Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Canaan dog: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Canaan dog: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Canaan dog: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza di cane del Medio Oriente.

canaan dog
(Foto AdobeStock)

Avete deciso di adottare un Canaan dog ma conoscete molto poco le caratteristiche di questa razza?

Niente paura, in questo articolo ci occuperemo, nello specifico, di come prenderci cura del pelo del Canaan dog e non solo della sua toelettatura ma anche dell’igiene totale del suo corpo.

Partire dalla conoscenza della tipologia di pelo e al tipo di cura che bisogna avere, è fondamentale, in quanto, servirà a non danneggiare la sua salute e ad avere accanto un bel esemplare pulito e curato.

Scopriamo quindi, le caratteristiche fisiche di questa razza e come avere cura del pelo del Canaan dog.

Prendersi cura del pelo del Canaan dog: tipo di pelo

Cominciamo, con il dire che quando si parla di pelo del cane, non si descrive solo un aspetto estetico, un semplice mantello colorato a copertura del corpo ma si tratta di un elemento importante con diverse funzionalità.

Caratteristiche quali: una seconda pelle che protegge l’epidermide dagli agenti esterni e fa da interfaccia nell’interazione con il mondo esterno e regola la temperatura corporea.

Ecco perché occorre avere cura del pelo del Canaan dog, sapere innanzitutto con che tipo di pelo abbiamo a che fare e quanto tempo occorre dedicargli.

Del Canaan dog, oltre a sapere che si tratta di un cane di media taglia, dall’aspetto simile ad un cane selvatico, con un’altezza che oscilla tra 50-60 cm e un peso tra 18-25 kg.

Sappiamo essere dotato di un manto fitto, duro e diritto, tendenzialmente corto e che può arrivare massimo ad una lunghezza media.

Può essere di diversi colori: da sabbia a rosso-marrone, bianco, nero o pezzato con o senza maschera. I colori che richiamano quelli della sabbia del deserto, oro, rosso o crema, sono i più tipici della razza.

La spazzolatura e le spazzole adatte

Come dicevamo, il Canaan dog possiede un mantello corto, ragion per cui non ha bisogno di particolari attenzioni.

accessori gatti
(Foto AdobeStock)

Infatti va spazzolato una volta a settimana, cercando di stabilire una routine per evitare che l’animale possa spaventarsi ogni volta.

Per spazzolare il Canaan dog occorre:

  • un pettine;
  • un guanto con piastra in gomma, per portar via i peli morti;
  • una spazzola morbida per lucidare.

Preparare, prima gli accessori e poi accomodarsi nella postazione solita per spazzolarlo, è sempre una buona soluzione per tranquillizzare l’animale.

Come del resto, applicare  lo stesso rituale e anche lo stesso tipo di procedura ogni volta, può rasserenarlo.

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani compatibili con il Canaan dog: amici a quattro zampe

Il bagnetto del Canaan dog

Quando per il vostro Canaan dog, arriverà il momento del bagno, occorrerà procurarsi dei prodotti specifici che non danneggino la salute e il pelo del cane.

L’acqua deve essere da tiepida a leggermente calda, ma mai acqua bollente perché può bruciare la pelle del cane.

È necessario, inoltre, avere tutto ciò che occorre nelle vicinanze, un asciugamano pulito, una tazza per il risciacquo e i bocconcini per dopo o durante per premiarlo del buon comportamento.

Tutto questo, sarà possibile solo dopo aver terminato il ciclo di vaccinazioni previsto.

Inoltre essendo una razza a pelo corto non occorreranno più di due bagnetti l’anno. Naturalmente tutto dipenderà anche dallo stile di vita del cane e quanto riesce a sporcarsi.

Oltre al bagnetto, è necessario occuparsi anche delle orecchie, degli occhi, della bocca e delle unghie del vostro Canaan dog.

La pulizia quotidiana delle diverse parti del corpo deve avvenire in modo delicato e poco invasivo.

Potrebbe interessarti anche: Curiosità sul Canaan dog: storie, origini, caratteristiche e tant’altro

Una cattiva igiene del corpo può compromettere la salute dell’animale, causando molteplici patologie ai danni dell’organismo del cane, come: le malattie della bocca (quali carie e gengivite nel cane); le infezioni alle orecchie (otiti e quant’altro); malattie degli occhi (congiuntivite nel cane).

In merito al taglio delle unghie del cane, se il cane si mostra poco collaborativo, è meglio rivolgersi al veterinario o esperti in toelettatura, altrimenti potrebbe risultare un’operazione difficile e pericolosa.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.