Home Cani Salute dei Cani Cura del pelo dell’Irish Terrier: tutto dalla spazzola al bagnetto

Cura del pelo dell’Irish Terrier: tutto dalla spazzola al bagnetto

Un manto sano e in forma? Ecco una serie di consigli e segreti sulla cura del pelo dell’Irish Terrier che dovresti assolutamente conoscere.

Cura del pelo dell'Irish Terrier
(Foto AdobeStock)

Lo hai riconosciuto per il suo aspetto rustico e naturale? Merito del suo manto che lo rende un Terrier molto particolare rispetto ai suoi simili. Ma forse non tutti i futuri padroni sanno come ci si prende cura del pelo dell’Irish Terrier dalle indicazioni dell’uso della spazzola alla frequenza del bagnetto. Una serie di informazioni utili per averlo sempre sano e in forma.

Il pelo dell’Irish Terrier: caratteristiche generali

Oltre al cranio piatto e stretto, gli occhi piccoli e due orecchie a forma di ‘V’ che gli incorniciano il viso, la vera particolarità di questa razza è nel pelo. Si tratta infatti a prima vista di un manto molto fitto  e di sicuro anche duro al tatto: non a caso esso viene definito ‘fil di ferro‘.

Razze compatibili con l'Irish Terrier
(Foto AdobeStock)

Si appiattisce su tutta la lunghezza del corpo, dalla testa alle zampe, e lungo di esso non si annoda né forma apparentemente delle ciocche o dei riccioli. La lunghezza del pelo varia sulla faccia, dove infatti è più corto, e si allunga visibilmente solo nella zona della barba.

Altra particolarità è sicuramente il colore, che è sempre unico anche se possono esserci delle varianti ma sempre in esemplari monocolori. I colori possibili variano dal rosso vivo al rosso frumento al giallognolo. Il bianco non è tra i colori comuni se non in qualche lieve sfumatura.

Cura del pelo dell’Irish Terrier: l’uso della spazzola

Proprio perché è fondamentale (e bello) che il pelo dell’Irish Terrier mantenga il suo aspetto naturale e ‘selvaggio’ non ci sarà bisogno di una cura eccessiva. Infatti non ha bisogno di essere tosato completamente ma al massimo accorciato.

Adottare un Irish Terrier
(Foto AdobeStock)

Per quanto riguarda l’uso della spazzola potrà limitarsi a qualche spazzolata settimanale, che gli consentirà non solo di averlo ordinato (per quanto possibile per un manto del genere) ma anche pulito. Infatti con la spazzola per cani adatta al suo pelo si potrà evitare l’accumulo di sporcizia ed elementi estranei che vi si potrebbero depositare.

Potrebbe interessarti anche: Scopri l’alimentazione dell’Irish Terrier: cosa mangia, dosi, frequenza e rischi

Cura del pelo dell’Irish Terrier: e il bagnetto?

Se abbiamo capito qual è il modo migliore per spazzolare il cane, è utile scoprire anche quali sono i tempi giusti tra un bagnetto e l’altro. Premesso che è opportuno utilizzare solo prodotti specifici per cani e uno shampoo delicato, che non gli danneggi la cute e il pelo stesso, capiremo che bagnetti eccessivi possono solo rovinarlo.

Irish Terrier
(Foto AdobeStock)

Potrebbe interessarti anche: Scopri le razze compatibili con l’Irish Terrier: con chi va d’accordo e perché

Infatti non vi sono indicazioni particolari sulle tempistiche da rispettare, ma è utile affidarsi ai ‘canonici’ 30-40 giorni tra un lavaggio e l’altro. E’ ovvio che, trattandosi di un cane che ama stare e lavorare all’aria aperta, qualora ci rendessimo conto che il pelo sta cambiando colore o odore, è utile affrettare i tempi.