioni e su quali compagnie può...

Portare il cane in aereo: costi, condizioni e su quali compagnie può viaggiare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37
CONDIVIDI

Vuoi partire per le vacanze e portare il cane in aereo con te? Tutto quello che c’è da sapere prima di salire a bordo con Fido.

Portare il cane in aereo
Portare il cane in aereo: cosa occorre sapere prima della partenza (Foto AdobeStock)

Chi ha detto che per fare una vacanza non possiamo godere della compagnia del nostro amico a quattro zampe? Di certo e per fortuna le compagnie di trasporto hanno compreso le esigenze dei padroni che sia per vacanza sia per motivi di lavoro e di necessità non vogliono e non possono rinunciare alla compagnia del loro amato cane. ma quali sono le compagnie aeree che accettano la presenza a bordo di un animale domestico e, soprattutto, quali sono le condizioni e le regole da seguire per viaggiare col cane in aereo.

Potrebbe interessarti anche: Viaggiare con il cane in taxi: condizioni, norme e rischi

Cane in aereo: può sempre salire a bordo?

Fido a bordo
Fido a bordo (Foto AdobeStock)

Purtroppo non è così scontato che le compagnie aeree accettino di far salire a bordo il nostro amico a quattro zampe, sebbene molte stanno cambiando i loro regolamenti proprio per consentire di viaggiare insieme a Fido.  Naturalmente un discorso a parte meritano i cani guida, la cui presenza è ammessa sempre e comunque insieme al suo padrone. Sempre meglio chiedere informazioni alla compagnia scelta e chiedere anche le condizioni di viaggio: consideriamo che alcuni cani saranno costretti a viaggiare in stiva e la sua ansia per il viaggio non potrà che aumentare.

Le compagnie che accettano cani a bordo

Sebbene molte compagnie di volo, anche low cost, abbiano aperto la possibilità di viaggiare anche ai nostri amici a quattro zampe con politiche sempre più Pet-Friendly, non tutte li accettano. Sempre meglio però chiamare la sede prima del viaggio e capire quali sono le regole da rispettare durante il volo. Alcuni cani in condizioni particolari, il più delle volte, non sono ammessi a bordo, ovvero: cagne in gravidanza (Leggi qui: La gravidanza della cagna: le fasi, i sintomi e i consigli pratici), cani in calore, cani brachicefali (per evitare eventuali problemi respiratori). A proposito delle norme Anti-Covid pare non ci siano ulteriori restringimenti, ma è sempre meglio informarsi con una telefonata preventiva (anche perché ogni compagnia ha le sue condizioni di viaggio che possono variare). Qui di seguiti tutte le compagnie aeree, anche low cost, che ammettono animali a bordo:

  • Alitalia
  • Air Italy
  • Air Dolomiti
  • Aegean Airlines
  • Aeroflot
  • Air France
  • American Airlines
  • Blue Panorama
  • British Airways
  • Delta Airlines
  • Finnair
  • Iberia
  • Lufhtansa
  • KLM
  • Pegasus
  • SAS
  • Tap Portugal
  • US Airways
  • Volotea
  • Vueling.

Potrebbe interessarti anche: Festival della carne di cane di Yulin: l’aereo per salvare 99 Golden Retriever

Cane in aereo: condizioni di viaggio

aerei
Aerei (Foto Pixabay)

Il viaggio per un cane non è mai un’esperienza piacevole, quindi dobbiamo fare di tutto per non stressarlo più del dovuto. Solitamente i prezzi per il trasporto di un animale domestico in stiva variano: si va da un minimo di 20 euro (per tratte brevi) fino a un massimo di 300 euro per i voli internazionali. Molto dipende anche dal peso del cane: solitamente fino ai 10 kg il cane può viaggiare i cabina col padrone, se inserito in un trasportino per cani (il peso totale deve essere comprensivo anche del peso della gabbia). Il trasportino deve essere morbido, tale da essere infilato sotto al sedile. Meglio ancora se il fondo è coperto da materiale assorbente, come ad esempio carta di giornale.

Nel caso di cane di grossa taglia, o comunque medio-grande, il viaggio avverrà quasi sicuramente in stiva. Il cane di grossa taglia dovrà viaggiare in kennel, su cui sarà apposto un adesivo IATA (International Air Transport Association), con i dati del cane e del suo padrone. Il kennel dovrà essere adeguato alle dimensioni del cane perché, se troppo grande, potrebbe essere un problema in acso di turbolenze: il cane sarà sballotto lato da una parte all’altra della gabbia. Il cane non dovrà indossare né museruola né guinzaglio

Meglio dirlo subito: non sarà un’esperienza piacevole per il cane, soprattutto se non vi è abituato. Quindi è bene valutare il problema in anticipo. Solo i cani guida sono esclusi dal discorso del peso: loro viaggiano sempre in cabina col padrone, indipendentemente dalla loro stazza fisica.

Portare col cane in aereo con le compagnie più attive in Italia

Vediamo ora brevemente quali sono le condizioni di viaggio imposte dalle Compagnie, anche non italiane, ma di certo tra le più prenotate per i viaggi nazionali e internazionali. Meglio informarsi preventivamente per capire se, con l’avvento del Covid, sono state inserite alcune limitazioni e restringimenti rispetto al passato.

Alitalia: le regole variano in base all’aereo che si occupa di fare quella particolare tratta. Si ammettono a bordo, in cabina, animali domestici fino ai 10 kg: quelli che superano questo peso vanno in stiva. Il costo varia a seconda della rotta: per i voli nazionali, il sovrapprezzo è di 40 euro; per i Paesi europei il costo si aggira intorno ai 75 euro, mentre  per il resto del mondo sui 200 euro. Meglio informarsi sulle tariffe speciali per alcuni luoghi come USA, Messico, Giappone, Cina e Medio Oriente.

Ryanair: questa compagnia solitamente non accetta cani a bordo. Perfino i cani guida hanno una presenza limitata a bordo: sono ammessi solo per determinate tratte.

EasyJet: anche questa compagnia non accetta cani a bordo, e anche i cani guida hanno numerose restrizioni.

Potrebbe interessarti anche: Cane sui mezzi pubblici: tutte le regole da rispettare

Documenti di viaggio

I documenti necessari per viaggiare variano a seconda del Paese da cui si parte e  in cui si atterra: per alcuni, come ad esempio Regno Unito e Irlanda, è necessario che il cane sia dotato di chip. Tutti gli animali devono aver compiuto i tre mesi di vita; sul libretto sanitario dovranno essere registrate tutte le vaccinazioni (attenzione a rispettare il calendario), soprattutto quella l’antirabbica (Leggi qui: Vaccinazioni per cani: calendario, a cosa immunizzano, costi e controindicazioni). Altro documento fondamentale, da portare sempre con sé, è il passaporto identificativo (quello rilasciato dai servizi sanitari del Comune di residenza). Il passaporto europeo del cane lo si ottiene dopo una serie di provvedimenti, quali: microchip al cane e certificazione antirabbica.

In base poi al luogo dove si atterrerà è necessario informarsi sulle vaccinazioni necessarie e obbligatorie in quel Paese: ad esempio in Italia, in alcune regioni, è necessario il vaccino per la Leishmaniosi nel cane.

Portare il cane in aereo: gli ultimi consigli prima di partire

Portare il cane in aereo
Portare il cane in aereo: consigli utili (Foto Pixabay)

Facciamo in modo che l’esperienza di viaggio sia piacevole, sia per il cane sia per il padrone: per fare questo basterà seguire alcuni consigli molto semplici da mettere in pratica. Innanzitutto prima della partenza meglio far abituare gradualmente il cane al trasportino o al kennel, così che si senta più a suo agio: se messo all’improvviso, al momento della partenza, si sentirà come ‘in gabbia’. Possiamo inserire all’interno del vano un nostro oggetto oppure il suo giocattolo preferito. Dietro consiglio del veterinario, possiamo somministrargli dei feromoni per cani e altre sostanze con effetto del tranquillante.

Meglio che il cane non mangi prima del viaggio, per evitare episodi di nausea e vomito. La cosa migliore è farlo mangiare almeno quattro ore prima della partenza e fargli fare gli ultimi bisogni poco prima della partenza, proprio per evitare spiacevoli inconveniente durante il viaggio.

F.C.