Home Cani Razze di cani Alano: carattere, caratteristiche, aspetto, salute, prezzo e cuccioli

Alano: carattere, caratteristiche, aspetto, salute, prezzo e cuccioli

L’Alano, detto anche Danese o Gran Danese (anche se è di origini tedesche), è uno degli esemplari più conosciuti e apprezzati, anche grazie alla sua icona nella grande azienda Disney.

É di taglia extra large, ma affettuoso, dolce e sensibile. Può essere adottato dagli inesperti, a differenza degli anziani che devono fare attenzione per le sue grosse dimensioni.

Adora i bambini ed è perfetto per gli adulti. Capisce subito i comandi de padrone e li svolge senza difficoltà. E’ obbediente e si lega subito al nucleo familiare. Si adegua a qualsiasi luogo, dalla campagna alla città.

Caratteristiche

Quali sono le caratteristiche principali di questa razza?

Alano cucciolo
Alano cucciolo

  • Tipo d’impiego: Cane da compagnia, guardia e protezione
  • Taglia: Gigante
  • Vita Media: 8 anni
  • Altezza maschio: 80-90 cm
  • Altezza femmina: 72-84 cm
  • Peso maschio: 65-80 Kg
  • Peso femmina: 55-65 Kg
  • Riconoscimento: ENCI, FCI

Carattere e stile di vita

L’Alano è perfetto come cane da compagnia dato il suo carattere equilibrato. Adora stare con i bambini ed è ideale per gli adulti.

Purtroppo, la sua taglia extra large non gli permette di giocare come vorrebbe con i più piccoli, infatti occorre la presenza di un adulto poiché un suo movimento potrebbe essere fatale per la creatura.

È adatto a vivere una vita domestica ma necessità di grande spazio date le sue dimensioni. L’aspetto gli permette di essere un gran cane da guardia perché riesce a dissuadere i malintenzionati, anche senza abbaiare, ma quando lo fa spaventa tutti, in quanto ha una gran voce.

Protegge i suoi cari e chiunque gli sia a cuore. Gli piace stare in compagnia però la presenza degli estranei a volte lo turba. Ma non risulta aggressivo. Vuole stare sempre con la famiglia e adora la presenza del padrone, tanto da sbavare quando gli è accanto. Non pretende i suoi spazi. Preferisce la casa con giardino, anziché vivere in campagna.

Riesce a tollerare il caldo, ma non per molto, e quindi in estate si consiglia di farlo bere spesso e dargli un luogo all’ombra. L’inverno invece è un vero incubo per questa razza, se dovesse essere lasciata fuori al freddo o con la pioggia, perché non ha sottopelo che lo protegge.

Di natura socievole, può convivere con i gatti senza creare problemi. Altrettando riesce a fare con i suoi simili, ancor meglio se sono cresciuti insieme. Il suo istinto da guardino e da protettore verso la famiglia, non lo farà scappare dall’abitazione con molta facilità. È molto intelligente da capire subito i comandi.

All’inizio veniva usato per la caccia alla selvaggina e l’istinto predatorio, raramente potrebbe prendere il sopravvento, ma per far sì che ciò non accada ha bisogno di un’educazione precoce così da gestirlo.

Prezzo: quanto costa un cucciolo di Alano

Il costo per questa razza diffusissima nel nostro Paese è di circa 1000€. Ci sono allevamenti riconosciuti dall’Enci quasi in tutta l’Italia, dal nord al sud.

Il prezzo del Deutsche Dogge può variare in base al sesso all’età e le sue origini. Ma non può scendere il budget per un cucciolo con pedigree derivato da linee selezionate.

La cifra da spendere per il sostentamento mensile è di 90 euro circa, per poter soddisfare tutte le sue esigenze.

Aspetto generale

D’aspetto grande e potente, ma armonioso ed elegante. L’andatura deve essere leggera, sciolta ed elastica.

Testa e collo

La testa è assottigliata con stop evidente e tartufo di grandi dimensioni con un colore nero. Gli occhi hanno la giusta distanza tra di loro con una forma a mandorla. Le dimensioni sono grandi e il colore è scuro.

Le orecchie sono pendenti, con attaccatura alta ma non devono ricadere troppo aderenti al volto. Hanno una forma a V però la parte sottostante è leggermente arrotondata.

Il collo è lungo, con una lieve inclinazione verso il davanti. La presenza di giogaia è considerata un difetto.

Tronco e coda

Il tronco deve essere racchiuso in una forma quadrata, quello di un maschio. Invece, la femmina può avere il tronco leggermente rettangolare. Ha una groppa massiccia e lievemente inclinata.

Il torace è grande e profondo con petto in evidenza ma non in modo eccessivo. Il ventre è retratto e forma una linea curva.

La coda non è accettata dallo standard se è ad unico, arricciata o con troppo pelo. Viene portata a sciabola se è in movimento, a riposo, invece è distesa. Non deve essere troppo lunga ma deve avere una base doppia e appiattirsi verso la punta.

Arti

Gli arti devono essere in appiombo. Gli arti anteriori sono lievemente inclinati in avanti. Gli arti posteriori hanno una coscia lunga e massiccia. I piedi sono di forma rotonda con dita ricurve e raggruppate.

Pelo e mantello

Il pelo dell’Alano è corto, denso, lucido e brillante. I colori ammessi dallo standard per il mantello, sono: fulvo, tigrato, nero, blu e arlecchino. Tutti gli altri colori sono considerati difetti.

Il padrone ideale per l’Alano

Poter fare il padrone di questo cane è solo un privilegio poiché è una razza tranquilla che obbedisce, preferisce stare in compagnia della famiglia, è legato al padrone, un esemplare docile senza essere aggressivo.

Nonostante la sua taglia XXL può spaventare, in realtà è amato dai bambini per essere il cane più famoso della Disney. La persona che lo adotta deve essere tranquilla, calma e serena per rispecchiare il carattere del cane.

Però bisogna far capire al cane, molto intelligente, chi comanda poiché la troppa sensibilità potrebbe portare il cane a prendere il sopravvento. Le persone inesperte devono essere consapevoli della sua taglia e come poterlo gestire.

Si consiglia di acquistarlo dalla nascita così da cucciolo gli si può insegnare un’educazione ferma e coerente, senza avere grosse difficoltà. Gli anziani che hanno molto tempo a disposizione possono adottare l’Alano, ma è necessario che siano attivi per potergli garantire delle passeggiate quotidiane.

È proprio in cerca del calore della famiglia e preferisce passare più tempo possibile con loro. Può giocare con i bambini, ma occorre la presenza di qualche adulto poiché qualche suo movimento non voluto, potrebbe mettere in pericolo il bambino, data la sua taglia gigante. È protettivo nei loro confronti.

Se vogliamo adottare un secondo cane oltre al nostro Alano, meglio che sia di una razza maggiormente compatibile con lui / lei.

Non preferisce essere lasciato in giardino da solo a fare la guardia tutta la giornata. Si mantiene attivo ma non è un cane portato per lo sport perché ha problemi alle ossa, e ne risentirebbe.

Infatti, un proprietario sportivo può stare al suo fianco ma non deve spronarlo. Ciò nonostante, non deve stare fermo sul divano con delle persone sedentarie e fragili.

Purtroppo, la sua taglia extra large non lo aiuta negli spostamenti, tanto da non seguire il padrone. Però farlo restare solo in casa non è la miglior soluzione, perché la noia lo porta a distruggere tutti gli oggetti.

Alimentazione

La crescita di questa razza è molto rapida, poiché l’Alano passa dai 600 gr alla nascita a quasi 70 kg a circa un anno di vita. Nonostante sia di taglia XXL, non risulta obeso, ma riesce a mantenere un bell’aspetto.

Alano adulto
Alano adulto

Questo grazie agli alimenti che assume tramite l’aiuta di un veterinario. Dalla nascita ai sei mesi deve poter mangiare tre pasti completi durante tutta la giornata. Poi sono sufficienti due al giorno.

Si consigliano delle ciotole alte per una giusta digestione. Non si hanno preferenze di cibo che sia cruda, secca o fatta in casa deve poter nutrirsi con una sana alimentazione.

Toelettatura

Ha un pelo corto, liscio e lucido. La toelettatura dell’Alano in realtà non è necessaria, bisogna solamente mantenere il pelo in buone condizioni e per farlo occorre un’attenzione quotidiana.

Deve essere spazzolato ogni settimana per avere un mantello sempre splendido. Durante tutto l’anno la caduta del pelo è moderata, inizia ad essere più frequente nei periodi di muta, che avvengono due volte l’anno: in autunno e primavera.

Patologie comuni

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie. Tra queste abbiamo:

Curiosità sull’Alano

Come tante altre razze di cani, anche il Gran Danese, o Alano, è legato a tante storie interessanti e curiose.

Cenni storici

Le origini di questa razza le troviamo in Germania, il suo Paese natio. A dare un nome a questi esemplari furono un gruppo di allevatori che decisero di chiamare Deutsche Dogge, ossia Mastino Tedesco, diversi gruppi di cani, provenienti dal sud della Germania, dalle caratteristiche uguali all’attuale Alano.

Così nel 1888 fu fondato il Deutsche Doggen Club. Nel 1880 fecero il primo standard provvisorio poiché prima di esso venivano divisi per taglia e in base al colore del mantello.

Molti lo conoscono anche con il nome di Danese, e questo porta a pensare che sia nato nel Regno della Danimarca, ma in realtà questo fu un equivoco provocato da un disegno del naturalista francese George Buffon, che chiamò questo cane Grand Danois, per la sua diffusione in Danimarca durante la prima guerra mondiale.

Oltre ai nomi citati ne tiene anche un terzo quello più diffuso, e usato in Italia: l’Alano, che venne ufficializzato nel 1920.

É probabile che i discendenti sono gli Alaunt, cani combattenti e muscolosi, arrivati in Europa  nel IV secolo, grazie ai barbari Alani, antico popolo iraniano. Li usavano per la guerra, ma con il tempo si resero conto che erano bravi nella caccia, in particolare al cinghiale, ma non erano da meno per stanare un cervo e un orso.

Questa sua scaltrezza e velocità, si ipotizza che è dovuta all’incrocio con i levrieri per migliorare la resistenza e la velocità nelle battute di caccia. In quanto un cane belligerante era apprezzato dai nobili per essere il cane da guardia dei loro castelli.

L’aspetto aggraziato e distinto lo fece diventare il cane di moda tra le corti reali. Con il tempo è sempre stato più apprezzato, fino ai giorni nostri. Nel 2001 è stato redatto la stesura dello standard attuale, in cui non è possibile più tagliare le orecchie.

Nomi per questa razza

L’Alano è un cane molto conosciuto a livello internazionale anche grazie alla sua immagine per la Disney, nelle vesti di Pippo. Per dare un nome, adatto alla sua fama abbiamo preferito ispirarci ai cani più famosi.

Qui potete trovare la lista di nomi per cani che vi aiuterà a scegliere quello più adatto ed originale per il vostro cucciolo.

  • Femmina: Marley e Lucky;
  • Maschio: Snoopy e Scooby-Doo.

Nella storia e nei film

Il cane più grande al mondo era un Alano ed era chiamato Zeus, che purtroppo è deceduto all’età di 5 anni nel 2014. Possiamo anche ricordare Freddy, un Alano con due premi mondiali. Per essere il cane più alto del mondo e anche quello più vecchio.

Questa razza è stata l’ispirazione di molte persone sia nel mondo cinematografico che in quello dei fumetti e per finire ha fatto parte anche di grandi capolavori letterari.

Possiamo ricordare qualcuno, citando: Scooby Doo, nel cartone animato chiamato con il suo nome che fu creato da Hanna-Barbera; Pippo l’amato cane della Walt Disney, amico di Topolino e Paperino; Sansone il protagonista delle strisce di fumetti; Brutus un alano nel film Disney Quattro bassotti per un danese; Danny, l’amico dei dalmata ne La carica dei 101.