Home Cani Razze di cani Australian Shepherd: razza, caratteristiche, carattere e salute

Australian Shepherd: razza, caratteristiche, carattere e salute

DESCRIZIONE

Il Pastore Australiano o anche conosciuto come L’Australian Shepherd è un cane di taglia media, brillante, spedito e vigoroso con tanta voglia di giocare, saltare, correre e godersi l’aria aperta. Si adegua a qualunque padrone, riscontrando qualche difficoltà in più con gli anziani e i sedentari. E’ perfetto per gli inesperti e gli sportivi. Da cucciolo adora giocare con i bambini e d’adulto vuole rendersi utile per compiacere il padrone. Facile da accudire, per la sua docilità e obbedienza. Si adatta in qualunque luogo, che sia il piccolo appartamento, una villa con giardino o una fattoria in campagna. Non è aggressivo, ed è diffidente solo in caso è opportuno.

CARATTERISTICHE

  • Tipo d’impiego: Cane da pastore e da fattoria
  • Taglia: Media
  • Vita Media: 12-14 anni
  • Altezza maschio: 51-58 cm
  • Altezza femmina: 46-53 cm
  • Peso maschio: 25-32 Kg
  • Peso femmina: 15-25 Kg
  • Riconoscimento: ENCI

CARATTERE E STILE DI VITA

L’Australian Shepherd riesce ad adeguarsi a qualunque stile di vita, purché soddisfino i suoi bisogni fisici e mentali. Non ha difficoltà con i cambiamenti climatici, infatti in inverno, con un sottopelo che si adatta a qualsiasi condizione, non teme il freddo, però deve stare lontano dalle temperature glaciali. Stessa come in estate, non ha grosse difficoltà ma deve potersi riparare dalle ondate di forte caldo. La coabitazione con i felini è possibile farla in modo sereno, se abituati da cuccioli. Altrettanto può fare con i suoi simili, poiché sta proprio bene in compagnia di altri, anzi viene anche considerato tra i cani che con più compatibili con i Pitbull. La vita d’appartamento la riesce a gestire, ma già le sue dimensioni non sono adatte per stare chiuso in una piccola casa. Si consiglia, infatti, una casa con giardino ampio e con tanto verde, così può essere libero di fare ciò che vuole. Questo non dovrà essere un limite per farli uscire in modo quotidiano. Infatti, ha bisogno di prendere aria per poterlo tenere in casa. La paura che scappiano, con questa razza non è molto valida perché solo se si sentisse esclusa potrebbe farsi un giro nei dintorni dell’abitazione, tanto è che non si consiglia di recintare il perimetro. È perfetto per una compagnia agli adulti e per giocare con i più piccoli, perché ha bisogno di passare del tempo con l’essere umano. Tanto da non essere indipendente, anzi resta sempre vicino alla sua famiglia. Non ha l’indole di cacciatore, ma ci sono casi rari in cui, potremmo vedere questa razza, inseguire delle piccole prede. Il suo carattere lo porta a non essere aggressivo o diffidente con gli estranei, ma se vede che sono una minaccia, si fa vedere e farò scappare i malviventi. Nato come cane pastore, può svolgere, quindi, anche il compito da guardiano alle proprietà e al gruppo sociale a cui tiene. Ha un carattere favoloso, è fedele al padrone, giocherellone con tutti, sensibile, intelligente, allegro e dolce.

PREZZO

Il costo per questa razza cambia in base alle origini, al sesso e all’età. Nel nostro Paese ci sono molti allevamenti riconosciuti dall’Enci, la maggior parte si trovano tra il centro e nord Italia, e il prezzo si aggira intorno ai 1000 euro per un cucciolo registrato con pedigree. Il budget per il sostentamento è di 40 euro al mese così da soddisfare tutte le sue esigenze.

ASPETTO GENERALE

Il pastore australiano è ben strutturato, si percepisce in modo leggero che è più lungo che alto di statura. E’ di media grandezza, possente e maestoso. E’ un cane rustico ma dalla compostezza regale e raffinata. E’ una delle poche razze che presenta gli occhi blu. 

Australian Shepherd cucciolo
Australian Shepherd cucciolo

TESTA E COLLO

La testa non è molto grande, ma è ben proporzionata con il cranio schiacciato e curvato. Lo stop non è eccessivo con il tartufo di colore simile al mantello che offre. Gli occhi hanno una forma a mandorla, con una dimensione media. Non sono troppo distaccati tra di loro ed hanno una colorazione che può variare dal marrone, all’ambra e al blu. Le orecchie sono attaccate alte con una forma di V, leggermente ripiegati in aventi con spessore medio. Il collo è possente e lievemente arcuato.

TRONCO E CODA

Il tronco è potente ma snello con una linea superiore diritta e orizzontale dal garrese alla punta delle natiche. La groppa è leggermente in discesa, con il torace stretto e le costole cerchiate. La coda può essere corta o lunga. E’ inserita alta e va a ricadere sulla groppa. La forma è quella ad uncino quando è in movimento.

ARTI

Gli arti anteriori sono sottili ma muscolosi con con spalle schiacciate e ben oblique. Gli arti posteriori risultano grandi, in appiombo al suolo ed hanno la coscia vasta con i garretti leggermente angolati. I piedi sono di forma ovale, con dita raggruppate e ricurve.

PELO E MANTELLO

Il pelo è liscio o ondulato, doppio e compatto di media lunghezza. Presenta anche un sottopelo in inverno. La peluria non è omogena su tutto il corpo, infatti, sulla testa, sulle orecchie, sulla parte anteriore degli arti e garretti, risulta più corto. Invece, sulla parte posteriore degli arti, sul collo e culotte è più lungo. Il colore del mantello può essere variegato ma i colori ammessi sono: blue merle, nero, red merle o rosso. E’ consentito anche qualche esemplare con macchie bianche o leggere focature su tutto il corpo.

PADRONE IDEALE

Non è nato come cane da compagnia, ma come cane da pastore, ciò nonostante, è perfetto per stare in famiglia. Riesce a stare in contatto con i bambini e si rivolge con dolcezza verso di loro. Si presta poco a giocare quando è adulto, ma da cucciolo preferisce divertirsi con i più piccoli. Attenzione però a far rispettare le regole ai bambini, così da non trattarlo come il loro pupazzo. Per la sua maestosità e la sua indole da pastore non è ideale per gli anziani e sedentari, ma potrebbe andare bene per il lato caratteriale, ossia: amorevole, dolce e affettuoso. Ha bisogno di padroni carichi d’energia, attivi, sportivi, che gli consentano molta attività fisica e lo spronino fisicamente e mentalmente con giochi di tipo olfattivo e sociale. Tra l’altro sono perfetti anche per delle escursioni tra le montagne, perché amano l’aria fresca e pura. Questo perché eccelle anche in molti sport canini, come: l’agility dog, il freestyle canino, il canicross e il traibball. È perfetto per coloro le persone che hanno delle fattorie e devono avere una guida per il bestiame, poiché mette in pratica tutte le capacità da pastore. Lavoratore eccellente, adatto per una prima adozione visto che si presenta come un cane obbediente e intelligente, svolgendo qualsiasi compito gli venga chiesto. Questo lo rende un perfetto cane da compagnia. Le dimensioni non gli consentono di seguire il padrone ovunque vada, ma secondo le norme obbligatorie per il trasporto, in alcuni mezzi potrebbe essere spostato. Si presenta come un eccezionale compagno di viaggio, perché adora le avventure. Per poterlo lasciare da solo a casa, è essenziale che sia stato formato in modo progressivo, fin da cucciolo, alla solitudine. Se ciò non è stato possibile, occorre gestirlo, presentandogli delle attività che lo tengano impegnato, durante l’assenza del padrone. In caso contrario, quindi senza nessuno stimolo, questa razza tende a masticare qualsiasi cosa veda avanti a sé. L’educazione deve poter essere impartita con modi equilibrati, senza metodi aggressivi o troppo severi. Essendo goloso, il cibo potrebbe aiutare in questa fase, ma attenzione a non esagerare con i fuori pasto. Però la sua robustezza unita all’intelligenza, potrebbe permettergli di prendere il sopravvento, quindi ci deve poter esse anche la giusta dose di fermezza e coerenza. Non è difficile ammaestrare il Pastore Australiano, perché si distingue per la sua obbedienza e fedeltà.

TOELETTATURA

L’Australian Sheperd nonostante ha un pelo medio-lungo non è opportuno una toelettatura particolare. Sono sufficienti le pettinate belle cariche per togliere i granelli di polvere, foglie o ramoscelli incastrati nel mantello. Durante il periodo di muta che avviene due volte all’anno, in primavera e in autunno, perde tantissimo pelo. Si possono fare dei bagni per eliminare i peli morti.

ALIMENTAZIONE

Grazie all’attività che svolge è sempre in movimento e questo gli permette di mantenersi in forma senza mettere peso con tanta facilità. Dato il lavoro che svolge è opportuno un’alimentazione carica poiché consuma molte energie. Attenzione però a non mettere il cibo alla sua altezza perché è un cane ghiottone. Occorre scartare delle razioni di cibo umide in quanto non soddisfano i suoi bisogni, infatti, si consiglia un’alimentazione tradizionale a base di carne cruda, verdure fresche e carboidrati.

PATOLOGIE

Questa razza, anche se regolarmente vaccinata e curata, potrebbe essere maggiormente predisposta ad alcune patologie.

CENNI STORICI

Per le origini del Pastore Australiano si può pensare che provenga dall’Australia, ma in realtà il suo luogo madre sono gli Stati Uniti d’America. Ciò nonostante, ha un legame con il bellissimo Paese, in quanto i suoi antenati, probabilmente erano cani da pastore basca che arrivarono nel XIX secolo in America. Agli albori veniva usato come cane da pastore, ma dopo la Seconda guerra mondiale, grazie alla sua disciplina, subordinazione e intelligenza prende il sopravvento diffondendosi un po’ ovunque, anche in Italia. L’espansione dell’Australian Shepherd è avvenuta con la comparsa nei film, concorsi, spettacoli  e rodei. Così si iniziò ad allevarlo anche per essere impiegato nelle fattorie. Anche se è passato del tempo, gli appassionati riescono a mantenere la versatilità, l’intelligenza e l’istinto da pastore. L’ASCA (Australian Shepherd Club of America) è il primo Club ufficiale della razza che è stato creato nel 1957 e avviarono il primo libro genealogico. Per far sì che venisse riconosciuto uno standard per fissare le linee e i parametri, si dovettero aspettare ben vent’anni. Nel 1991, infatti, si è ufficializzato lo standard di razza che venne fatto dall’American Kennel Club (AKC), ma nel 1993 a far parte in modo ufficiale dell’AKC HERDING GROUP. Nel 1996, invece, anche la FCI (Fédération Cynologique Internationale) riconobbe questa razza come indipendente.

Australian Shepherd adulto
Australian Shepherd adulto

NOMI

Questo cane dal pelo lungo, morbido e colorato è un esemplare da pastore eccezionale. Anche se vive nelle campagne, ha un’aspetto elegante, appropriato alle sue origini. Per dargli un nome adatto potete farvi trasportare dalle tradizioni e cultura Americana. Qui potete trovare la lista per il nome al vostro cane.

  • Femmina: Channel e Hannah
  • Maschio: Speedy e West

CHICCHE

Il Pastore Australiano è molto diffuso in Italia e possiamo vedere alcuni esemplari anche sullo schermo televisivo, come ad esempio: Milly, una dolce femmina di questa razza nel film ‘Sansone’.

Questa razza è anche il migliore amico a quattro-zampe della famosa attrice statunitense Amanda Seyfried. Finn, è il nome del meraviglioso cagnolone di solo quattro anni.