Home Cani Salute dei Cani Poliartrite immuno-mediata nel cane: cause, sintomi e cura

Poliartrite immuno-mediata nel cane: cause, sintomi e cura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:34
CONDIVIDI

La poliartrite immuno-mediata nel cane, è una malattia che provoca una forte disabilità. Impariamo a riconoscere i sintomi per aiutare Fido.

cane sotto coperta
La poliartrite immuno-mediata è una manifestazione infiammatoria che va a colpire almeno due articolazioni.(Foto AdobeStock)

La poliartrite immuno-mediata è una manifestazione infiammatoria che va a colpire almeno due articolazioni. Le cause della poliartrite sono varie e possono essere classificate come infettive o immunitarie.

Potrebbe interessarti anche: Come alleviare il dolore dell’artrite nel cane, soprattutto in inverno

Cause della poliartrite immuno-mediata nel cane

cane
Cane malato.(Foto AdobeStock)

Le cause della poliartrite immuno-mediata sono varie e possono essere catalogate come infettive o immunitarie. Tra le cause infettive più conosciute abbiamo la leishmaniosi o la malattia di Lyme mentre l’origine batterica è più rara. La poliartrite di origine immunitaria comprende diverse malattie tra cui:

  • Artrite reumatoide, infiammazione cronica che porta alla deformazione e alla distruzione delle articolazioni colpite;
  • Il lupus eritematoso sistemico è la principale causa di poliartrite non erosiva, una malattia infiammatoria che può colpire molti organi, comprese le articolazioni;
  • Artrite reattiva associata a un processo del cancro;
  • La poliartrite con una predisposizione razziale di Greyhound, Shar Pei o persino il Great Dane, per esempio. Quando la causa della poliartrite non viene identificata, si chiama artrite idiopatica.

Sintomi

cane cancro
La depressione uno dei sintomi che genera la poliartrite(Foto storia di Facebook / Animalkind)

I sintomi dei pazienti affetti da poliartrite cronica possono venir fuori lentamente, con fasi di dolori articolari. La poliartrite immuno-mediata comporta la presenza di diversi sintomi, come ad esempio:

  • zoppia che può colpire e passare da un arto all’altro;
  • rigidità nell’andatura o persino rifiuto di compiere sforzi;
  • la febbre nel cane;
  • depressione;
  • affaticamento;
  • perdita di peso;
  • deformazione;
  • manifestazioni articolari;
  • sintomi oculari.

Potrebbe interessarti anche: Le malattie autoimmuni nel cane: cosa sono e quali sono

Diagnosi e trattamento della poliartrite immuno-mediata nel cane

cane dal veterinario
Cane dal veterinario per controllo delle articolazioni(Foto AdobeStock)

Effettuare anzitutto una accurata raccolta dell’anamnesi in particolare per infezioni o traumi recenti. Eseguire un attento esame obbiettivo generale e locale per accertarsi in primo luogo del carattere infiammatorio dell’artrite e per escludere patologie associate. Successivamente al fine di diagnosticare la poliartrite immuno-mediata sono necessari diversi esami, come:

  • l’esame del liquido sinoviale aiuta a oggettivare l’infiammazione articolare.
  • la radiografia valuta possibili alterazioni ossee e alterazioni dei tessuti molli.
  • l’artroscopia mostra una grave infiammazione dell’articolazione;
  • una risonanza magnetica.

Nonché gli esami del sangue al cane, ematologico e biochimico e la PCR. Oltre agli esami del sangue, conviene fare l’esame delle urine completi e un’ecografia toracica e addominale per escludere focolai primari che possono provocare la formazione di immunocomplessi.

Per il trattamento della poliartrite immuno-mediata, viene utilizza nella maggior parte dei casi, la terapia a base di cortisone e un immunosoppressore. Di solito si tratta di una cura che viene fatta a vita: si comincia con un dosaggio di attacco, per scalare progressivamente fino a trovare il dosaggio e la frequenza minima che permettono di tenere i sintomi sotto controllo.

Per alleviare il dolore e rendere la vita di Fido di una buona qualità, il veterinario consiglia anche la fisioterapia associata ai farmaci. La prognosi varia a seconda dell’origine della malattia. Nella maggior parte degli altri casi la prognosi per il recupero funzionale degli animali è molto favorevole.

Nel caso invece della poliartrite reattiva a seguito di un fenomeno tumorale, la prognosi è associata alla gravità del processo del cancro. Grazie anche alla diagnosi precoce e a nuovi farmaci a disposizione, è possibile alleviarne in maniera soddisfacente i sintomi, ma soprattutto rallentarne la progressione. Da tenere ben presente che se non trattata, questa malattia porta a una distruzione delle articolazioni e, pertanto, alla disabilità.

Raffaella Lauretta