Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo del Chippiparai: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Chippiparai: dalla toelettatura al bagnetto

Cura del pelo del Chippiparai: tutto quello che è utile sapere dalla toelettatura al bagnetto di questa razza di cane indiana.

levriero
(Foto AdobeStock)

In questo articolo ci occuperemo, non solo della toelettatura ma anche dell’igiene totale del corpo di una razza di cane in particolare, nello specifico, vedremo come prenderci cura del pelo del Chippiparai.

L’aspetto del pelo del cane, è un buon indicatore del suo benessere e della sua salute generale, ragion per cui non bisogna sottovalutare l’argomento, se si vuole garantire un buon stato di salute del cane e una lunga vita felice.

Prendersi cura del pelo del Chippiparai: tipo di pelo

Come potete prendervi cura del pelo del Chippiparai, garantendo morbidezza, lucentezza e salute al mantello del vostro cane?

levriero
(Foto AdobeStock)

Per potersi prendere cura del proprio cane è fondamentale conoscere bene la tipologia di razza e tutte le informazioni che possono tornare utili per assicurargli il benessere e la serenità.

Perciò se avete scelto di adottare un Chippiparai, dovete sapere che si tratta di una razza di cane di taglia media, con un’altezza che si aggira intorno ai 61 cm ed un peso di circa 28-30 chilogrammi.

Il suo aspetto è elegante, distinto e nobile, solitamente il suo mantello è di colore bianco.

Esiste anche in tanti altri colori come: fulvo, nero, bruno rossastro, mantello con sfumature nere, grigio argento, con macchie bianche molto limitate o assenti e una lunga coda ricurva.

Possiede il pelo molto corto, a pelle e per mancanza di sottopelo non tende a perderlo.

Tutte queste informazioni servono a non danneggiare la salute del vostro amico a quattro zampe poiché, grazie ad esse è possibile prendersi cura del pelo del Chippiparai.

La spazzolatura e le spazzole adatte

Il mantello del Chippiparai, essendo corto, non ha bisogno di particolari attenzioni.

(Foto AdobeStock)

Il Chippiparai è possibile spazzolarlo una volta a settimana massimo due.

Proprio per questo è importante stabilire una routine con il vostro cane, in modo tale che si abitui ed eviti di scappare ogni qualvolta prendete la spazzola.

Gli accessori necessari per spazzolare il Chippiparai sono:

  • guanto con piastra in gomma, che lo accarezza dolcemente e porta via i peli morti;
  • spazzola morbida per lucidare (le spazzole di setole sono consigliate per i cani che hanno il pelo corto).

Potrebbe interessarti anche: Razze di cani compatibili con il Chippiparai: caratteristiche e curiosità

Il bagnetto del Chippiparai

È importante essere consapevoli che una cattiva igiene del corpo del vostro Chippiparai, può compromettere lo stato di salute dell’animale, causando molteplici patologie ai danni del suo organismo.

Quotidianamente è fondamentale occuparsi della pulizia quotidiana delle diverse parti del corpo, partendo dalla semplice pulizia dei denti del cane, almeno tre volte alla settimana (aiuterà a ridurre l’accumulo di placca).

Basterà, procurarsi uno spazzolino e un dentifricio per cani (si possono reperire nei negozi per la cura degli animali).

Attenzione a non usare mai dentifricio umano per cani, in quanto includono ingredienti, come lo xilitolo, che è tossico per i cani. Lo stesso vale per il bicarbonato di sodio che è un altro ingrediente da evitare per i denti dei cani.

Per la pulizia delle orecchie, basterà utilizzare un batuffolo di cotone o un panno umido. Meglio ancora se con una soluzione per la pulizia delle orecchie creata appositamente per i cani. Basta pulire l’interno per rimuovere qualsiasi onda e sporcizia in eccesso.

Controllate i cuscinetti delle zampe del cane per assicurarvi che non ci siano rocce, spine o altri detriti incorporati in essi.

Ispezionate tra le dita dei piedi per assicurarvi che non vi sia nulla bloccato tra di loro. Infine, in merito al taglio delle unghie del cane, quest’area richiede un’attenzione particolare.

Tuttavia, trascurare di farlo può effettivamente causare gravi lesioni nel tempo come problemi alla colonna vertebrale e alla postura. Gli esperti consigliano di tagliarle ogni due settimane.

Potrebbe interessarti anche:Alimentazione del Chippiparai: dosi, frequenza pasti e alimenti

Mentre, per quanto riguarda il bagnetto del vostro Chippiparai, solo dopo aver completato il primo ciclo di vaccinazioni (e possibilmente nel periodo della primavera o l’estate) sarà possibile procedere con il lavaggio completo del corpo.

In generale, si consiglia di fare il bagno ai cani a pelo corto circa due volte l’anno.

Occorrerà procurarsi dei prodotti specifici per cani come ad esempio shampoo all’avena e prodotti similari e delicati soprattutto.

È necessario avere tutto ciò che occorre nelle vicinanze, un asciugamano pulito, una tazza per il risciacquo e i bocconcini per dopo o durante per premiarlo del buon comportamento.

L’acqua deve essere da tiepida a leggermente calda, ma mai acqua bollente perché può bruciare la pelle del Chippiparai.

Agite applicando movimenti circolari e prestando particolare attenzione alle zampe e ad altri luoghi soggetti a sporco.

Appena terminata la fase di lavaggio, coprite con un asciugamano per trattenere il calore e ridurre le possibilità che scuota l’acqua su di voi e in tutta la stanza.

Procedete poi tamponando sul pelo o con un phon ma delicatamente.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.